Venerdì 3 Febbraio 2023

Cento per cento Morricone con l’Ico Suoni del Sud e Veronica Granatiero

1 0

Un concerto cento per cento Morricone. La Prima stagione dell’Orchestra Ico Suoni del Sud prosegue con un evento che è già un successo di vendite al botteghino. Si intitola “Un mito chiamato Ennio” il tredicesimo appuntamento in programma e propone le più belle colonne sonore per il cinema scritte dal genio italiano famoso in tutto il mondo. Melodie intramontabili che hanno reso indimenticabili anche le pellicole, che sono entrate nell’immaginario collettivo con quelle note.

Venerdì 9 dicembre, alle 20.30, al Teatro Giordano di Foggia l’orchestra stabile diretta dal maestro Benedetto Montebello offrirà una “full immersion” nella leggenda di nome Ennio.

Mentre infatti sullo schermo saranno trasmesse le immagini estratte dai celebri film, la magica voce del soprano Veronica Granatiero condurrà il pubblico in una suggestione totale che coinvolgerà il teatro a 360 gradi.

Grande talento internazionale che si esibisce nei più grandi teatri d’Europa e collabora con alcuni dei più grandi nomi del panorama artistico, Veronica Granatiero riceve recensioni dalle maggiori riviste d’opera ed è apprezzata, oltre che la delicatezza del pianissimo, il fraseggio sensibile ed espressivo, il tono brunito e la profonda intuizione interpretativa, anche per la sua presenza scenica e la sua versatilità stilistica.

“Nuovo Cinema Paradiso”, “Mission”, “C’era una volta in America”, “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più” e “C’era una volta il west” sono solo alcune delle colonne sonore che saranno eseguite venerdì sera in omaggio al Maestro che ha segnato la storia della composizione di musiche per film diventati dei cult.

“È un concerto molto atteso dal pubblico – spiega Gianni Cuciniello, responsabile dell’Associazione Suoni del Sud presieduta da Libera Granatiero – che ama emozionarsi ripercorrendo con la memoria brani diventati ormai dei classici, esaltati dalla nostra orchestra, che si può definire ormai esperta di questo genere, dal maestro Montebello e da Veronica Granatiero, che torna nella sua terra di origine intanto che riscuote successo in alcuni dei contesti artistici europei più prestigiosi”.

La Prima stagione concertistica è organizzata dall’Ico Suoni del Sud in collaborazione con il Teatro “Umberto Giordano” e il Conservatorio Giordano, con il contributo del Ministero della Cultura, della Regione Puglia e  del Comune di Foggia.

L’ingresso è alle ore 20 e si accede con abbonamento o biglietto, acquistabile al botteghino del Teatro Giordano a partire da un’ora prima del concerto oppure su www.vivaticket.com. Per informazioni, si può telefonare al numero 324.5912249 o scrivere all’indirizzo email orchestrasuonidelsud@gmail.com.

 

 

Scheda Veronica Grantiero

La delicatezza del pianissimo, il fraseggio sensibile ed espressivo, il tono brunito e la profonda intuizione interpretativa sono le qualità più apprezzate dalla critica di Veronica Granatiero.

Oltre a ricevere numerose recensioni dalle maggiori riviste d’opera internazionali, Veronica è apprezzata anche per la sua presenza scenica e la sua versatilità stilistica.

Ha iniziato a studiare canto in giovane età, concentrandosi prima sul repertorio pop, poi jazz, e sul repertorio operistico e classico.

Si è esibita in numerose sedi concertistiche, tra cui, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, Opéra de Nice, Moscow International Performing Arts Centre, Teatro Filarmonico di Verona, Teatro Municipale di Piacenza, Teatro delle Muse di Ancona, Teatro Verdi di Pisa, Arena del Sole di Bologna, Teatro Coccia di Novara, Teatro dell’Archivolto di Genova, Teatro Comunale di Fermo.

I suoi recenti impegni includono i ruoli di Talia e Butterfly per la prima mondiale dell’Opera Minima di Joe Schittino al Teatro Municipale di Piacenza, diretta da Giovanni di Stefano; il ruolo di Carolina ne Il Matrimonio Segreto al Teatro Filarmonico di Verona, diretta da Alessandro Bonato e nella produzione creativa di Marco Castoldi (detto “Morgan”); e il ruolo di Amina ne La Sonnambula di Vincenzo Bellini al Teatro delle Muse di Ancona, diretta da Alessandro D’Agostini e nella produzione di Cristian Taraborrelli.

Gli impegni futuri includono il ruolo di Juliette in Roméo et Juliet di C. Gounod al Theater Magdeburg in Germania; il ruolo di Nannetta e Norina al Teatro Petruzzelli di Bari; e Musetta per il Teatro Nazionale di Taichung.

Ha fatto il suo debutto operistico come Liù nella Turandot di G. Puccini in Germania nell’ambito del festival “Opera Classica Europa”, diretto da Sibylla Wagner; in Italia, ha debuttato come Elena ne Il Cappello di Paglia di Firenze di Nino Rota al Teatro Verdi di Pisa, al Teatro Goldoni di Livorno e al Teatro del Giglio di Lucca, diretta da Francesco Pasqualetti e nella produzione di Lorenzo Maria Mucci.

È stata accolta in due occasioni al Teatro Nazionale di Constanta (Romania) per interpretare il ruolo di Liù e del vivace paggio Oscar in Un Ballo in Maschera di Verdi, riscuotendo poi il plauso della critica per aver interpretato lo stesso ruolo al Teatro delle Muse di Ancona, diretto da Guillaume Tourniaire e nella produzione di Pete Brooks. Ha eseguito nuovamente la musica di Verdi al Moscow International Performing Arts Center, interpretando il ruolo di Gilda in Rigoletto.

Tappa fondamentale della sua carriera è stato il suo debutto all’Opéra de Nice, diretta dal Maestro Gheorgy Rath e nella produzione di Daniel Benoin, dove si è esibita prima come Contessa Almaviva nelle Nozze di Figaro di Mozart, poi come Zerlina nel Don Giovanni di Mozart, e infine come Eileen Sherwood, ruolo che interpreta egregiamente grazie ai suoi studi jazzistici, nel musical A Wonderful Town di Leonard Bernstein.

È stata diretta dal Maestro Marco Angius nell’Orfeo ed Euridice di Gluck, dove ha interpretato il ruolo di Amore per la stagione lirica estiva al Teatro Verdi di Padova; e dal Maestro Matteo Beltrami in un Concerto Lirico Sinfonico al Teatro Coccia di Novara.

Si è esibita al Teatro Marruccino di Chieti, al Teatro Comunale dell’Aquila e al Teatro Verdi di San Severo in un concerto dedicato alle colonne sonore di Ennio Morricone, diretto da Benedette Montebello e con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese.

Prima di diplomarsi con lode in Canto Lirico presso il Conservatorio di Foggia e conseguire il Diploma di Master Professionale in “Vocologia Artistica” presso l’Università di Bologna, Veronica si è esibita su palcoscenici internazionali, oltre che in teatro e in televisione.

È stata membro del coro della Rai per oltre 8 anni e si è esibita insieme a cantanti internazionali al Powerade Centre di Brampton e all’Avalon Theatre del Fallsview Casino Resort di Toronto, in Canada.

Si è esibita in numerose sedi concertistiche, tra cui Arena del Sole di Bologna, Teatro dell’Archivolto di Genova, Teatro Comunale di Fermo, Teatro Sannnazario e Teatrino di Corte di Napoli, Teatro Vittoria di Roma, oltre che in grandi produzioni per festival e eventi (Festival dell’economia di Trento, La Repubblica delle Idee – Rep. 2014 – Napoli). In tre spettacoli teatrali si è esibita al fianco di noti attori come Giancarlo Giannini in Oscar, dove, accompagnata dall’Orchestra della Capitanata diretta da Benedetto Montebello, ha cantato le più belle partiture di Ennio Morricone, Nicola Piovani e Riz Ortolani. In collaborazione con Michele Placido, ha assunto il ruolo di Amelita Baltar e Milva, e ha eseguito musiche di Astor Piazzolla e Carlos Gardel con l’ensemble musicale argentino. In collaborazione con Enzo De Caro ha inciso un album di brani inediti scritti dal comico napoletano Antonio De Curtis; e in collaborazione con il giornalista italiano de La Repubblica, Federico Rampini, con il quale ha realizzato un DVD dello spettacolo edito da Mondadori, ha eseguito numerosi brani, spaziando da Gershwin alla musica tradizionale cinese e coreana, accanto a Gianna Fratta e Dino De Palma.

Ha inoltre partecipato alla registrazione di 2 album per “KZ MUSIK”, edito da MUSIKSTRASSE, l’enciclopedia mondiale della musica composta nei campi di concentramento di tutto il mondo, per 4 solisti e orchestra diretta dal M° Francesco Lotoro.

Particolarmente interessata anche alla musica da camera, Veronica fa parte di un progetto in duo con il chitarrista classico Luciano Pompilio, con il quale gira l’Europa.

Vincitrice del 14° Concorso Internazionale di Canto Lirico “Luigi Zanuccoli”, del 2016 “Cengio in Lirica” e finalista del Concorso Internazionale di Canto Lirico “Etta Limiti” 2018.

Articolo presente in:
Capitanata · Comunicati · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO