Giovedì 29 Febbraio 2024

Emergenza Covid, Rotice: “Dati Manfredonia in linea con il trend. No casi gravi di ospedalizzazione”

1 2
L’attenzione sul tema della pandemia è sin dal primo giorno al centro dell’azione dell’Amministrazione comunale di Manfredonia che ha sin da subito ripristinato l’aggiornamento quotidiano del Centro Operativo Comunale della Protezione civile (attivo h24 anche per assistenza) e tra i primi in Italia ad emanare ordinanza sindacale per l’utilizzo delle mascherine all’aperto (10 dicembre).
Con l’evoluzione della viralità del virus è ulteriormente aumentato il livello di attenzione dell’Amministrazione comunale che, nella persona del sindaco Gianni Rotice – Sindaco di Manfredonia, da una settimana è in costante contatto e confronto con le competenti Autorità (Prefettura, Regione, Asl, Provincia, altri Comuni di Capitanata) – e da ieri anche i referenti degli Istituti scolastici – al fine di monitorare puntualmente la situazione ed essere pronta ad intervenire. I dati di Manfredonia, in proporzione, sono in linea con il trend nazionale e regionale e, seppur molto virale, non si registrano gravi casi di ospedalizzazione.
Al momento, si è in attesa dell’emanazione dei decreti del Governo e della Regione Puglia, per eventuali ulteriori provvedimenti da adottare ad horas anche in base all’evoluzione del quadro amministrativo e sanitario.
Allo stesso tempo, l’Amministrazione ha sollecitato nuovamente il rafforzamento del controllo delle forze dell’ordine rispetto all’utilizzo dei dispositivi di protezione e prevenzione. Si, invita, altresì la cittadinanza all’adozione di comportamenti responsabili, restando fiduciosi nell’incremento dei vaccinati anche tra i bambini, così come costantemente registrato dai dati dell’hub Sacra Famiglia.
Articolo presente in:
News

Commenti

  • La serietà del comunicato è strabiliante. Ma questo sindaco ci fa o ci è. A qualche ora dall’apettura delle scuole si sveglia per non decidere niente senonché anticipare l’accensione dei riscaldamenti nelle aule. Questo anche dopo aver permesso la festa del contagio il giorno della Befana nel fossato del castello.

    Nonno matteo 09/01/2022 20:35 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *