Giovedì 29 Febbraio 2024

Domenica raccolta straordinaria sangue FIDAS presso il Centro Trasfusionale

0 0

Domenica 19 gennaio, dalle ore 08:00 alle ore 11:30, raccolta straordinaria sangue presso i locali del Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Manfredonia.

Il sangue è un elemento insostituibile per il nostro organismo e non può essere prodotto artificialmente in laboratorio. Spesso, pertanto, una trasfusione costituisce il mezzo indispensabile per salvare la vita ad un ammalato. CHIUNQUE, uomo, donna, bambino potrebbe trovarsi nella necessità di ricevere sangue;
NESSUNO può affermare con certezza: “La cosa non mi riguarda”.
E tu … cosa puoi fare?
Semplice! Diventare donatore periodico associato alla FIDAS di Manfredonia. Aderire non costa nulla e concorrerai a potenziare quella risorsa vitale a cui ciascuno potrà ricorrere nel momento del bisogno.
Basterà …
– Un po’ di tempo … meno di un’ora per una donazione di sangue
– Un po’ di coraggio … il prelievo è effettuato con materiale monouso, in condizioni di assoluta sicurezza
– Un po’ di buona volontà, quanto basta per farci vincere l’indifferenza verso problemi sociali e farci diventare costruttori di solidarietà
Possono donare tutte le persone maggiorenni fino ai 60/65 anni di età, che godono di buona salute, che al momento del prelievo presentano valori di pressione e di emoglobina normali, il cui peso corporeo non sia inferiore a 50 kg.
A tal proposito la FIDAS di Manfredonia, in collaborazione con il Centro Trasfusionale dell’Ospedale Civile di Manfredonia
ORGANIZZA
per domenica 19 gennaio, dalle ore 08:00 alle ore 11:30, una raccolta straordinaria sangue presso i locali dello stesso Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Manfredonia.
Raggiungici … PER NON RESTARE INDIFFERENTE.

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Sono un donatore volontario che ho avuto lo stesso problema, ma ho affrontato il soggetto personalmente, rilevandogli la poca professionalità (non so se parliamo della stessa persona ma credo di si). Purtuttavia io ho affrontato la questione anche direttamente con i vertici sanitari assumendomi la responsabilità delle mie accuse. Pertanto sarebbe opportuno che, al di là di generiche ed anonime accuse, che “o negativo” precisasse nel dettaglio le problematiche emerse indicando il nome dell’infermiere, le proprie generalità e la propria qualifica professionale nel campo specifico (cosa che io ho fatto).

    Gaetano 19/01/2014 18:41 Rispondi
  • Non dono più da quando c’è un infermiere a fare il bello e il cattivo tempo in quella struttura. La solita italia…

    0 negativo 18/01/2014 11:38 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *