Venerdì 3 Febbraio 2023

Manifestazione 'Pro Gino Lisa' a Bari, i sindaci ottengono tavolo a Roma

0 0

Un tavolo tecnico-politico con i ministeri dell’Ambiente e dei Trasporti per affrontare sia la questione del parere di valutazione di impatto ambientale fermo in commissione a Roma e sia il declassamento dello scalo Gino Lisa, diventato aeroporto di secondo livello. Il presidente della commissione regionale Trasporti, Filippo Caracciolo, si è impegnato a sollecitare sia il presidente della Regione, Nichi Vendola che l’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini affinché si arrivi a questo confronto con i ministeri. E’ questo il risultato ottenuto dal sindaco, Franco Landella alla guida della manifestazione «Pro Gino Lisa» svoltasi a Bari, dinanzi alla sede del Consiglio regionale in via Capruzzi.

L’iniziativa è avvenuta nella giornata che si era aperta con la notizia dei primi effetti del declassamento dello scalo: d’ora in poi potrà funzionare solo 8 ore. «Non arretreremo di un millimetro su questa vertenza», ha sottolineato il sindaco del capoluogo. Circa 200 persone hanno protestato rivendicando un giusto ruolo, nel panorama delle infrastrutture pugliesi, allo scalo foggiano. Con le associazioni, accanto a Landella e ad altri nove sindaci della Capitanata (in rappresentanza del comune di Manfredonia l’assessore all’Ambiente e allo Svilluppo Sostenibile Adamo Brunetti), c’erano anche i massimi vertici del mondo economico: il presidente di Camera di commercio, Assindustria e Confcommercio Fabio Porreca, Gianni Rotice e Damiano Gelsomino. Numerosi i consiglieri comunali, diversi assessori ed il consigliere regionale Giandiego Gatta.

Grande assente il neo presidente della Provincia, Francesco Miglio ma anche i rappresentanti del nuovo consiglio provinciale. Miglio nel pomeriggio ha giustificato così la sua assenza: «L’ente può e deve agire unicamente per le vie istituzionali e amministrative. Il tema dei trasporti sarà al centro dell’agenda politica della Provincia. Siamo pronti a sostenere la causa del Gino Lisa».

Protesta e confronto istituzionale non sono in antitesi per chi era a Bari. Per il presidente, Porreca «oggi è il momento della protesta perché è indispensabile l’allungamento della pista, al quale deve poi seguire una strategia di sviluppo. Ma è anche necessario il momento del confronto, del ragionamento e della collaborazione istituzionale. E mi auguro che di questo si facciano interpreti sia il presidente della Regione che della Provincia. Il metodo deve essere quello della collaborazione». Una protesta «giusta» anche per il leader degli industriali, Rotice: «Necessario per la Capitanata l’infrastruttura aeroportuale. Da domani ci attendiamo un confronto tra le istituzioni». Confronto per il quale Miglio, ne preannuncia la richiesta a Bari.

Fonte: corrieredelmezzogiorno.it

Foto V. Arcieri

Articolo presente in:
Capitanata · News
  • Fuss cà fuss la volta buona.
    Se non accade niente con tale rappresentanza, significa proprio che il governo al Gargano e più in generale alla Capitanata non la tiene affatto in considerazione.

    semprevigile 23/10/2014 10:14 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO