Sabato 12 Giugno 2021

Vaccini anticovid, aggiornamento 17 maggio: al via le chiamate delle Asl per completare la fascia dei più fragili verificando i casi uno per uno

0 0

Sono 1.883.294 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 17.30 dal report del Governo nazionale: 1.985.624 le dosi consegnate dal Commissario nazionale per una percentuale del 94,8%).

 

Da oggi alle 14.00 la campagna vaccinale si è allargata ulteriormente, coinvolgendo i cittadini della fascia d’età 40-49 anni con l’avvio delle prenotazioni per i nati tra il 1970 e il 1973. Per le classi di età aperte oggi hanno prenotato finora in 14.324.

 

Progressivamente saranno chiamate a prenotarsi le classi di età più giovani, sempre tramite i canali web lapugliativaccina.regione.puglia.it, il numero verde 800713931 e le farmacie del servizio FarmaCUP.

 

Sono partite le attività delle ASL di ricerca attiva della quota residua di cittadini che per età o fragilità sono estremamente vulnerabili al fine di completare la fascia delle persone più fragili.

ASL BARI

 

Complessivamente la ASL di Bari ha sinora assicurato la vaccinazione a 127.318 soggetti vulnerabili per patologia.

“Stiamo procedendo a richiamare attivamente gli ultimi soggetti fragili non ancora vaccinati – spiega il Dg Antonio Sanguedolce – abbiamo fornito gli elenchi ai medici di Medicina generale per verificare ogni singolo caso e chiamare ogni singolo paziente con l’obiettivo di completare nei prossimi giorni la categoria. Tenendo presente – aggiunge Sanguedolce – che in ogni hub e/o centro vaccinale aziendale i fragili continuano ad avere la priorità assoluta per la vaccinazione”.

 

Importante continua ad essere il contributo offerto dai medici dell’assistenza primaria, che hanno effettuato 119.369 vaccinazioni, in studio medico, a domicilio oppure in sede ASL, in favore di soggetti fragili, vulnerabili per patologia ed età, nonchè caregiver e familiari conviventi. Nella giornata di domenica, nei centri della ASL di Bari, sono state eseguite 5.429 vaccinazioni.

In dettaglio si tratta di 4.346 prime dosi e 1.083 seconde, comprese 1.266 somministrazioni (332 prime, 934 seconde) a cura dei medici di medicina generale.

 

La campagna vaccinale attualmente ha raggiunto almeno con una dose il 35 per cento della popolazione residente nel Barese, in particolare le categorie prioritarie: ultraottantenni (89%), over 70 (87%), over 60 (75%) e cinquantenni (30%).

 

Da oggi la campagna si allargherà ulteriormente coinvolgendo i cittadini della fascia d’età 40-49 anni: è infatti previsto l’avvio delle prenotazioni per i nati tra il 1970 e il 1973.

 

POLICLINICO DI BARI

 

Quasi 4mila somministrazioni. È il bilancio dell’ultima settimana di vaccinazioni al Policlinico di Bari: dal 10 al 15 maggio sono stati 3.927 i pazienti fragili che hanno ricevuto il vaccino negli ambulatori ospedalieri. A ricevere la seconda dose sono stati pazienti diabetici, reumatologici, ematologici, con asma grave e in terapia con farmaci biologici, Hiv positivi. Hanno avuto la prima dose di vaccino, invece, i pazienti oncologici di nuova diagnosi.

Nella giornata di oggi sono state effettuate circa 850 somministrazioni. Tra i soggetti fragili sono stati vaccinati con la prima dose i pazienti con epatiti virali mentre a ricevere la seconda somministrazione sono stati i pazienti neurologici, diabetici, emofilici e talassemici. Sono partiti oggi pomeriggio i richiami con la seconda dose di Astrazeneca per il personale universitario.

 

ASL BRINDISI

 

Tra sabato e domenica, nella Asl di Brindisi, sono state somministrate quasi 7.000 dosi: ieri le vaccinazioni sono state più di 3.500.

Sono circa 3.000 le somministrazioni in programma oggi per soggetti fragili, personale della scuola e forze dell’ordine (seconde dosi).

Nelle vaccinazioni della giornata rientrano anche quelle alla popolazione per fasce di età.

 

ASL BT

 

Continua la vaccinazione nella Asl Bt con le attività previste dal piano vaccinale regionale. I medici di base sono a lavoro per completare la vaccinazione dei pazienti fragili mentre sul territorio sono in corso le seconde dosi e le prime dosi alle classi previste da piano. A Barletta continua la vaccinazione dei pazienti oncologici mentre entro fine mese sarà completata la vaccinazione dei pazienti con malattie rare.

 

ASL FOGGIA

 

Nuovo record di vaccinazioni lo scorso weekend in provincia di Foggia dove, tra venerdì e domenica, sono state somministrate 16.637 dosi.

Sale così a 293.935 il dato complessivo delle vaccinazioni fatte dall’inizio della campagna vaccinale. Di queste, 204.085 sono prime dosi e 89.850 seconde dosi.

In concomitanza con l’avvio delle prenotazioni per le persone di età compresa tra 49 e 40 anni, continuano le attività di vaccinazione negli hub, nei centri vaccinali e ad opera dei medici di medicina generale.

La ASL, attraverso i Distretti Socio Sanitari e con l’ausilio dei medici di medicina generale e delle amministrazioni comunali, sta già concludendo la ricognizione puntuale delle persone ultraottantenni, delle persone di età compresa tra 70 e 79 anni e delle persone di età compresa tra 60 e 69 anni che non risultano ancora vaccinate per completare la campagna vaccinale di queste categorie prioritarie.

Stessa procedura è stata avviata anche per le persone estremamente vulnerabili che non hanno ancora ricevuto la prima dose di vaccino.

Per concludere, intanto, le vaccinazioni delle persone affette da malattie rare e dei loro caregivers/familiari conviventi, domani 18 maggio, dalle ore 10,00 alle ore 18,00, potranno recarsi senza prenotazione presso gli hub vaccinali allestiti nei presidi ospedalieri di Cerignola e Manfredonia e il punto vaccinale di San Severo (in via De Palma).

Per gli stessi, inoltre, continua l’attività quotidiana di somministrazione presso i punti vaccinali del Policlinico Riuniti di Foggia e dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo secondo la programmazione interna.

 

Nel dettaglio: ad oggi, sono 36.569 le persone estremamente vulnerabili che hanno ricevuto la prima dose e 16.012 che hanno fatto anche la seconda somministrazione.

Vaccinati con la prima dose anche  13.066 caregivers/familiari conviventi.

 

Le persone ultraottantenni che hanno ricevuto la prima somministrazione sono 36.781; di queste, 31.928 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Inoltre: hanno ricevuto la prima dose di vaccino 46.122 persone di età compresa tra 79 e 70 anni e di queste 11.310 anche la seconda.

Hanno ricevuto la prima dose 52.545 persone di età compresa tra 69 e 60 anni e, di queste, 12.392 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Hanno ricevuto la prima dose anche 31.161 persone di età compresa tra 59 e 50 anni e, di queste, 13.499 hanno fatto la seconda somministrazione.

 

Hanno concluso il ciclo vaccinale 6.512 operatori scolastici su un totale di 15.708 che hanno ricevuto la prima dose.

 

I medici di medicina generale hanno somministrato, ad oggi, 78.935 dosi di vaccino.

 

Presso l’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, tra il 10 e il 15 maggio scorsi sono stati vaccinati: 61 pazienti ematologici, 157 oncologici, 64 persone affette da malattie rare, 13 dializzati, 247 caregiver/familiari conviventi per un totale di 542 somministrazioni.

 

ASL LECCE

 

Raggiungono quota 377.792 – di cui 251.414 prime dosi – le vaccinazioni effettuate finora nella ASL Lecce. Prosegue la campagna di vaccinazione antiCovid negli hub, nei centri sanitari e da parte dei medici di medicina generale: circa 6.700 le vaccinazioni effettuate nella giornata di ieri.

103.357 le dosi – di cui 55.625 prime dosi – quelle somministrate agli ultra80enni (copertura vaccinale rispetto alla popolazione del 91,79%); 92561 le dosi – di cui 71.208 prime dosi – quelle somministrate alle persone della fascia 79/70 (copertura vaccinale rispetto alla popolazione del 86,18%) e  68.387 – di cui 54.051 prime dosi – quelle somministrate alle persone appartenenti alla fascia 69/60 (copertura vaccinale rispetto alla popolazione del 54,26%).

Prosegue la vaccinazione con prime e seconde dosi dei pazienti fragili, da parte dei medici o dei centri di cura: sono 51.689 le dosi – di cui 36.416 prime dosi – quelle finora somministrate a persone vulnerabili per patologia.

A quota 47.850 – di cui 34.606 prime dosi – le dosi finora inoculate da parte dei medici di medicina generale.

 

ASL TARANTO

 

La campagna vaccinale in Asl Taranto ha raggiunto le 272mila somministrazioni, delle quali oltre 86mila riguardano cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale.

Nella giornata di ieri, domenica 16 maggio, oltre alle quasi 2800 seconde dosi somministrate al personale scolastico presso l’hub Porte dello Jonio, si aggiungono le somministrazioni sul territorio: 222 dosi totali, inoculate a domicilio e presso gli ambulatori ASL e del MMG.

In mattinata, negli hub vaccinali dell’intera provincia sono stati somministrati quasi 1400 dosi di vaccino, così distribuiti: a Taranto 265 presso lo SVAM e 210 al PalaRicciardi; 203 dosi a Martina Franca, 111 dosi a Grottaglie, 280 dosi a Manduria, 171 dosi a Massafra, 144 dosi presso l’hub di Ginosa.

 

Link video immagini vaccinazione domiciliare paziente fragili Bari

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO