Sabato 2 Marzo 2024

Francavilla-Manfredonia 5-1, Vadacca: "Pagato carissimo blackout di 20'"

0 0

Scuro in volto ma con tanta voglia di ricominciare a far “pedalare” i suoi: è questo il Max Vadacca che si presenta al termine dalla pesante sconfitta di Francavilla in Sinni.
“E’ stata una gara dai due volti: avremmo meritato più di un gol per quanto fatto vedere nei primi 45′ ma il loro pareggio immediato ha frenato il nostro entusiasmo iniziale.
Nella ripresa abbiamo pagato carissimo un blackout di 20′ che ha permesso al Francavilla di dilagare, sfruttando anche il nostro momento di sbandamento totale. Perdere così fa male ma non dobbiamo abbatterci: bisogna crescere e lavorare tanto, lo dico dal primo giorno e di certo non cambio idea oggi. Abbiamo tutte le potenzialità per poterlo fare e la nostra gente deve starci vicina, facendoci sentire il loro sostegno ad oltranza”.

Area Comunicazione®

Foto Lucia Melcarne

Articolo presente in:
Manfredonia calcio · News · Sport
  • Vogliamo Vergura al posto di Vadacca

    esperto di calcio 21/09/2015 16:39 Rispondi
  • Sempre vicino alla squadra della mia città. Forzo Manfredonia. E se c’è da soffrire… Soffriremo.

    fabio 21/09/2015 14:16 Rispondi
  • IO ANDAVO TUTTE LE DOMENICA ALLO STADIO, HO GIURATO DI NON ANDARCI PIU’ SE NON AVESSI VISTO DEGLI STRISCIONI INNEGGANTI CONTRO IL GPL E SINO A QUANDO NON LEGGERO’ L’ANNULLAMENTO TOTALE DEL PROGETTO, NON ENTRERA’ ALLO STADIO PER PROTESTA.

    Tifoso preoccupato 21/09/2015 10:26 Rispondi
    • Il tuo pensiero è proiezione del tuo italiano…

      Zebrotto 21/09/2015 11:14 Rispondi
  • Da molti anni non frequento più il campo sportivo di Manfredonia, esattamente da quando, occupando sempre lo stesso posto IN PIEDI, mi sono accorto di avere intorno a me sempre quasi le stesse facce di ogni domenica. Poi aumentarono il costo dei biglietti d’ingresso e, lamentandomi con alcuni amici, questi mi chiesero: “”Ma perché, tu paghi il biglietto ogni volta???” alla mia risposta affermativa appresi che loro, ogni domenica, si fornivano di un tesserino tipo abbonamento ed entravano GRATIS. Alle mie bestemmie, nel campo, mi cominciarono a mostrare: “Guarda! Quelli sono impiegati al Municipio e non pagano! Quegli altri lavorano al Cimitero e non pagano! Poi ci sono i galoppini elettorali dei vari Assessori e Sindaco! Poi ci sono i guardaspalle degli stessi Assessori e Sindaco. Quelli seduti in tribuna sono quasi tutti famigliari degli imprenditori soci. Ogni Socio del Manfredonia manda al campo almeno 7 o 8 tra amici e famigliari. Pagano solo i FESSI!”” E per non voler far più parte della categoria, ho smesso di andare a vedere il Manfredonia.

    ilproletario 20/09/2015 23:00 Rispondi
    • aahahahah… infatti! Pagavi solo tu!! Mica siamo come gli andriesi che mantengono la squadra con gli abbonamenti!!
      I manfredoniani dicono che è uno schifo per il fatto che non si trovano i soldi per la squadra e poi se devono pagare 1 euro per lo stadio svengono.
      Loro si esaltano quando dicono: “Io allo stadio non pago. Sono qualcuno io!!” anche se poi sono disoccupati e senza arte.

      Un popolo di merdacce, voccapirt e sikkj vacand!!

      Come quando dicono “Questi politici fanno schifo e poi li rivotano”

      CAPRE, CAPRE, CAPRE, CAPRE, CAPRE, CAPRE, CAPRE!!

      Zebrotto 21/09/2015 11:19 Rispondi
  • Dovremmo solamente vergognarci per il semplice fatto di essere stati umiliati da una squadra di una città (si dice città così per dire) di poco più di 4.000 anime che comunque ha saputo costruire una bella squadra a dispetto di noi Manfredoniani che con 60.000 abitanti non siamo capaci di portare allo stadio nemmeno 1.000 spettatori e di non essere capaci di allestire una squadra degna della categoria che pure è alla portata di tanti imprenditori locali che si nascondono dietro il loro portafogli e sono capaci solamente di andare a criticare la squadra la domenica quando si gioca al Miramare senza neanche cacciare un euro.

    teofilo 20/09/2015 20:49 Rispondi
    • Paga il biglietto e zitto!! Uò Uò Uò!!

      Zebrotto 21/09/2015 11:20 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *