Lunedì 20 Maggio 2024

G. Caratù: "Sindaco o monarca assoluto?"

0 0

Premetto, a scanso di equivoci, che sia personalmente che come movimento politico siamo contrari all’insediamento dell’EnerGas a Manfredonia. Nutriamo forti dubbi sull’impatto che questo impianto potrebbe avere sulla sicurezza della città, ma soprattutto siamo convinti che la sua costruzione non sia economicamente sostenibile perché basata su una tecnologia obsoleta, e i prodotti che si andrebbero a commercializzare non avrebbero nessuna prospettiva di sviluppo (a meno che, sin da oggi, si pensi già ad una riconversione di questi enormi serbatoi).

Inoltre, è ben nota la posizione mia e del movimento sul contratto che lega il Comune al Manfredonia Calcio per la gestione del campo sportivo Miramare: da sempre consideriamo il canone che il Comune paga per la gestione dell’impianto come un contributo SIC ET SIMPLICITER alla società sportiva.

La vicenda della sponsorizzazione dell’EnerGas del Manfredonia Calcio – e la scomposta reazione del sindaco e della giunta circa l’interruzione del contributo che il Comune versa alla squadra di calcio cittadina – pone seri interrogativi su come questa amministrazione, ed il sindaco in particolare, considerino il Manfredonia Calcio. Ovvero come un’appendice del Comune stesso, o addirittura come una sua partecipata, influendo pesantemente sulla sua gestione.

Capisco il valore affettivo che il Manfredonia Calcio ha per Angelo Riccardi (è stato il motore della sua ascesa politica e sotto la sua guida ha raggiunto i massimi risultati mai ottenuti), tuttavia ritengo inopportuno, forviante confondere la sponsorizzazione con il “Problema ENERGAS”. La società EnerGas col suo denaro privato può fare ciò che vuole: aprire ospedali, asili nido, finanziare la ricerca universitaria (o regalare i panettoni a Natale), ed anche sponsorizzare il carnevale o il Manfredonia Calcio. Questo non ci farà cambiare opinione sulla realizzazione dell’impianto prospettato.

Dunque, dal sindaco aspettiamo atti concreti per impedire che detto impianto non sorga nelle vicinanze della città, non queste ripicche che non fanno altro che confondere la gente sul vero motivo del contendere. Mica Moratti e Tronchetti Provera, quando hanno venduto l’Inter e la Pirelli ai Cinesi, si sono chiesti da dove provenisse quel danaro, se frutto di sfruttamento degli operai o se in Cina i diritti umani venissero rispettati. Lasciamo gli affari alle imprese, la politica ai politici senza nessuna commistione. L’economia di questa città è permeata pesantemente dalle attività economiche e dalle scelte dirette o indirette del Comune. Fin quando questo preponderante peso non diminuirà, Manfredonia non darà mai una spinta al cambiamento.

Ad Angelo Riccardi chiediamo che difenda la salute dei cittadini, diritto costituzionalmente protetto nonché compito principale di un sindaco. La sponsorizzazione della squadra di calcio non credo sia la priorità, tantomeno un problema che debba riguardare la sfera della politica.

 

Giovanni Caratù

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Lei è contrario, voi siete contrari? Peccato che non ho mai visto lei e altri del suo movimento/partito alle manifestazioni di protesta. Inoltre perchè non organizzate uno straccio di protesta? Tutti contrari, gli unici a metterci la FACCIA Manfredonia nuova e il movimento 5 stelle e il Caons e i ragazzi dell’apnea! Ma mi faccia il favore!!

    cittadino no gpl 29/07/2016 12:34 Rispondi
  • L’ultimo ad arrivare fu gambacorta…

    Mivendo 29/07/2016 8:15 Rispondi
  • Buonasera/buongiorno.
    L’economia della città “necessita” della grazia divina…e del comportamento umano finalizzato al suo bene, alla sua dignità…all’educazione all’esistenza finalizzata al punto di morte e conseguenze…”vive bene chi pensa alla morte…”.
    Oggi si hanno possibilità reali e pratiche per permettere un autentico sistema lavorativo…anche il settore pubblico dovrebbe permettere dei “lavori ad ore”…anche un’ora…
    l’erba da tagliare, l’immondizia da controllare, i vari sistemi da coordinare…servizi per gl’anziani…servizi di controllo delle autenticità…dovremmo sviluppare maggiormente “l’auto elettrica”,
    risorsa naturale della nostra terra…pellicola fotovoltaica sui vetri dell’auto e sul “tetto” (anche su altre parti dell’auto), un “immagazzinatore” di energia (non conosco il termine tecnico) simile al classico serbatoio…qualche altro sistema di ricezione e trasformazione dell’energia…e tutti a casa…
    Che sia fatta la Sua volontà…”ogniuno ogniuno a casa sua”…
    Ricordo la fede in Gesù Cristo figlio di Dio e in Dio…
    10 comandamenti, precetti evangelici-biblici con tutela della famiglia…principi costituzionali ed applicazioni normative-codicistiche…l’onore dell’educazione…
    Grazie per l’ attenzione e la possibilità d’intervento…
    Domenico Pio la Forgia.

    Domenico Pio 28/07/2016 22:27 Rispondi
  • È’ un po’ che lo vado dicendo bravo Angelo

    Andrea 28/07/2016 20:26 Rispondi
  • Caro Giovanni condivido in pieno le considerazioni. Stiamo facendo delle figuracce grazie al Sindaco. Cosa significa sponsorizzare una squadra di calcio e continuare a dire di no al deposito GPL?.
    Siamo male amministrati da un Sindaco…che è nel PALLONE

    mimmo 28/07/2016 18:59 Rispondi
  • Ma la nota è stata scritta un mese fa e pubblicata oggi? Temi già superati, basta leggere gli atti della giunta e capire che siete un po tutti fuori tema

    Giacomo 28/07/2016 18:58 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com