Mercoledì 21 Febbraio 2024

Il Manfredonia calcio cresce ma non basta per fare punti e salvarsi

2 2

La prestazione della squadra di Antonio Sdanga contro l’Audace Cerignola, formazione costruita per stravincere il campionato, la sconfitta di misura, non del tutto meritata, ha diffuso un po’ di ottimismo e di fiducia nei tanti sostenitori accorsi al Miramare per il sentitissimo derby. Quasi commoventi, per attaccamento, sono stati i ragazzi della “Curva Nord”, la gradinata lato lungomare, che a fine a gara ha intonato a ripetizione “Vi volgiamo così” rivolgendosi ai calciatori. A mente fredda, però, la comune consapevolezza vuole che questo gruppo non sia nelle condizioni di salvarsi in serie D. Il ritorno, a fine carriera, di Roberto De Giosa e l’arrivo di tanti giovani di valore, insieme alla promozione in prima squadra di tanti juniores locali, hanno permesso a mister Baratto di creare un gruppo che, dopo quattro settimane di lavoro, ha una sua identità e che, dopo aver fatto progressi in fase difensiva sta migliorando anche in quella offensiva, grazie alla migliore condizione di Poziello, Romano e Trotta. Per stessa ammissione del mister campano, però, sono necessari degli over che diano personalità alla squadra in campo e che, specialmente in trasferta, diano temperamento e sicurezza all’undici. In attesa del pieno recupero di Ivan Romito si fanno i nomi di Antonio La Porta, sempre apprezzatissimo al Miramare e di altri over35. I calciatori liberi, anche più giovani, non mancano ma resta da sciogliere fino in fondo il dubbio sulle reali possibilità economiche della società: da due settimane si sono avvicinati nuovi imprenditori che hanno assicurato fresche risorse economiche, però acquisti di un certo peso non se ne sono visti. Resta da capire a questo punto se davvero, come ha dichiarato il mister, dopo la gara casalinga con l’Altamura, il Manfredonia non sia molto appetita da calciatori che preferiscono altre piazze.

Antonio Baldassarre

 

Articolo presente in:
Manfredonia calcio · News · Sport

Commenti

  • questa squadra, non e inferiore ha nessuna squadra venuta al miramare,manca soltanto un poco di esperienza e di coraggio,i ragazzi devono soltanto essere consapevoli dei loro valori tecnici e lottare su ogni pallone.poi se viene qualche altro giocatore esperto per fare da chiocciola ai ragazzi ben venga però che faccia la differenza senò tanto vale andare avanti cosi.

    pensionato 08/10/2017 11:16 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *