Lunedì 15 Aprile 2024

Sede distaccata alberghiero a Manfredonia, Riccardi visita il "Lecce" di S.G.Rotondo: "Fatti, non parole per il turismo"

0 0

Il sindaco Riccardi ha visitato l’istituto alberghiero “Lecce” di San Giovanni Rotondo, ricevendo rassicurazioni sulle modalità con cui i nostri studenti frequenteranno la sede distaccata a Manfredonia.

Non ci sarà più bisogno di alzarsi alle sei del mattino per prendere l’autobus che porta a San Giovanni Rotondo. Nessuno dei circa ottanta studenti manfredoniani che si sono iscritti all’istituto alberghiero “Lecce”, per frequentarlo nell’anno scolastico 2015/2016, sarà costretto a raggiungere la città di San Pio, piuttosto basterà recarsi alla sede distaccata di Manfredonia.

Nei giorni scorsi il sindaco Angelo Riccardi ha voluto incontrare il dirigente scolastico Giovanni Battista Zito e, accompagnato dal consigliere provinciale Gaetano Cusenza, ha visitato la sede dell’alberghiero a San Giovanni Rotondo. “Sono stato ben accolto dal dirigente e dagli studenti, molti di questi manfredoniani”, riferisce il primo cittadino.

L’Amministrazione si è spesa da tempo per limitare i disagi dei nostri studenti, costretti a recarsi a San Giovanni Rotondo per l’assenza a Manfredonia dell’indirizzo di Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera. Le ripetute richieste hanno trovato l’accoglimento della Provincia, che ha espresso il proprio parere favorevole all’istituzione dell’alberghiero a Manfredonia. Successivamente la Regione Puglia ha stabilito, nel Piano regionale di dimensionamento scolastico per l’anno 2015/16, che la nostra città può finalmente avere una sede distaccata dell’alberghiero.

Riccardi aveva posto una serie di interrogativi sulle modalità con cui gli studenti manfredoniani avrebbero frequentato la sede distaccata a Manfredonia. Ha ricevuto, da parte di Zito, rassicurazioni e disponibilità a collaborare per creare tutte le condizioni necessarie per far sì che la sede dell’alberghiero a Manfredonia sia funzionale e possa offrire, ai ragazzi che la frequenteranno, gli stessi pregevoli standard del “Lecci” a San Giovanni Rotondo. Il sindaco, prima di accomiatarsi, è stato anche invitato a pranzo ed ha potuto così apprezzare ciò che gli studenti hanno preparato per l’occasione.

“Turismo ed enogastronomia vanno sempre più di pari passo e Manfredonia sta rimodulando gli interventi nel settore turistico, economico ed occupazionale. Vogliamo tornare ad essere a pieno titolo ‘la porta del Gargano’, potenziando le radici turistiche della nostra città. E lo stiamo facendo con i fatti, non con le parole. Con la sede distaccata dell’alberghiero a Manfredonia, i nostri ragazzi – ha detto Angelo Riccardi – si potranno qualificare, conseguendo titoli di studio che innescano un nuovo e virtuoso processo produttivo, senza essere costretti a fare i pendolari per godere del diritto all’istruzione”.

Matteo Fidanza
Ufficio Stampa e Comunicazione – Città di Manfredonia

Articolo presente in:
News
  •  
    SCARICA IL GIORNALE
    UTILITÀ »
    ANNUNCI
    SCOPRI MANFREDONIA
    REDAZIONE
    PUBBLICITÀ
    NEWSLETTER

    HOME
    CAPITANATA
    NEWS »
    EVENTI
    SPORT »
    RUBRICHE »
    MEDIA GALLERY »
    MANFREDONIA TU

    Categoria | Attualità
    Alberghiero a Manfredonia, Riccardi: “Sezione distaccata non basta, vogliamo Istituto tutto nostro”
    Pubblicato alle 18:49 – 27 gennaio 2015 da Redazione

    Istituita una sezione distaccata a Manfredonia. “Assurdo giuridico e offesa per la nostra comunità. Non ci arrendiamo e valuteremo anche la possibilità di ricorrere al TAR”, commenta Angelo Riccardi.
    Manfredonia avrà, a partire dal prossimo anno scolastico, una sezione distaccata dell’istituto alberghiero ubicato a San Giovanni Rotondo. E’ quanto ha stabilito la Regione Puglia nel Piano regionale di dimensionamento scolastico per l’anno 2015/16.
    Un risultato per certi versi beffardo a fronte del caparbio lavoro compiuto dall’Amministrazione comunale e, in particolare, dal sindaco Angelo Riccardi che aveva ricevuto il parere favorevole della Provincia di Foggia. Nonostante ciò, per la Regione Puglia, l’attivazione dell’indirizzo di Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera non s’ha da fare a Manfredonia.
    “La sezione distaccata è un piccolo passo avanti– commenta il sindaco di Manfredonia– per dare alla nostra città l’istituto alberghiero tante volte chiesto, auspicato e non ancora ottenuto. Dico ‘non ancora’ perché il lavoro profuso non si ferma certo qui”. Riccardi, infatti, ha scritto una missiva al presidente regionale Nichi Vendola, all’assessore regionale Alba Sasso, al presidente provinciale Francesco Miglio e al direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Francesco Inglese dove esprime “stupore per l’atto regionale che ritengo un assurdo giuridico ed un’offesa per la nostra comunità”.
    Turismo ed enogastronomia vanno sempre più di pari passo e Manfredonia, come scrive il sindaco, “sta rimodulando gli interventi nel settore economico, riappropriandosi del ruolo centrale e di ‘porta del Gargano’. Da qui la necessità di avere studenti che sappiano, con il percorso di studio e il conseguimento di titoli idonei a supportare tale nuovo processo produttivo, essere consequenziali e inseriti nel tessuto sociale ed economico della città”.
    Il Comune, per favorire questo processo, ha deliberato di assumersi l’onere di tutto quanto necessario, consapevole sia della soppressione di molte competenze che fanno capo alla Provincia e sia delle difficoltà economiche della stessa. Dalla Regione Puglia, invece, si è preferito scegliere… di non scegliere, provando a dare un colpo al cerchio ed uno alla botte.
    Sorgono domande a cui il sindaco vorrebbe risposta: come potranno gli studenti che andranno al Toniolo, l’istituto che ospiterebbe la sezione distaccata dell’IPSSAR, dipendere da un istituto posto ad una trentina di chilometri da Manfredonia? Dove sta l’utilità formativa, didattica e strutturale di tale scelta? E i docenti e il personale Ata, che farebbero capo ad un dirigente scolastico a San Giovanni Rotondo?
    “Come mai il Direttore Generale dell’USR Puglia – aggiunge il sindaco Riccardi – ha espresso parere negativo, se poi a distanza di 18 chilometri insistono due IPSSAR come Foggia e Lucera e, la sede di Foggia, rappresenta da tempo un problema strutturale cui non si riesce a dare soluzione?” Critica propositiva perché il primo cittadino rileva che a Foggia e Lucera risultano classi per lo stesso corso di 14 e 15 alunni, quindi “come mai, se le ragioni del diniego sono quelle dell’organico di posti, non si fondono le due scuole per economizzare sui costi e sul personale, anche in considerazione della vicinanza delle due sedi?”
    “L’impegno per il potenziamento delle radici turistiche della città continuerà. Non ci arrendiamo – conclude Angelo Riccardi – e, quindi, valuteremo con la dovuta attenzione il provvedimento regionale, riservandoci anche di ricorrere al TAR qualora dovesse venire meno l’interlocuzione chiesta con i referenti regionali”.
    Matteo Fidanza
    Ufficio Stampa e Comunicazione – Città di Manfredonia
    Print PDF

    Tutti i commenti sono soggetti alla moderazione della Redazione di ManfredoniaNews.it .
    I commenti offensivi, lesivi o fuori tema saranno automaticamente cancellati senza obbligo di comunicazione.

    8 Responses to “Alberghiero a Manfredonia, Riccardi: “Sezione distaccata non basta, vogliamo Istituto tutto nostro””
    Sipontino!! scrive:
    29 gennaio 2015 alle 07:10
    si Gigi vale solo per le prime perche mancherebbero i laboratori!!!

    Rispondi
    Gigi scrive:
    28 gennaio 2015 alle 19:01
    MA VALE SONO PER LE PRIME? MIO FIGLIO FA IL 3^, CONTINUERA’ SEMPRE AD ANDARE A San Giovanni? Grazie per la risposta.

    Rispondi
    Sipontino!!!! scrive:
    28 gennaio 2015 alle 16:49
    x Francesco se tu non conosci le cose che parli a fare , forse anch’io mi trovo la mattina nella stessa diligenza? quindi taci su cose che tu non sai caro Francesco , e nessuno ha attaccato il signor Riccardi anzi ho detto che ha mosso il mare il problema e avere i fondi Francesco e il comune non credo li abbia , ovviamente tu parli come un non addetto hai lavori , poi l’anno scorso in prima gli alunni di Manfredonia erano 66 informati sul calo demografico che hanno i comprensivi a Manfredonia e ti renderai conto che sarebbe un buco nell’acqua e nella nostra economia Sipontina , quindi informati grazie!!

    Rispondi
    COTICA scrive:
    28 gennaio 2015 alle 14:07
    Vai Angelo. Fatti una scuola tutta tua, e diplomatici!!

    Rispondi
    francesco scrive:
    28 gennaio 2015 alle 12:31
    Sipontino,non immischiarti in cose più grandi di te e siccome credo che tu non hai figli e nipoti che tutti i santi giorni devono affrontare un selvaggio attacco alla diligenza dei pulman per San Giovanni Rotondo…..allora non spropositare in commenti e in spese economiche che non ti appartengono se non,come contribuente..come noi tutti d’altronde !!!!!!!!!!!!!!!!
    Bene fa il sindaco Riccardi a dire che non siamo la ruota di scorta di nessuno….lo siamo stati per troppo tempo e adesso è ora di svegliarsi e di lottare per qualcosa che ci appartiene per diritto naturale e per diritto di territorialità !!!!!!!!!!!!!!!!!
    E’ stato sin troppo facile e comodo per tanti paesini di montagna e di mare,vedere la nostra città di Manfredonia agonizzante e violentata da tutti i vari farabutti e vigliacchi sia della politica e sia del mondo economico!!! E’ stato sin troppo facile tapparci la bocca e le coscienze con delle elargizioni di fabbriche e aziende che contrastavano palesemente con la naturale vocazione turistica e promozionale del nostro territorio!!!!!!!!! Territorio che ha fatto gola a tanta gente cattiva e malvagia penalizzando oltre ogni decenza e logica il nostro territorio e la nostra città…basta !!!!!!!!!! Sì è ora di dire basta all’opportunismo di governi e di politici corrotti e manovrati da lobby e da caste varie…………è arrivato il momento che tanto aspettavamo…è arrivato il momento di trovare l’uomo gusto per questa ennesima battaglia e l’uomo giusto è il mio amico Sindaco Angelo Riccardi da Manfredonia,un figlio della gente ,un figlio di Manfredoniani onesti e laboriosi,un UOMO con gli attributi giusti e chi se ne frega se non piace a tutti o a tanti,l’importante e che piace alla stragrande maggioranza dei MANFREDONIANI………non mollare angelo e riporta a manfredonia cio’ di cui ci hanno privato per tanto e per troppi anni….la nostra identità di gente di MARE E DI GENTE DA AMARE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    NON TI SENTIRE MAI SOLO SIGNOR SINDACO RICCARDI,SPECIE QUANDO LOTTI PER I TUOI CITTADINI CHE SIANO ESSI GIOVANI O MENO GIOVANI E QUANDO LOTTI PER DARE DIGNITA’ E LAVORO ALLA TUA GENTE !!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi
    Sipontino!!!! scrive:
    28 gennaio 2015 alle 10:54
    San Giovanni non ha chiesto niente in merito si è sentita tirata in ballo e per la sua sopravvivenza giustamente ha accettato la sede distaccata , ma sapete che significa aprire un Alberghiero? quanti soldini ci vogliono !! credo di no e pure in questo forum vedo anche un addetto ai lavori che commenta , io credo che il sindaco ha mosso giustamente le acque ma un istituto proprio e un altra cosa !!!

    Rispondi
    Pio scrive:
    28 gennaio 2015 alle 09:53
    Bravo Sindaco, peccato che ti sei svegliato troppo tardi. Ormai i giochi sono fatti. Ti dovevi svegliare quando si sono svegliati i due consiglieri regionali di cui si è parlato anche su questo sito.

    Rispondi
    Tonino SANTORO scrive:
    28 gennaio 2015 alle 09:12
    Bravo Sindaco, non molliamo, dobbiamo pretendere di avere un Istituto tutto nostro…è assurdo che città come Lucera e Foggia hanno un loro Istituto indipendende non essendo città con un alto tasso di turismo.
    Non dimentichiamo le nostre potenzialità, avendo quasi tredici kilometri di costa, potenzialmente sviluppabile, un porto turistico più grande del sud.
    Credo sia una grande risorsa per la nostra città, per non parlare del grande risparmio che le famiglie avranno, se si pensa che oggi spendono dalle 70 alle 90€uro di abbonamento di autobus di linea per mandare i prorpi figli agli Istituti di Margherita di Savoia, San Giovanni Rototndo e Vieste.
    Quindi facciamoci valere da questa Amministrazione Regionale che, tanto ci ha tolto e nulla ci ha dato.

    Rispondi
    Commenta

    Inserisci i Dati

    Nome

    Mail (Non verra Pubblicata)

    Sito Internet

    Avvertimi via e-mail in caso di risposte al mio commento.

    Avvertimi via e-mail alla pubblicazione di un nuovo articolo

     
    Sondaggi

    Quali sono gli aspetti sui quali la prossima amministrazione dovrà intervenire in modo più deciso?
    Nessun aspetto. Perfetto così
    Aspetti legati alla sicurezza ed all’ordine pubblico
    Ambiente, salute e tempo libero
    Fruibilità di servizi e beni pubblici
    Lavoro e occupazione

    » Guarda tutti i sondaggi
    RUBRICHE

    PARTNER

    UTILITY

    NEWSLETTER

    Nome
    E-mail

    gestione
    © 2015 Ultime notizie e news su Manfredonia e Capitanata | redazione@manfredonianews.it
    Registrazione al Tribunale di Foggia n. 31 del 13.11.2009

    Antonella 04/05/2015 20:28 Rispondi
  • ma perchè scrivete se non sapete? allora l’Alberghiero aprirà a Manfredonia come distaccamento di San Giovanni Rotondo , la richiesta Manfredonia l’ha fatta per ben tre volte prima con il Rotundi Fermi , poi il Toniolo per ben due anni e alla fine li è stato dato il contentino del turistico l’anno passato , dunque e grazie all’intervento del Sindaco che la cosa si è sbloccata dando la disponibilità alla provincia che ha dato parere favorevole all’apertura , dopo di che la regione ha ritenuto opportuno avere un distaccamento di San Giovanni perchè ci sono ben 5 alberghieri in provincia non precludendo a nessuno la possibilità di avere in futuro una propria autonomia . Quindi gente di malafede perchè dubitate ? poi si parla degli studenti che vanno San Giovanni perche sono un numero maggiore rispetto a Foggia, Vieste e Margherita di Savioa , oltre hai nostri manfredoniani avremo come iscritti montanari e mattinatesi!!!

    Sipontino!!!! 04/05/2015 17:17 Rispondi
    • Sipontino ma che cosa dici, per favore. Almeno scrivi bene.

      Antonella 04/05/2015 20:22 Rispondi
      • Antonella ma che dici tu e poi che stai a correggere gli errori altrui , guarda i tuoi che non sei perfetta/o statt bun…….e inutile discutere con le capre che pretendono sempre di aver ragione e che guardano la pagliuzza nell’occhio altrui e non la trave nel loro ……spero di aver scritto bene Antonella!! ps io non sono Riccardiano anzi il contrari !

        Sipontino!!! 05/05/2015 7:22 Rispondi
        • Sipontino, Poveretto datti ai polli va , tu per arrivare all’altezza delle capre devi sudare.

          Antonella 05/05/2015 21:43 Rispondi
          • Poveretta!!!!

            Sipontino!!! 06/05/2015 12:15
  • #Semprechiacchierealvento

    Antonella 04/05/2015 16:50 Rispondi
  • Alberghiero con indirizzo: Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera. Altro che campagna elettorale la comunicazione è stata data da tempo, come su tutte le cose che facciamo. Il primo comunicato in ordine di tempo: http://www.comune.manfredonia.fg.it/news_long.php?Rif=4529, il secondo: http://www.comune.manfredonia.fg.it/news_long.php?Rif=4589 A rosicare sono sempre gli stessi, sempre. Fatevene una ragione. #unpassoavanti #fattinonparole

    Angelo Riccardi 04/05/2015 16:20 Rispondi
    • Signor Riccardi deve dirci cosa ha autorizzato la regione e cosa non ha autrizzato la regione con esattezza. Gradito documento ufficiale che comprova l’approvazione della regione. Se non ha il documento che comprova a rosicare è qualcunaltro,senza fare nome.

      Antonella Umbriano 04/05/2015 16:32 Rispondi
    • Leggere bene , la parte dove dice che per la regione ,il servizio di enogastronomia e ospitalità alberghiera, a manfredona non sa da fa . Più Chiaro di così .
      7.01.2015.
      L’albeghiero s’ha da fare
      Istituita una sezione distaccata a Manfredonia. “Assurdo giuridico e offesa per la nostra comunità. Non ci arrendiamo e valuteremo anche la possibilità di ricorrere al TAR”, commenta Angelo Riccardi.

      Manfredonia avrà, a partire dal prossimo anno scolastico, una sezione distaccata dell’istituto alberghiero ubicato a San Giovanni Rotondo. E’ quanto ha stabilito la Regione Puglia nel Piano regionale di dimensionamento scolastico per l’anno 2015/16.
      Un risultato per certi versi beffardo a fronte del caparbio lavoro compiuto dall’Amministrazione comunale e, in particolare, dal sindaco Angelo Riccardi che aveva ricevuto il parere favorevole della Provincia di Foggia. Nonostante ciò, per la Regione Puglia, l’attivazione dell’indirizzo di Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera non s’ha da fare a Manfredonia.
      “La sezione distaccata è un piccolo passo avanti– commenta il sindaco di Manfredonia – per dare alla nostra città l’istituto alberghiero tante volte chiesto, auspicato e non ancora ottenuto. Dico ‘non ancora’ perché il lavoro profuso non si ferma certo qui”. Riccardi, infatti, ha scritto una missiva al presidente regionale Nichi Vendola, all’assessore regionale Alba Sasso, al presidente provinciale Francesco Miglio e al direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Francesco Inglese dove esprime “stupore per l’atto regionale che ritengo un assurdo giuridico ed un’offesa per la nostra comunità”.
      Turismo ed enogastronomia vanno sempre più di pari passo e Manfredonia, come scrive il sindaco, “sta rimodulando gli interventi nel settore economico, riappropriandosi del ruolo centrale e di ‘porta del Gargano’. Da qui la necessità di avere studenti che sappiano, con il percorso di studio e il conseguimento di titoli idonei a supportare tale nuovo processo produttivo, essere consequenziali e inseriti nel tessuto sociale ed economico della città”.
      Il Comune, per favorire questo processo, ha deliberato di assumersi l’onere di tutto quanto necessario, consapevole sia della soppressione di molte competenze che fanno capo alla Provincia e sia delle difficoltà economiche della stessa. Dalla Regione Puglia, invece, si è preferito scegliere… di non scegliere, provando a dare un colpo al cerchio ed uno alla botte.
      Sorgono domande a cui il sindaco vorrebbe risposta: come potranno gli studenti che andranno al Toniolo, l’istituto che ospiterebbe la sezione distaccata dell’IPSSAR, dipendere da un istituto posto ad una trentina di chilometri da Manfredonia? Dove sta l’utilità formativa, didattica e strutturale di tale scelta? E i docenti e il personale Ata, che farebbero capo ad un dirigente scolastico a San Giovanni Rotondo?
      “Come mai il Direttore Generale dell’USR Puglia – aggiunge il sindaco Riccardi – ha espresso parere negativo, se poi a distanza di 18 chilometri insistono due IPSSAR come Foggia e Lucera e, la sede di Foggia, rappresenta da tempo un problema strutturale cui non si riesce a dare soluzione?” Critica propositiva perché il primo cittadino rileva che a Foggia e Lucera risultano classi per lo stesso corso di 14 e 15 alunni, quindi “come mai, se le ragioni del diniego sono quelle dell’organico di posti, non si fondono le due scuole per economizzare sui costi e sul personale, anche in considerazione della vicinanza delle due sedi?”
      “L’impegno per il potenziamento delle radici turistiche della città continuerà. Non ci arrendiamo – conclude Angelo Riccardi – e, quindi, valuteremo con la dovuta attenzione il provvedimento regionale, riservandoci anche di ricorrere al TAR qualora dovesse venire meno l’interlocuzione chiesta con i referenti regionali”.

      Antonella Umbriano 04/05/2015 16:46 Rispondi
  • Stalin non avrebbe potuto avere miglior agiografo stampa

    ma non si faceva prima a... 04/05/2015 15:46 Rispondi
  • sono solo promesse… da marinai… per accaparrarsi i voti e poi…
    ciao, tanto loro hanno la pancia piena e se ne f…..o di chi ha bisogno.

    SOLO PROMESSE 04/05/2015 15:28 Rispondi
  • Riccardi è il caso di specificare agli utenti che leggono che la regione puglia ha autorizzato solo il servizio per il turismo, NON È STATO AUTORIZZATO NÉ QUELLO ENOGASTRONOMICO NÉ I SERVIZI DI OSPITALITÀ ALBERGHIERA. LE NOTE STAMPA DOVREBBERO DIRE TUTTA LA VERITÀ NON SOLO UNA INFARINATURA TANTO ER GETTARE FUMO NEGLI OCCHI DI CHI LEGGE. E per i servizi turistici non abbiamo già qualche ente che lo svolge?

    antonella 04/05/2015 15:14 Rispondi
  • Ma invece di apprezzare il lavoro fatto dal Sindaco Riccardi,stiamo sempre a rosicare e a criticare per partito preso…ma fatemi il favore di vedere la cosa dalla parte giusta e obbiettiva e pensiamo che tanti ragazzi non dovranno più sopportare spese esorbitanti per le loro famiglie e sacrifici inumani e per tutti gli altri,vorrà dire che il Sindaco Riccardi,si impegnerà in modo tale che anche loro,possano trovare una giusta sistemazione !!!!
    Signor Sindaco,non si penti di nulla e le dico che ha fatto un ottimo lavoro per i suoi giovani studenti pendolari di Manfredonia !!!!!!!!!!! In futuro cerchi di fare qualcosa anche per tutti gli altri,comunque…una cosa alla volta !!!! Un suo sostenitore.francesco

    francesco 04/05/2015 15:13 Rispondi
    • Francesco il servizio turistico è qualcosa che dà pochi sbocchi lavorativi, in termini di soldoni, Non Produce.

      antonella 04/05/2015 15:42 Rispondi
  • Vota Antonio, vota Antonio, vota Antonio

    Cittadino 04/05/2015 15:01 Rispondi
  • …e di quei ragazzi si alzano alle 5,00 per andare a vieste non se ne parla???? Non sono anch’essi figli di mamma?

    teofilo 04/05/2015 14:41 Rispondi
  • cavoli san giovanni e lonteno? figuriamoci pescaraaaa

    porto di mario 04/05/2015 14:22 Rispondi
  • Ma è andato col “calesse” della SITA per valutare personalmente le condizioni fuorilegge in cui viaggiano i pendolari ogni giorno?

    Menenio Agrippa 04/05/2015 13:53 Rispondi
  • Ma fino adesso dove sei stato guarda a caso tutto in campagna elettorale.

    LUIGI 04/05/2015 13:20 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com