Domenica 14 Aprile 2024

Fermento nel mondo del gioco d’azzardo in attesa dei dati relativi al 2017

1 0

Tam tam di notizie, curiosità e tumulto nel mondo del gioco d’azzardo online: cresce infatti in maniera esponenziale col passar dei giorni l’attesa dei tanto agognati dati relativi all’anno appena trascorso, il 2017, che pare aver registrato numeri sbalorditivi.

Volgendo un occhio agli anni trascorsi ci si rende conto di quanto, effettivamente, il mondo del gambling sia un settore non solo in continua espansione ma foriero di profitti inaspettatamente esorbitanti: solo nel 2016, infatti, il mercato del gioco ha toccato la cifra record di 96 miliardi di euro, scalzando così dell’8% i volumi raggiunti nel 2015.

Volendo far riferimento, invece, all’anno appena conclusosi, le percentuali si gonfiano: i primi sei mesi del 2017 hanno fattor registrare il 27% in più rispetto all’anno precedente mentre le stime relative all’ultimo semestre, per le quali manca ancora ufficialità, lasciano presumere un leggerissimo calo al 22 % a causa dell’ozio nel quale paiano abbiano versato i giocatori durante i mesi estivi, preferendo granite sotto l’ombrellone all’infuocato smartphone.

Il gioco terrestre riconferma la netta preferenza degli utenti (soprattutto in Lombardia, Lazio e Campania, regioni sul podio per quanto riguarda i livelli di spesa) per videolottery, slot machine e roulette, a scapito di poker e bingo che sembrano trovarsi ormai lungo il viale del tramonto a causa anche dell’offerta sempre più ricca che il mercato del gambling offre online, conquistando gli appassionati con un’ampia varietà di giochi, resi ancor più accattivanti dai tanti bonus e e dalla fruibilità di interfacce grafiche che rendono quasi impossibile staccarsi dagli schermi.

Non solo: lo sbocciare di slot machine in realtà aumentata, l’intrecciarsi dell’azzardo al mobile gaming, la possibilità di fruire di esperienze di gioco con un sol tap sul proprio device ovunque ci si trovi ed in qualunque momento, nonché la sensazione di sicurezza garantita dagli alti standard che offrono le piattaforme di gioco, consente ai big del settore di assestarsi su posizioni sempre più salde.

Esempio di scuola è sicuramente Lottomatica che si gode il suo ben 9,35% di mercato, lasciando a Pokerstars e Sisal l’8,51% ed il 7,95%, mentre altri operatori come Starcasinò, Eurobet e Bwin sono costretti in qualche modo ad accontentarsi delle “briciole”.

Insomma, il gioco d’azzardo non sembra voler smettere di mietere vittime: nel corso di quest’ultimo anno il 54% degli italiani si è lasciato sedurre dalla chimera del gambling ed anche questo dato è in aumento. Dati raccolti dall’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano dimostrano infatti che ad aver effettuato almeno una giocata nel 2016 sono stati 1,79 milioni di giocatori, il 15% in più rispetto agli 1,56 milioni del 2015, con una netta presenza di uomini di età ricompresa tra i 25 ed i 44 anni ed una sempre maggiore ed inaspettata presenza di donne.

Le prospettive sono rosee e tutto lascia presumere che i numeri totalizzanti del comparto gioco d’azzardo relativi al 2017, che dovrebbero essere completati e pubblicati nel mese di marzo, riconfermeranno l’indiscussa sovranità del settore.

Con buona pace degli addetti ai lavori!

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com