Redditour Mov. 5 Stelle (Top Banner - 1280x110)
Giovedì 21 Marzo 2019
Manfredonia in Rete (728 x 90 - Super e News)

SIM Manfredonia C5 – Alma Salerno 8-1

0 0

Ottima prestazione della SIM Manfredonia C5, che liquida con il punteggio di 8-1 l’Alma Salerno senza mai lasciare possibilità di iniziativa agli ospiti. Tre punti importanti in ottica classifica che consentono ai Biancocelesti di Monsignori di allungare in ottica playoff, a cinque giornate dalla fine.

Monsignori deve rinunciare a Sperendio e Murgo appiedati dal Giudice Sportivo e all’infortunato Boutabouzi, in panchina solo per onor di firma. L’Alma Salerno parte con Rebba tra i pali, Oliveira, Galinanes, Spisso e Vuolo. Manfredonia con Lupinella, Raguso, La Torre, Pineiro e Pires.

PRIMO TEMPO

Il Manfredonia viene dalla sconfitta di Molfetta e parte da subito con l’intenzione di cancellare il passo falso per ricominciare a correre. I Sipontini aggrediscono la partita pressando gli avversari a tutto campo e le occasioni da rete abbondano sin dai primi minuti.

La sblocca Pires con un’azione personale, con l’Argentino che salta anche il portiere prima di depositare in rete a porta vuota, poi a stretto giro di posta spaccano la partita lo stesso Pires e Raguso, che si scambiano assist e cortesie per due facili appoggi a rete sul secondo palo su azione di ripartenza.

L’Alma Salerno è scossa e la situazione non migliora, con il Manfredonia che continua a giocare ad alta intensità e a rendere impossibile il giro palla per gli ospiti.

Dopo dieci minuti la partita è praticamente in ghiaccio sul risultato di 5-0: le marcature di Gesualdi (su respinta di Rebba dopo una bella azione di Pires) e Laccetti (con un bello schema su punizione) chiudono un primo tempo a senso unico in cui gli ospiti a stento riescono a raggiungere la porta di Lupinella.

LA RIPRESA

Il secondo tempo è un lento trascinarsi verso il fischio finale, con il Manfredonia intento a gestire la partita senza rischiare niente e gli ospiti che abbozzano una reazione e provano a tirare fuori un minimo di orgoglio. La rete della bandiera è un bel tiro a volo di Spisso che concretizza un lancio dalle retrovie dei suoi e nega il clean sheet a Lupinella incolpevole nella circostanza.

Neanche un minuto e il Manfredonia ristabilisce le distanze con un bel destro a volo di Raguso su fallo laterale, di fatto spegnendo il flebile tentativo degli ospiti di riaprire la contesa.

Gli ultimi minuti si consumano con l’Alma Salerno che gioca la carta del portiere di movimento, ma è un’arma a doppio taglio che produce poche occasioni da rete e concede diversi tentativi ai padroni di casa per arrotondare il risultato. Prima Pineiro, poi La Torre non centrano il bersaglio grosso, Pires chiude il tabellino con una doppietta che regala all’Argentino il poker personale e la palma di migliore in campo.

Fra due settimane il Manfredonia sarà impegnato sul difficile campo del Giovinazzo, adesso spazio al recupero energie e a quello di qualche acciaccato per presentarsi al meglio al rush finale di campionato.

Manfredonia – Alma Salerno 8-1 (P.T. 5-0)

MANFREDONIA: Lupinella, Brigida, Steduto, Boutabouzi, Raguso, La Torre (K), Laccetti, Gesualdi, Pineiro, Pires, Soloperto. All. Monsignori.

ALMA SALERNO: Rebba, Pacileo (K), Oliveira, Gheorghisor, Galinanes, Di Martino, Spisso, Franco, Vuolo, Giannattanasio, Nigro, Carpentieri. All. Cocchia.

SEQUENZA RETI: 1’31” Pires (M), 2’30” Pires (M), 3’24” Raguso (M), 7’21” Gesualdi (M), 10’19” Laccetti (M), 23’04” Spisso (AS), 24’05” Raguso (M), 38’42” Pires (M), 39’49” Pires (M).

AMMONITI: Gesualdi (M).

ARBITRI: Sig. Pietro Vallone di Crotone, Sig. Fabio Talaia di Policoro, Cronometrista Sig. Luca Michele De Candia di Molfetta.

UFFICIO STAMPA A.S.D. MANFREDONIA C5
Redazione G.

Potrebbero interessarti anche...

Articolo presente in:
Calcio a 5 · News · Sport

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php