Martedì 18 Giugno 2024

Minervini a Palazzo Celestini: "I giovani possono essere fermento per Puglia: possibilità per l'avvio attività"

0 0

Nell’attuare, negli anni, i vari progetti per l’imprenditoria giovanile ci siamo resi conto che in realtà abbiamo semplicemente aperto il coperchio di una pentola a pressione. I giovani erano li, sono li, con tutte le loro energie, pronti ad attendere che qualcuno gli dia una mano, pronti a scoppiare con idee innovative e profetiche”

Sono queste le parole centrali di commento dell’Assessore Regionale della Puglia alle Politiche Giovanili  Guglielmo Minervini nell’incontro tenutosi a Manfredonia  Giovedì 6 Marzo presso il Palazzo dei Celestini organizzato dall’Ufficio Diocesano del Progetto Policoro.

Evento voluto per diffondere le possibilità offerte dalla Regione Puglia a favore dell’imprenditoria giovanile.

Un excurus storico su quelli già attuati (Bollenti Spiriti e Principi attivi), carenze e migliorie, e uno sguardo ampio al presente progetto “Nidi”. L’Assessore ha sottolineato che attuare tali progetti è divenire complici di una generazione che vuole emergere, lo chiede insistentemente. Alcuni anni fa le politiche giovanili era ai margini delle amministrazioni, dopo questioni molto più importanti come bilanci, lavori pubblici, urbanistica.

Oggi sono divenute centrali  “perché  – dichiarava con forza Minervini – significherebbe perdere un’intera generazione  è ciò non possiamo permetterlo”.

Facendo una breve analisi sociologica si sottolineava come oggi, in adulti e giovani, la crisi ha rubato ed eliminato fiducia e speranza nelle istituzioni, nel futuro in se stessi. I ceti medi sono scomparsi, vi sono o facoltosi o poveri. Affermava l’Assessore “si è bloccata la mobilità sociale, sembra ci siano destini già segnati li dove nasci. Una società si può dire giusta se permette a tutti, a prescindere da dove provengono di raggiungere gli stessi obiettivi”.

Per non essere solo profeti  di sventure, ma per leggere dati che non permettano di “rubare la speranza” come continuamente esorta Papa Francesco, si è passati subito ad elencare dati positivi raggiunti negli anni.

A partire dal 2005, con i primi progetti dei Bollenti Spiriti, in cui era data la possibilità a cooperative di giovani di occuparsi di spazi pubblici in attività culturali. Nacquero i Laboratori Urbani, con una doppia positività, dar lavoro a molti giovani rendendoli protagonisti dei territori e permettere a spazi pubblici di essere recuperati. Diversi giovani della Regione formati fuori e con l’idea di fuggire sono rientrati e hanno scommesso su se stessi. Sono nati 161 Laboratori con più di 1000 operatori che attualmente formano il 10% del PIL Regionale.

Nel 2007 si è continuati con il progetto dei Principi Attivi, dove in pochi giorni, raccontava l’Assessore, giunsero sui tavoli della Regione più di 1500 progetti. Vi furono 600 attivazione ed avviamenti di attività, un vero fermento da leggere con stupore. Alcuni si sono contraddistinti al livello internazionale con attività attualmente in continua evoluzione. Molti imprenditori di età avanzata furono incuriositi dal dover prendere spunto.

A ciò si aggiunge il contratto etico con lo studio, attività importantissima della Regione che ha finanziato studenti pugliesi, di ogni ceto sociale, in formazione fuori approfondite (Master, dottorati)  con la “promessa etica” di tornare ed investire se stessi per il bene della Regione. Sono state finanziate borse di studio per studi intraregionali di 7500 euro, per nazionali 15000 euro e sino a 25000 euro per studi all’estero.

Attualmente in atto c’è il secondo capitolo dei Bollenti Spiriti, si sta per attuare il Progetto “Garanzia Giovani”  per il recupero e la formazione di ragazzi che provengono dalla dispersione scolastica ma che proprebbero essere una di idee imprenditoriali ed originali.

Il più recente, e più ampio, è il progetto NIDI che permette attualmente il finanziamento di attività imprenditoriali di vario genere (consultabile il sito: http://www.nidi.regione.puglia.it/ oppure su http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SistemaPuglia/nidi ) che investendo una somma di 53milioni di euro, sino ad esaurimento, permette finanziamenti di per  avviare l’impresa fino a € 50.000,00 con  agevolazione pari al 100%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile al tasso di interesse dello 0,52 %.
Per investimenti  compresi tra € 50.000,00 ed € 100.000,00, l’agevolazione è pari al 90%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile alle stesse condizioni.
Per  investimenti compresi tra € 100.000,00 ed € 150.000,00, l’agevolazione è pari all’80%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.
È inoltre previsto un contributo sulle spese di gestione dei primi sei mesi pari ad € 5.000,00.

Presenti all’incontro anche l’Assessore Comunale Adamo Brunetti, da anni impegnato nella Pastorale Sociale Dicoesana, che ha manifestato il desiderio dei Sindaco Riccardi e dell’intera amministrazione di diffondere tali iniziative perché Manfredonia è una città che non vuole sprofondare, ma vuole rialzarsi e produrre cosi come ha saputo fare in passato.

Anche il Vicario Genarale dell’Arcidiocesi, mons. Stefano Mazzone, ha sottolineato il desiderio della Chiesa di essere accanto, aiutare, sostenere, accompagnare, informare, per non uccidere la Speranza, dare segni di positività, perché come ha detto Papa Francesco “il lavoro da dignità. Il tema del lavoro è un peso per la nostra coscienza”.

Pertanto, come è stato anche affermato dal responsabile diocesano del Progetto Policoro, Massimiliano Arena, il progetto è a disposizione gratuitamente per incontri di informazione, di dialogo, di confronto sull’etica del lavoro, sulla Dottrina Sociale della Chiesa, sulle informazioni relative ai bandi, e per accompagnare nell’iter eventuali giovani desiderosi di avviare attività imprenditoriali.

È possibile rivolgersi presso la Curia Diocesana in via Campanile 66, o contattare per appuntamento a dicoesi.manfredonia@progettopolicoro.it

 

MASSIMILIANO ARENA

Animatore Diocesano del Progetto

 

 

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com