Martedì 18 Giugno 2024

Ricorso avverso alle stabilizzazioni irregolari degli LSU effettuati da parte del comune di Manfredonia

10 4

Comunico che ho provveduto ad inviare, in data odierna, ricorso contro l’atto illegittimo del Comune di Manfredonia che vuole stabilizzare gli LSU in maniera difforme da quanto previsto dalla legge.

L’art. 4, comma 8, del D.L 21/08/2013 recita: “Al fine di favorire l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori di cui al D.Lgs. art. 2, comma 1 e del D.Lgs. 28 febbraio 2000, n. 81, le Regioni predispongono un elenco dei suddetti lavoratori secondo criteri che contemperano l’anzianità anagrafica, l’anzianità di servizio e i carichi familiari”;

A norma del D.L. del Ministero del Lavoro, la Giunta della Regione Puglia ha adottato la deliberazione n.1246 del 28.07.2013, con la quale sono stati individuati i punteggi relativi ai criteri per la formazione dell’elenco regionale degli LSU, di cui all’art. 4 del comma 8, del D.L. 101/2013, e con successivo atto dirigenziale ha provveduto all’approvazione dell’elenco regionale per la stabilizzazione in parola, sulla base dei dati forniti dagli enti utilizzatori;

Il comune di Manfredonia, invece, ha deciso di non tenere in nessun conto l’elenco stilato dalla Regione Puglia, precisando che“per il reclutamento dei lavoratori in parola, questa Amministrazione, al fine di evitare assunzioni di personale non sufficientemente qualificato allo svolgimento delle mansioni… intende svolgere un’apposita selezione tra gli LSU inseriti nell’elenco regionale”,esponendo di fatto il Comune al sospetto di imparzialità e di favoritismo, nonché vanificando i criteri di selezione stabiliti dalle disposizioni nazionali e regionali.

La stessa Dirigente del Settore Gestione Risorse Umane del Comune ha espresso “parere non favorevole con esclusivo riferimento alla modalità di stabilizzazione mediante selezione. La Regione Puglia, infatti, con deliberazione di G.R. n. 1789 del 07.04.2017, confermando i criteri già previsti nelle linee guida per le assunzioni da parte degli Enti utilizzatori, ribadisce che vantano un diritto di precedenza i lavoratori che hanno conseguito il punteggio più alto. Attuare il processo di stabilizzazione in maniera difforme dai criteri stabiliti dalla regione Puglia espone l’Ente a un possibile contenzioso, con grave nocumento per il Comune”.

Prof. Italo MAGNO

Consigliere Comunale dell’Associazione Culturale e Politica MANFREDONIA NUOVA            

 

 

Signor Governatore

Dr. Michele Emiliano

Regione Puglia

BARI

 

Dr. SebastianoLeo

AssessoreFormazioneeLavoro

Politiche per il LavoroScuola,

Università e Professionale

Regione Puglia

BARI

 

Spettabile ANAC

Autorità Nazionale Anticorruzione

Via Minghetti, 10

ROMA

 

Oggetto: segnalazione per dubbia legittimità della procedura di stabilizzazione LL.SS.UU.

  • Il D.L. 21/08/2013, n. 101, convertito in legge n.125 del 30.10.2013, prevede “Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazioni nelle pubbliche amministrazioni”;
  • L’art. 4, comma 8, del D.L. sopracitato recita: “Al fine di favorire l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori di cui al D.Lgs. art. 2, comma 1 e del D.Lgs. 28 febbraio 2000, n. 81, le Regioni predispongono un elenco dei suddetti lavoratori secondo criteri che contemperano l’anzianità anagrafica, l’anzianità di servizio e i carichi familiari”;
  • La Giunta della Regione Puglia ha adottato la deliberazione n.1246 del 28.07.2013, con la quale sono stati individuati i punteggi relativi ai criteri per la formazione dell’elenco regionale degli LSU, di cui all’art. 4 del comma 8, del D.L. 101/2013 e, con successivo atto dirigenziale, n. 1271 del 05/09/2017, modificato con atto dirigenziale n. 1770 del 24.11.2017, ha provveduto all’approvazione dell’elenco regionale per la stabilizzazione in parola, sulla base dei dati forniti dagli enti utilizzatori;

 

  • A fronte di tutto questo, il Comune di Manfredonia, come fosse una Repubblica autonoma, con Deliberazione di Giunta n. 204 del 19.12.2017, ha deciso di non tenere in nessun conto l’elenco stilato dalla Regione Puglia, precisando che“per il reclutamento dei lavoratori in parola, questa Amministrazione, al fine di evitare assunzioni di personale non sufficientemente qualificato allo svolgimento delle mansioni… intende svolgere un’apposita selezione tra gli LSU inseriti nell’elenco regionale”,esponendo di fatto il Comune al sospetto di imparzialità e di favoritismo, nonché vanificando i criteri di selezione stabiliti dalle disposizioni nazionali e regionali.

 

  • A riprova di quanto dal sottoscritto affermato, nella stessa Deliberazione di Giunta comunale n. 204 del 19.12.2017 citata, si legge che la Dirigente del Settore Gestione Risorse Umane esprime“parere non favorevole con esclusivo riferimento alla modalità di stabilizzazione mediante selezione. La Regione Puglia, infatti, con deliberazione di G.R. n. 1789 del 07.04.2017, confermando i criteri già previsti nelle linee guida per le assunzioni da parte degli Enti utilizzatori, ribadisce che vantano un diritto di precedenza i lavoratori che hanno conseguito il punteggio più alto. Attuare il processo di stabilizzazione in maniera difforme dai criteri stabiliti dalla regione Puglia espone l’Ente a un possibile contenzioso, con grave nocumento per il Comune”.

 

  • Ciononostante, il Segretario Generale del Comune di Manfredonia, con propria Determina, n. 1317 del 12.10.2018, nominava la Commissione Giudicatrice della selezione per la stabilizzazione degli LSU in servizio presso il Comune di Manfredonia;

 

  • Inoltre, è stato già pubblicato l’avviso pubblico per rendere noto il calendario delle prove del Colloquio e delle prove pratiche, inerenti la selezione per la stabilizzazione degli LSU presso il Comune di Manfredonia, che inizieranno il 5 novembre e termineranno il 19 novembre 2018; dunque si rende urgente un Vs. intervento a ripristino del rispetto delle norme e per evitare un contenzioso che riguarderà numerosi LSU in servizio presso il Comune.

 

  • Chi scrive è convinto che le SS.LL. si attiveranno subito per sventare una palese ingiustizia, a danno di tutti i lavoratori iscritti in elenco, e tutelare il nostro Comune e la Regione Puglia dai numerosi ricorsi che sicuramente arriveranno da parte di una categoria di lavoratori già duramente provata. Si tiene a precisare che il Comune di Manfredonia è in situazione di predissesto e con a carico numerose denunce alle Autorità competenti, per danno erariale.

Deferenti saluti.

Manfredonia, 27 ottobre 2018.

 

Prof. Italo MAGNO

Consigliere Comunale dell’Associazione Culturale e Politica MANFREDONIA NUOVA

Articolo presente in:
Comunicati · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com