Giovedì 25 Luglio 2024

Manfredonia: turismo mordi e fuggi

4 0

Le giornate assolate e il caldo afoso fanno da cornice ai primi tuffi nel mare cristallino del Golfo di Manfredonia. Ciò basterebbe per attrarre il turista nel nostro territorio. Avvicinandosi alla “spiaggia castello”, si nota il bellissimo panorama della villa comunale con l’imponente castello Svevo-Angioino che viene deturpato da un’altrettanta straordinaria visuale – non certo per la bellezza del patrimonio artistico-culturale che gode la città – ma per l’incuria dell’amministrazione comunale che non vigila e non preserva, ristrutturando ciò che non va. Il parco giochi della villa comunale recintato e impachettato è da tempo in disuso; la spiaggia- castello è invivibile per via dei rifiuti presenti ovunque a causa dell’inciviltà che regna sovrana. Fortunatamente c’è chi ama il territorio e vorrebbe tutelarlo. Ricorderete un nostro articolo di un anno fa che faceva riferimento alla signora Anna di 70 anni che armata di rastrello puliva la spiaggia per renderla un po’ più accettabile e fruibile. Anche il fossato del Castello è deturpato ed oggetto di ogni gesto di inciviltà e sporcizia, l’unica nota positiva è che i ragazzi non potendo usufruire dell’attiguo parco giochi lo frequentano per poter divertirsi, giocando nel verde e in sicurezza. Tutto ciò costituisce la vetrina da presentare al turista per invogliarlo certamente non a restare ma a scappare. Anche noi manfredoniani abbiamo le nostre colpe, curiamo molto “l’aspetto” ma nella sostanza il comportamento è irrispettoso verso il bene comune. Per completare il quadro della situazione, mostriamo le immagini che riguardano un altro parco, quello adiacente la chiesa “Sacra Famiglia” che verte in un profondo stato di abbandono e di degrado, come più volte denunciato in altri artt riferiti anche ad altri parchi giochi, e il campetto sportivo dell’asilo di P.zza del Pellegrino, anch’esso fatiscente ed inutilizzabile perché privo del tappeto che un tempo molto lontano lo rivestiva, diventando pericoloso per i bambini che pur di giocare scavalcano il cancello e lo utilizzano comunque. Infine chiudono il tetro quadro i rifiuti che giacciono da troppo tempo nel cortile della scuola e che non vengono raccolti dall’ASE, come mai? La domanda sorge spontanea: “dove sono le istituzioni responsabili? (Comune, Provincia e Istituto scolastico?). Perché non provvedono a ristrutturare il campetto sportivo? La solita risposta potrebbe essere che non ci sono i fondi e le risorse economiche sono insufficienti. Allora perché non impegnare i “lavoratori socialmente utili” e perché no i migranti che bivaccano nei centri di accoglienza, annoiandosi perché non fanno nulla ed invece attraverso una proficua integrazione potrebbero essere utili alla comunità. Non basta aver investito migliaia di euro nel ristrutturare i “gioielli storico-culturali” per catturare l’attenzione del turista se la città verte in uno stato di completo abbandono e degrado. I soldi pubblici di noi contribuenti dovrebbero, anche, essere impiegati per riqualificare i quartieri e i parchi centrali e periferici perché è giusto dare ai giovani gli adeguati spazi per il gioco ed il divertimento. Non tutti possono permettersi di pagare la palestra o la piscina quindi è necessario renderli fruibili e di libero accesso. Auspichiamo un tempestivo intervento dei preposti alla riqualificazione dei beni pubblici, considerando che l’estate è alle porte e dovremmo sforzarci di non far fuggire il turista se vogliamo rinvigorire l’economia del territorio.

Grazia Amoruso

 

Articolo presente in:
News

Commenti

  • IL BELLO VIENE ORA!!!

    raffaele 09/06/2017 21:44 Rispondi
  • Bellissimo articolo che io condivido in toto. L’unica pecca sono i troppi perché dell’articolista ai quali sembra non sia in grado di dare spiegazioni. Una posso fornirla facilmente: la data delle elezioni politiche e’ sempre più vicina e, tutto male vada per loro nel 2018, allora certe cose non si possono fare e neanche immaginare per non perdere il consenso politico. Purtroppo la colpa è degli elettori a tutti i livelli che alla fine votano, lamentandosi in continuazione, sempre i soliti noti.

    Pasquino 07/06/2017 13:22 Rispondi
  • I lavoratori socialmente utili servono la città con la raccolta rifiuti e ai servizi sociali e negli uffici pubblici facenti funzioni degli impiegati .

    girolamosavonarola 07/06/2017 11:23 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com