Venerdì 24 Maggio 2024

Cinque arresti sul Gargano

0 0

I Carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nel corso del quale hanno arrestato Pasquale Tavaglione, 27enne, per coltivazione illecita e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno perquisito un Nissan Terrano, di proprietà e condotto da Tavaglione. Durante il controllo, il 27enne è parso particolarmente nervoso: sotto il sedile del veicolo, infatti, i militari hanno rinvenuto un contenitore in plastica contenente 530 grammi di marijuana. Durante la perquisizione domiciliare i Carabinieri hanno rinvenuto due piantine di marijuana, dell’altezza di 50 centimetri circa. Gli accertamenti effettuati sullo stupefacente presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri diFoggia, hanno accertato un’elevata percentuale di purezza della sostanza, tale da poter consentire il confezionamento di 2.200 dosi medie singole. Pasquale Tavaglione è stato posto agli arresti domiciliari.

Sempre a Vico del Gargano veniva tratto in arresto anche Antonio Delli Muti, 34 anni, per coltivazione illecita e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno rinvenuto nell’abitazione dell’uomo un involucro in cellophane contenente 50 grammi circa di marijuana, abilmente occultato in un mobile della cucina, nonché tre piantine sempre di marijuana, di cui una dell’altezza di un metro e le restanti due di 20 centimetri, il cui fogliame consentiva di ricavare un quantitativo di droga del peso di 100 grammi circa. Per l’uomo sono scattati gli arresti domiciliari.

A Peschici in manette Michele Tedeschi, 55enne, in esecuzione dell’ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Foggia, dovendo espiare la pena di un mese di reclusione, per il reato di violazione di sigilli ed abusivismo edilizio, commesso a Peschici il 3 marzo del 2007.

Sempre sul Gargano, a Vieste è stato arrestato Liberantonio Azzarone, 24 anni, in esecuzione  dell’ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte D’appello di Bari – Ufficio Esecuzioni Penali, dovendo espiare la pena di un anno, dieci mesi e 26 giorni di reclusione, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, commesso a Vieste il 22 agosto del 2010. Ancora a Vieste è stato tratto in arresto Sante Dimauro, 44 anni, in esecuzione  dell’ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, dovendo espiare la pena di un anno, nove mesi e 6 giorni di reclusione, per i reati di violazione di sigilli, truffa e ricettazione, commessi ad Ancona nel 2008.

Rossella Di Bari

Articolo presente in:
Capitanata · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com