Domenica 14 Aprile 2024

L’On. Antonio Tasso incontra il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa a Foggia

11 2

Una delegazione guidata dall’On. Antonio Tasso ha incontrato il Ministro dell’Ambiente, gen. Sergio Costa, in visita a Foggia. Nel corso dell’incontro, il parlamentare sipontino ha rappresentato varie problematiche ambientali della Capitanata, avvalendosi dell’apporto di Gianni Fiore e Massimiliano Ritucci (consiglieri comunali di Manfredonia), delle competenze dell’ing. Ciro Pappalardo (esperto di problemi ambientali delle acque) e del Responsabile del Corpo delle Guardie Ecologiche e Ambientali, Giuseppe Marasco (che sta conducendo una intensa campagna di denuncia sull’ inquinamento dei corsi d’acqua afferenti al Golfo di Manfredonia). Dapprima è stata rappresentata la penosa situazione dei fiumi Candelaro, Cervaro e Carapelle, nel cui corso vengono sversati gli scarichi di vari depuratori (autorizzati e non) non conformi alle normative vigenti, e quindi fortemente inquinanti.  Poi si è passati alla delicata situazione della bonifica dell’area ex Anic/Enichem ed alla pericolosa inopportunità del progetto di insediamento di un deposito di 60000 metri cubi di GPL da parte dell’azienda Energas S.p.a. nei pressi di Manfredonia.
Per finire si è accennato anche alle gravi situazioni di Margherita di Savoia/Trinitapoli (sequestro di discarica abusiva ed inquinamento di condotte) e del Consorzio Fg4 (Cerignola, Ortanova ecc.) in drammatica emergenza rifiuti. “È stato un incontro estremamente proficuo – dichiara l’On.Tasso – il ministro è stato molto disponibile ed è apparso persona di elevata competenza, frutto della sua grande esperienza sul campo, essendo tutt’ora generale dei Carabinieri (corpo forestale). Dopo aver ascoltato con interesse le nostre denunce, ci ha fornito utili indicazioni operative, invitandoci prossimamente nella sede del Ministero dell’Ambiente a Roma, dove presenteremo una dettagliata documentazione a supporto delle nostre istanze. Abbiamo convenuto che il nostro territorio possiede tutto per poter vivere di turismo, la cui pianificazione passa necessariamente dalla risoluzione di questi problemi”.

Articolo presente in:
Ambiente · News · Politica

Commenti

  • Da nord ci inquina il depuratore di Monte Sant’Angelo, da sud quello di Manfredonia ed il Candelaro ed in mezzo resta la povera Manfredonia col suo Golfo che purtroppo stazza pieno di merda e stronzi…… di ogni specie…..

    cittadino 23/10/2018 17:55 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com