Lunedì 24 Giugno 2024

FRANCAVILLA – MANFREDONIA 1-0. Sekkoum, punizione fatale

0 0

Sconfitta di misura per i biancocelesti al “Fittipaldi” contro il Francavilla, che trova tre importanti punti per proseguire la sua corsa verso i playoff. Al contrario, Manfredonia che nonostante tanta buona volontà e non demeritando, non riesce però mai ad impensierire l’estremo difensore dei padroni di casa.
Tante defezioni per mister Cinque, che non può disporre di Palumbo, Quitadamo e Del Prete oltre che di Carminati, non al meglio della condizione così come Portosi e Cuomo.

Partono bene i sipontini, che occupano bene ogni zona del campo cercando di sfruttare l’imprevedibilità di Casciani e De Rita (di nuovo titolare) ed il sacrificio di La Porta, tutti supportati dall’esperienza dell’ex D’Ambrosio e dal fosforo di Totaro, anche lui titolare dopo qualche mese. Il Francavilla, invece, cerca sempre di sfruttare al meglio i calci piazzati, per favorire lo specialista Sekkoum che al 14′ chiama De Gennaro alla parata in bello stile, non potendo contare sull’apporto di Sperandeo e Pioggia, ben controllati dalla difesa sipontina.

Manfredonia arrembante anche ad inizio ripresa, dove mostra buona tempra e tanta volontà fino al 57′: fallo di Totaro (uno dei migliori) dal limite sinistro dell’area, punizione battuta dal “solito” Sekkoum che la mette nel “sette” con una parabola arquata. 1-0. Il gol carica i padroni di casa che vanno vicini anche al raddoppio con Sperandeo in contropiede, fermato soltanto dal palo.

Lo svantaggio è una mazzata, perchè giunge forse proprio nel momento migliore dei biancocelesti, che con gli innesti di Compierchio prima e Stoppiello poi cercano il pareggio, sbilanciandosi inevitabilmente e mostrando il fianco ai rossoblu che vanno vicini al raddoppio con Fanelli per ben due volte ma in entrambi i casi, fa buona guardia De Gennaro.
Il tempo scorre inesorabile e mister Cinque le prova tutte, spostando Corbo ad alternarsi con Monti nel ruolo di “torre” al limite dell’area per cercare di scardinare la difesa del Francavilla che, al contrario, chiude ogni varco possibile ed immaginabile inserendo un quinto elemento a dar man forte e non correndo ulteriori rischi fino all’ultimo minuto di gioco.

Il tabellino: FRANCAVILLA – MANFREDONIA 1-0

F.C. FRANCAVILLA (4-4-2): Ricciardi; Russillo, Ferrara, Di Giorgio, Nicolao; Lancellotti (76′ Masullo), Sekkoum, Gasparini, Pioggia (46′ Fanelli); Sperandeo (84′ Marziale), Pisani. A disp. Ziembanski, Ferraiuolo, Caldararo, Di Nella, Foscolo, Cristofaro. All. Ranko Lazic

MANFREDONIA CALCIO (4-3-3): De Gennaro; Coccia, Monti, Corbo, Esposito; Totaro (72′ Compierchio), D’Ambrosio, Gentile (86′ Stoppiello); Casciani, La Porta, De Rita. A disp. Maggi, Terminello, Rinaldi, Scarano, Cuomo, Portosi, Carminati. All. Francesco Cinque

ARBITRO: Gaetano Massara di Reggio Calabria (Nocella-Longo)

MARCATORI: 57′ Sekkoum

AMMONITI: Totaro, Gentile, D’Ambrosio (M); Nicolao, Di Giorgio, Pisani (F)

NOTE: Cielo coperto, terreno in buone condizioni. Allontanati dal campo Di Staso (vice all. Manfredonia) e Lazic (tecnico Francavilla) per proteste. Spettatori 200 circa (20 tifosi ospiti). Recupero: 1′pt, 4′st.

Ufficio Stampa

Articolo presente in:
Manfredonia calcio · Sport

Commenti

  • Si sono mischiate le carte ma la musica è stata la stessa a quanto pare.Meno male che almeno il Matera ci ha fatto un regalo battendo il Grottaglie,ma questo non deve lasciarci tranquilli nella nostra convalescenza !

    Ludovico 24/02/2014 15:56 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com