Domenica 21 Aprile 2024

Manfredonia punito eccessivamente dalla propria audacia

0 0

Il match tra Manfredonia e Monopoli è stato brutto  e noioso per almeno 50’ nei quali gli ospiti non hanno costruito neanche un’azione pericolosa, mentre i sipontini, in almeno tre circostanze, sarebbero potuti passare in vantaggio.

Al 14’ pt Carminati si è involato sulla fascia e dopo aver superato Lacriola, da posizione decentrata, ha optato per il tiro a rete piuttosto che servire La Porta ben  appostato al centro; ne è venuta fuori una conclusione respinta in angolo dal piazzato Mirarco.

Al 32’ pt La Porta dopo aver duettato con Gentile, dalla lunetta, ha calciato a rete sperando di sorprendere il portiere ospite che, invece, è riuscito a metterci una mano e a ribattere oltre la traversa.

È finito tra i mugugni degli spettatori un primo tempo scialbo, contrassegnato da tanti errori negli appoggi di entrambe le squadre che appena aumentavano i ritmi della manovra perdevamo il pallone. Bene invece si sono comportate le due difese, positivo l’esordio di Monti che al 6’ pt ha dovuto sostituire Cuomo, per il riacutizzarsi del dolore al ginocchio del centrale del Donia.

Nella ripresa il primo allarme per i baresi è arrivato da un taglio preciso di Gentile che ha messo Carminati nella condizione di calciare una sorta di “rigore in movimento”; il brasiliano è arrivato bene sul pallone ma ha concluso abbondantemente fuori.

All’8 il gol-capolavoro del migliore dei sipontini, Gentile: come da manuale del calcio, palla al piede ha triangolato prima con Carminati poi con La Porta, che gli restituito il pallone nella lunetta della squadra avversaria, ai sedici metri; controllo a seguire e tiro non fortissimo ma preciso nell’angolo basso, irraggiungibile per Mirarco.

Dopo solo un giro di lancette, l’episodio che ha fatto svoltare la gara: in una delle tipiche mischie che scaturiscono da palle inattive, il mediocre arbitro di Ancona, D’Ascanio, ha visto un fallo di Corbo e, con il consenso del primo assistente, ha decretato un rigore che nessuno ha visto e nessuno, soprattutto, ha reclamato. Dal dischetto ha realizzato Lanzillotta il pari “regalato” dal marchigiano, con cognome sipontino, D’Ascanio.

Il pari non è stato gradito da mister Franco Cinque che, nel tentativo di far propria la gara, ha sostituito uno stanco D’Ambrosio con Del Prete, attaccante d’esperienza giunto da qualche settimana a Manfredonia. Il 4-2-4 che tante soddisfazioni ha dato lo scorso anno in Eccellenza e che ha in Portosi, assente per infortunio, uno dei suoi migliori interpreti, anche questa volta, come in tante altre gare casalinghe, non ha prodotto i risultati attesi e, anzi, ha prestato il fianco alle ripartenze delle squadre avversarie che spesso hanno punito il Manfredonia.

Il vantaggio del Monopoli realizzato dal nuovo entrato Corvino, è stato propiziato da una piccola deviazione sul cross di Lanzillotta che ha messo fuori causa Quitadamo e fatto finire il pallone sui piedi dell’attaccante ospite. Chirurgica l’esecuzione sul palo lontano che ha eluso l’uscita di Maggi, all’esordio al Miramare.

Al 34’ st mister Cinque ha sostituito Quitadamo con De Vita, accentuando ancora la propensione offensiva dell’undici in campo.

Mister De Luca, invece, ha inserito forze fresche in attacco, inserendo Corvino e Pinto, nel finale e, a sinistra, Camporeale per arginare le discese del sipontino Esposito. Con grande fortuna del giovane tecnico barese dopo il vantaggio di Corvino sono stati proprio Camporeale e Pinto a sancire un 4 a 1 finale, che poco ha rispecchiato quanto accaduto sul terreno di gioco. Nella terza rete, Camporeale è stato lasciato solo da un mancato rientro di Esposito; mentre la quarta rete di Pinto, allo scadere, ha sottolineato che a giocare “a tre” in difesa è sempre molto rischioso.

Col noto “senno di poi” si può ritenere che forse il cambio di D’Ambrosio poteva essere ponderato di più e forse l’ingresso di un centrocampista, magari offensivo come De Rita, non avrebbe lasciato il controllo del centro del campo agli avversari e non avrebbe riproposto l’improduttivo  4-2-4 casalingo.

Tabellino: MANFREDONIA – MONOPOLI 1-4

(fonte www.asdmanfredoniaclacio.it)

MANFREDONIA CALCIO (4-3-3): Maggi; Quitadamo (79′ De Vita), Corbo, Cuomo (6′ Monti), M. Esposito; Romito, D’Ambrosio (68′ Del Prete), Gentile; Coccia, La Porta, Carminati. A disp. De Gennaro, Balestrieri, Totaro, Stoppiello, De Rita, Compierchio. All. Francesco Cinque

MONOSPOLIS (4-2-3-1): Mirarco; Lacriola, P. Esposito, Castaldo, Colella; Marini, Lanzillotta, Laboragine (59′ Corvino); Nicolai (19′ Camporeale), Pedalino, Montaldi (76′ Pinto). A disp. Serrano, Amato, Aprile, Mastropasqua, Bensaja, Laneve. All. Claudio De Luca

ARBITRO: Marco D’Ascanio di Ancona (Agata-Punziano)

MARCATORI: 54′ Gentile (Ma), 57′ Laboragine (rigore, Mo), 74′ Corvino (Mo), 82′ Camporeale (Mo), 93′ Pinto (Mo)

AMMONITI: M. Esposito (MA); Camporeale (MO)

NOTE: Giornata piovosa, terreno in sintetico. Angoli 3-3. Recupero: 2′pt, 4′st.

Antonio Baldassarre

Articolo presente in:
Manfredonia calcio · News

Commenti

  • Basta affidare incarichi ex nuovi ed affidarsi a dirigenti, allenatori, presenti e competenti nella società che sono stimati sia dalla tifoseria ma ancora di più dal mister e dai giocatori all’interno dello spogliatoio.
    L’unico problema è il Presidente che non riesce in questa impresa perchè non riesce a far valere la sua parola su Di Toro, uomo dal tutto fare , che comanda tutto e tutti, ivi compreso il Presidente.
    Cercate Sign.Presidente di spezzare questo filo che vi lega a Di Toro…sicuramente vincerete.
    Ai tifosi….cerchiamo di aiutare il Presidente…da solo non potrà mai farcela.

    Nuova fiducia 08/01/2014 21:54 Rispondi
  • sono d’accordo con mira el mar

    tifoso da sempre 07/01/2014 17:08 Rispondi
  • Condivido il pensiero sul president ” Tony Sdank ” almeno lui ci mette sempre la facciona simpatica che lo rende simpatico nonostante alcune ” giustificate ” critiche a lui rivolte.
    Riccardik nella sua gestione in serie D ” IL PRIMO ANNO ” ,prese una decisione determinante che tutti ricorderanno con Carrano e di lì in poi,si prese il volo verso la storia e la gloria….altri tempi quelli lì—-!!!
    Coraggio Tony e affidati ai tuoi confidenti personali e professionali che hai al tuo interno !!!!!!!! Forzissimamente Manfredonia !!!!!!!!!!!!

    Confidential Vox. 07/01/2014 12:09 Rispondi
  • siamo già retrocessi..
    tra un mese avremo sempre 23 punti…
    avete letto il calendario?
    la cosa più grave che i calciatori non riscuotono.
    Immaginate un operaio che va in fabbrica a lavorare e a fine mese non riscuote?

    pasquale 07/01/2014 8:55 Rispondi
  • censurato

    mavatten 06/01/2014 21:26 Rispondi
  • Scusate la mia ignoranza ma….non si potrebbe far sedere in panchina un Under 18, invece di chi è fuori quota e non viene utilizzato come il Stoppiello ed altri come lui ? Almeno si darebbe un premio ai tanti giovani che tanto danno alla società…gratuitamente ! Senza offesa logicamente parlando !!!BY-BY

    Don Camillo 06/01/2014 19:17 Rispondi
    • SANTE PAROLE, MA SE PARLI CON IL DIRETTORE SI VANTA DI PUNTARE SU I GIOVANI .
      CI SONO RAGAZZI DI MANFREDONIA ANNI 93,94, CHE SONO STATI ALLONTANATI PERCHÉ ERANO GRANDI E POI ,,,,,,,,.

      Nico 06/01/2014 22:04 Rispondi
  • Non capisco francamente il perche delle critiche al presidente Antony Sdank ,quando sono altri ad essere ripresi per orecchio per le cassate che combinano !! Della serie…non è lui a fare la formazione…almeno questo glielo dobbiamo o nooooooo ??????

    Mira el Mar . 06/01/2014 19:07 Rispondi
  • Si vocifera che Cinque non vorrebbe essere pagato se viene confermato fino alla fine del campionato; invece se viene esonerato vorrebbe la sua parcella. Se fosse vero sarebbe semplicemente vergognoso e spero che siano voci infondate…..comunque Cinque non è di categoria! Occorre un allenatore più pragmatico che schieri due sole punte e con un centrocampo più folto senza regalarlo ogni volta all’avversario! Con minore frenesia e con una più oculata gestione delle partite saremmo tra le prime tre in classifica, invece…………….Comunque anche il Baldassarre e tutti coloro che si alternano nei commenti sia sulla carta stampata, sia sui siti online che in televisione non hanno il coraggio di dire pane al panne e vino al vino e questo è unn grosso limite del giornalismo manfredoniano! A foggia ci sono giornalisti che non hanno paura di mettersi contro la società e contro lo stesso Zeman: ricordiamo tutti quando Ze3man si rifiutò di parlare con un giornalista che lo criticò aspramente nei giorni precedenti. Io ammiro questi giornalisti mentre coloro che sono accondiscendenti mi fanno….tenerezza!

    doniano 06/01/2014 17:17 Rispondi
  • Con l’arrivo di Monti da appena una settimana un allenatore non può inventarsi una difesa a 3 mai provata contro una squadra di quel livello, come al solito si è visto il limite del mister che non sa leggere la partita e quando fa qualche sostituzione fa danno.Ho visto un portiere penoso,spero di sbagliare. Complimenti a Pollidori, Trotta, Palazzo, Darienzo che hanno segnato tutti nelle rispettive squadre.Speriamo bene , con 4 partite che giocheremo fuori casa , ci potremmo trovare tra un mese in brutte acque. Forza Donia

    tifoso 06/01/2014 14:45 Rispondi
  • Come sempre accade in queste circostanze,il commentatore della gara di cui sopra,usa metodi di valutazione agro-dolci….come se fosse bloccato da dire quello che pensa della gara in maniera obiettiva.
    Non credete invece che,il cambio di tantissimi calciatori abbia un tantino fatto perdere al mister la bussola dello schieramento e degli equilibri nello spogliatoio e nel campo ? Aggiungiamoci pure che,non sono sempre i nomi che fanno grande una squadra e poi…smettiamola di dare i numeri al lotto con i …4-2-4,4-4-2,4-3-3,4-5-1,e stupidaggini simili….occorrono uomini adatti per tali …geometrie e giochi matematici….pensiamo a giocare a calcio per favore !!! Saluti e w Manfredonia.

    Un punto di vista . 06/01/2014 11:08 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com