Mercoledì 21 Febbraio 2024

Operazione delle Guardie Ecologiche di Manfredonia, rimossa carcassa d'auto incendiata

0 0

Operazione delle Guardie Ecologiche Ambientali del Corpo Nazionale Civilis Engea, con l’appuntato Giosafatte Borgia e il Comandante Giuseppe Marasco: durante il controllo del territorio in base al protocollo d’intesa con il Comune di Manfredonia per la prevenzione e la repressione dell’abbandono dei rifiuti, hanno rinvenuto nella nuova zona C1, esattamente alla via Oscar Amedeo Del Vecchio, una carcassa di una Fiat punto incendiata da circa 10 giorni, ma non rimossa, con  conseguenza di inquinamento del terreno e delle falde.

Il Comandante Giuseppe Marasco chiamava a sostegno della operazione di recupero e rimozione gli uomini del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di Manfredonia, i quali intervenuti sul posto hanno rimosso la vettura incendiata.

IMG_20150119_124448_2_Q01

Foto: Foto Odeon

Articolo presente in:
News
  • Pubblicamente voglio ringraziare di vero cuore, tutti i volontari del corpo delle guardie ecologiche ambientali della civilis engea che veramente e gratuitamente svolgono un importante lavoro di pubblica utilità a nostro favore, cosa che tantissimi stupiti non hanno capito, che paese … Manfredonia…boooo

    Giuseppe 20/01/2015 7:47 Rispondi
  • mi complimento con la CIVILIS, infatti come dal decreto regionale ottenuto svolge ineccepibilmente tutela e valorizzazione del patrimonio storico, artistico, ambientale e naturale, nonché delle tradizioni e dei prodotti tipici locali, anche mediante attività di ricerca e promozione culturale, formazione, comunicazione e sviluppo del turismo sociale e/o di interesse locale, anche attraverso le Guardie Ecologiche Ambientali del Corpo Nazionale Civilis Engea di Manfredonia.

    Domenico 19/01/2015 16:59 Rispondi
  • per fortuna volontariamente e gratuitamente girano e sorvegliano il nostro territorio le guardie ecologiche ambientali del Comandante Marasco, ma chi prende lo stipendio cosa fa….? escluso la Forestale.

    Giovanni 19/01/2015 16:37 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *