Martedì 25 Giugno 2024

Mare da…amare. E’ ancora possibile?

0 0

Difendere il mare da coloro che, in modo irrispettoso, incivile e con tanta cattiveria continuano ad oltraggiarlo scaricandovi ogni sorta di rifiuti, crediamo stia diventando quasi impossibile. Sono proprio loro, i pescatori che dal mare traggono i maggiori benefici a non averne cura, ad inquinarlo.

Le immagini che vi proponiamo, scattate questa mattina, sono la testimonianza di quanto poco rispetto si ha dell’amico mare che, nonostante tutto, accoglie nel suo manto anche quelli che cercano di distruggerlo.

Da queste colonne, oltre a continuare a denunciare all’opinione pubblica lo stato di degrado in cui versa il nostro mare, lanciamo un monito a quei pescatori incoscienti di non gettare in mare cassette di polistirolo, bottiglie di plastica e ogni sorta di rifiuti. Rivolgiamo il reiterato invito a chi è deputato a farlo, di disporre la rimozione di tali rifiuti che tanto danno arrecano alla fauna marina e all’ambiente.
Matteo di Sabato

Articolo presente in:
Cronaca · News

Commenti

  • Il mare non bagna Manfredonia: i motivi li lascio alla vostra intelligenza.

    Francesco 02/12/2016 16:53 Rispondi
  • Chiuque sia è un MAIALE e spero tanto che abbiano a fianco
    delle suine che facciano figli con altri a loro nome.

    I maiali sipontini 02/12/2016 14:33 Rispondi
  • bravo Matteo, che vergona

    Manfredi 02/12/2016 12:19 Rispondi
    • vergogna o vrjogn

      Manfredi 02/12/2016 12:20 Rispondi
  • Carissimo Matteo, non sono i pescatori i veri colpevoli della “monnezza” che hai documentato.
    Caro Matteo
    penso lo sguardo va rivolto a tutti quei personaggi “i soliti noti” che frequentano il porto che non avendo rispetto di se stessi figurati se pensano all’immagine della città.
    Contro questo malcostume, anche il pattigliamento dei militari della guardia costiera, impegnati a far rispettare quelle norme volte al rispetto del mare non riesce a dare i risultai sperati.
    Forse, sul porto appena messo a norma, si potrebbe pensare all’installazione di isole ecologiche con contenitori capienti e caricabili da mezzi predisposti e cestini portarifiuti per chi semplicemente passeggia sul porto potrebbe aiutare a diminuire il rilascio di “monnezza” a mare.
    Si può provare e voglio crerarci.
    Buon lavoro Matteo
    Asta la vista Matteo

    Matteo 02/12/2016 8:28 Rispondi
  • Quanto sono educati questi nostri pescatori di manfredonia? le nuove banchine sembrano delle discariche a cielo aperto o depositi personali, per Nn parlare della roba ke buttano a mare, siete dei cafoni arrikkiti. Non avete rispetto per il mare l’ambiente di lavoro che vi circonda siete solo buoni a fare cassa e andare girando tutto il week end con i macchinoni, alimentari con gasolio agevolato, senza dichiarare niente. Chissà perché reddito zero e si comprano le case in contanti

    Gino flash 01/12/2016 22:22 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com