Mercoledì 4 Agosto 2021

Rilevate nove irregolarità su una nave mercantile ormeggiata al Porto Industriale di Manfredonia. Scatta la detenzione

2 0

Nella giornata di ieri, militari della Capitaneria di Porto di Manfredonia specializzati in Sicurezza della Navigazione (Flag State e Port State Control), hanno ispezionato una nave mercantile battente bandiera turca ed ormeggiata per operazioni commerciali al Bacino Alti Fondali del sorgitore sipontino.

Al termine della visita, il nucleo ispettivo ha sottoposto a fermo amministrativo la motonave in quanto ha rilevato nove deficienze, tre delle quali gravi che comportano l’automatica detenzione della nave, relative alla sicurezza di bordo e disciplinate dalle Convenzioni Internazionali SOLAS. Il mercantile dovrà quindi ottemperare alle diverse prescrizioni impartite dai militari e, qualora supererà con esito positivo un’ulteriore visita a cura del personale militare della Capitaneria di Porto (Nucleo Port State Control), potrà lasciare il Porto di Manfredonia.

La detenzione di ieri segue quella effettuata dallo stesso Nucleo Ispettivo nel mese di Maggio quando, per simili deficienze poi ripristinate dal Comando di bordo, era stato sottoposto a fermo un mercantile battente bandiera liberiana di circa 5000 TSL (tonnellate di stazza lorda). L’attività di controllo a bordo delle unità mercantili viene svolta dal Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera in aderenza a convenzioni, accordi internazionali e direttive comunitarie sulla salvaguardia della vita umana in mare e della tutela ambientale ed ha quale obbiettivo principale l’assicurare che i traffici marittimi siano effettuati nel rispetto degli standard sviluppati a garanzia della tutela dell’ambiente marino, dei lavoratori marittimi e della sicurezza della navigazione in generale.

Articolo presente in:
Cronaca · News

Commenti

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

     

    MANFREDONIA VIDEO