Domenica 3 Marzo 2024

Gli operatori turistici di Manfredonia s’incontrano. Importanza e motivi.

0 6

Foriero di speranza e di operatività l’incontro degli operatori turistici che per la prima volta si sono riuniti, per mettere a fuoco le possibili strategie al fine di dare maggiore impulso ad una economia che da anni, affannosamente, cerca di risorgere dalle rovine create da una classe politica ottusa e insipiente che per meri interessi politici e personali ha cancellato la vera vocazione del nostro territorio, il turismo. La riunione che ha avuto svolgimento alle ore 17:00 di ieri, presso l’Infopoint turistico di Piazzetta Mercato ha registrato una larghissima partecipazione di operatori del settore, attenti e motivati. A fare gli onori di casa Michele D’Errico, presidente del Gal DaunOfantino il quale, dopo aver ringraziato i presenti per la massiccia partecipazione, ha esordito nell’affermare che intendimento del Gal DaunOfantino è quello di procedere alla costituzione di un gruppo di lavoro di motivati e qualificati “privati” che possano dare il proprio contributo in fatto di idee ed esperienza per l’ulteriore crescita turistica del territorio sipontino ed essere interfaccia con la Pubblica Amministrazione. L’invito è rivolto essenzialmente agli operatori del settore alberghiero, b&b, affittacamere, camping, ristoranti, bar, operatori dei servizi turistici (guide, accompagnatori, agenzie di viaggio, ecc) i quali possono avanzare la propria“manifestazione d’interesse” a questo ambizioso progetto che, potrebbe sostanzialmente cambiare in meglio la nostra economia. A conclusine del suo intervento D’Errico con determinazione ha sostenuto che: pianificazione, confronto e collaborazione potrebbero essere la chiave di Volta per vedere finalmente tutti, operatori e imprenditori turistici seduti intorno ad un tavolo e parlare la stessa lingua, in comunione d’intenti. “Unire forze ed investimenti per “spingere” e far affermare il territorio ben oltre gli “stretti” confini locali e portare con compattezza le problematicità nelle sedi opportune al fine di trovare quelle soluzioni definitive attese da tempo”. A Michele De Meo, responsabile del Touring Club di Territorio per Manfredonia, il compito di illustrare le varie strategie per una qualificata offerta turistica. Egli ha esordito con una interessante citazione di Josep Ejarque: “Solo recentemente ci si è resi conto che le bellezze naturali e artistiche non si vendono da sole e sono necessari interventi che siano coerenti con i nuovi mercati”. Ha poi aggiunto: ”Solo partendo da un consenso comune, da una solida compattezza sarà possibile generare accoglienza verso gli ospiti, attrarre i primi visitatori (fase di esplorazione) e costruire turismo”. “La consapevolezza, ha concluso l’oratore, va insegnata nella scuola. Va costruita con i residenti, promuovendo incontri culturali. Va costruita attraverso l’organizzazione di eventi importanti sulla storia, la cultura e le tradizioni folcloristiche e culinarie locali, che andranno a facilitare un secondo fine, la stimolazione della partecipazione attiva dei residenti”. Interessanti gli interventi di alcuni operatori convinti che solo se si è uniti sarà possibile restituire al nostro territorio la sua vera vocazione, il turismo, vero volano della nostra economia
Matteo di Sabato

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *