Giovedì 6 Maggio 2021

Puglia zona arancione, ecco cosa accade da lunedì

0 0

Sono passate oltre cinque settimane in zona rossa. Da lunedì la Puglia torna nell’area di rischio arancione, così come da indicazioni della Cabina di regia nazionale. Per l’ufficialità si attende la firma dell’ordinanza del ministro Roberto Speranza, che dovrebbe arrivare in queste ore. Da lunedì 26 aprile, dunque, una boccata di ossigeno per alcune attività commerciali: negozi, parrucchieri, centri estetici potranno riaprire al pubblico, certo sempre in modalità anti contagio. Si potrà tornare a consumare al bar, sarà possibile sedere ai tavolini all’aperto dei locali, prevista anche la possibilità di tornare a fare all’aperto sport da contatto.

Certo i numeri della pandemia rimangono alti. Oggi in Puglia sono stati 64 i morti tra i pazienti contagiati dal Covid. Su 13.345 tamponi sono emersi altri 1.692 contagi: 658 in provincia di Bari, 155 in provincia di Brindisi, 154 nella provincia Bat, 266 in provincia di Foggia, 176 in provincia di Lecce, 277 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 5 casi di provincia di residenza non nota. Ieri erano 1.895 nuovi casi su 12.472 test. I 64 decessi sono così distribuiti: 25 in provincia di Bari, 5 in provincia di Brindisi, 4 in provincia BAT, 2 in provincia di Foggia, 15 in provincia di Lecce, 13 in provincia di Taranto. In tutto sono 5.636 le vittime. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.142.721 test.

Sono 171.894 i pazienti guariti mentre ieri erano 170.041 (+1.853). I casi attualmente positivi sono 49.197 (-225); i pazienti ricoverati 2.031 (-48), situazione in leggero miglioramento. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 226.723. Oggi com’è noto il commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo a Bari ha verificato l’attuazione della campagna vaccinale e ha incontrato, tra gli altri, il presidente Michele Emiliano. In Puglia, ha rivendicato la Regione, mancano all’appello 150mila vaccini, perché «nella prima fase è stata assegnata una minore quantità di dosi per la profilassi del personale sanitario», è scritto in un report sul tavolo del governatore. Se non arriveranno altre dosi, già il 25 aprile ci sarà forte carenza di vaccini Moderna e il 27 aprile di Pfizer. Mantenendo un ritmo di 25mila somministrazioni al giorno, entro il 31 dicembre sarà conclusa la campagna vaccinale anti Covid in Puglia: è quanto viene calcolato dalla Regione nel report.

Redazione G.
Articolo presente in:
News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO