Martedì 23 Aprile 2024

Altro attacco del sindaco Rotice alla consigliera Valente

1 0

«SIAMO veramente stanchi dei continui attacchi che il sindaco Rotice (o chi per lui) rivolge alla nostra consigliera comunale Maria Teresa Valente». Lo dice l’avvocato Matteo Ognissanti, presidente di “Con” la formazione politica cui fa riferimento la consigliera comunale Valente, in una nota nella quale afferma «di non poter assolutamente tacere sull’ultimo volgare attacco, tramite il solito monologo video, perpetrato dal sindaco Gianni Rotice nel quale ancora una volta prende di mira la nostra consigliere Maria Teresa Valente. Attacchi senza alcun fondamento ed offensivi della persona». Un atteggiamento molto più largo e preoccupante.

L’ACCUSA mossa da Rotice è quella «di essere l’artefice (la Valente) in combutta con un quotidiano, della pubblicazione di articoli cosiddetti diffamatori al fine di effondere sull’attuale amministrazione e sulla nostra città giudizi negativi». In buona sostanza il Rotice (o chi per lui) si lamenta del fatto che la Valente esprima opinioni che non collimano col suo pensiero dominante e che anzi evidenziano criticità sul governo della città; opinioni peraltro del tutto legittime, espresse in un contesto pubblico quale quello dell’aula consiliare del Comune, non certamente le uniche come le registrazioni delle sedute attestano. Legittime argomentazioni ed esplicite domande su argomenti pertinenti all’odg dei lavori, cui spesso mancano risposte. Tranne poi a minacciare, con espressioni più da avvocato dietro le quinte, le vie legali come accaduto per una interrogazione nell’aprile scorso. Questa volta lo ha fatto via soliloquio video.

«IN VERITà – annota il presidente Ognissanti – dall’ascolto del video postato dal Sindaco, non si è ben compreso quali sarebbero gli argomenti diffamatori e denigratori manipolati da Maria Teresa Valente e pubblicati dal giornale in questione. (Quale?) Forse perché ha chiesto notizie sulle dimissioni della Segretaria? E come mai, se le ha chieste in aula consiliare, non le è stato risposto in aula? A quanto pare come al solito si assiste ad un discorso senza filo conduttore, si dice di tutto e di più senza alcun senso, fomentando odio e malumori in città».

MA IL SINDACO Rotice è avvezzo a tali exploit autoritari nella errata convinzione che la carica affidatagli lo esenti dal rispetto di regole ancorché statuite in normative consolidate e proprie della Democrazia, consacrate dalla buona consuetudine. Rotice si mostra sempre più insofferente alla dialettica politica. E non solo. Ancora una volta gli viene ricordato che “Ogni persona ha diritto alla libertà di espressione. Tale diritto include la libertà di opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche e senza limiti di frontiera”.

«ROTICE – afferma Ognissanti – deve farsene una ragione. Le dichiarazioni del sindaco sono un vero e proprio attacco alla libertà di espressione della nostra Consigliera e soprattutto al democratico svolgimento del suo ruolo. L’auspicio è pertanto quello di un sindaco che dedichi il suo tempo a cose serie, e ce ne sono tante in attesa di essere considerate».

Michele Apollonio

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com