Mercoledì 28 Febbraio 2024

Il Manfredonia Fc ci prova, la Sly Bari vince il campionato

3 2

Che non sarebbe stato facile cercare di strappare quantomeno un punticino al “San Pio” di Bari si sapeva sin dall’inizio. Totalmente diverse le motivazioni delle due compagini e troppo alta la posta in palio per i biancorossi, ai quali servivano i tre punti per vincere il campionato di Prima Categoria, il terzo consecutivo.
Eppure i blues di Gigi Renis, già ampiamente salvi e privi di Trotta e Lorito, hanno provato ad onorare il campionato, scendendo in campo con la formazione tipo e costruendo le loro buone occasioni da gol nell’arco dei 90’ di gioco, nonostante il divario in campo fosse netto. Così come le motivazioni, appunto.
Pronti, via e la Sly passa su palla inattiva con Colella, che sul primo palo anticipa tutti e mette dentro. I blues provano a riorganizzarsi, cercano la profondità con Malavisi ma al 23’ arriva il raddoppio dei baresi con la punizione magistrale di Ivan Loseto, che la mette all’incrocio dei pali da posizione defilata. Altra palla inattiva sfruttata dalla Sly, tallone d’achille dell’intera stagione dei sipontini. Al 35’ ci prova Simone a suonare la carica ai suoi ma al 36’ Salvati mette in cassaforte il risultato, finalizzando il lavoro di Colella (che mantiene in campo la sfera col tacco) e superando Ciuffreda.

La ripresa non propone grossi stravolgimenti sul piano tattico e si apre con la quarta marcatura dei baresi, ancora con Colella che raccoglie la respinta di Ciuffreda su tiro di Manzari e appoggia in rete. Il Manfredonia FC è stordito e Fabio Loseto lo manda definitivamente al tappeto al 63’ con una giocata personale, tiro dai 20 metri e palla all’incrocio. L’orgoglio dei blues però torna a farsi sentire dopo due minuti: al 65’ Castigliego serve in profondità Malavisi, che supera in velocità Lorusso e con un preciso diagonale infila Loliva siglando il gol della bandiera dei sipontini, tra gli applausi dei presenti. Un bel gol, che riaccende la fiammella dell’entusiasmo spenta subito dalla clamorosa autorete di Sane, che non ascolta la “chiamata” di Ciuffreda e lo supera in pallonetto. La gara è ormai chiusa, nonostante ciò il Manfredonia crea un paio di nitide occasioni per fare gol con Simone (conclusione dal limite deviata in angolo da Loliva), ancora Malavisi (ben servito da sinistra ma arriva con un secondo di ritardo sul pallone, a Loliva già battuto) e Palumbo, che trova la respinta d’istinto del portiere della Sly da buona posizione. Poi Manzari (che al 52’ sbaglia anche un rigore) sigla il settimo gol, quello definitivo, dando il via alla festa promozione.

 

Il tabellino || Sly – Manfredonia FC 7-1

UNITED SLY (4-3-1-2): Loliva; Ancona, Lorusso, Clementini (88’ Zotti), Loseto I.; Diagne (63’ Turitto), De Vezze (75’ Taal), Faliero (50’ Loseto F.); Colella (58’ Amoruso); Manzari, Salvati. A disp. Franco, Martino, De Virgilio, Azzariti. All. Nicola QuartoMANFREDONIA FOOTBALL CLUB: Ciuffreda (70’ Valente), Sciannandrone, Lauriola Ma.; Spadaccino (56’ Spagnuolo), Sane, Paglione R.; Accarrino (75’ Palumbo), Castigliego, Malavisi (80’ Paglione G.), Simone, Lomuscio (60’ Lauriola Mi.). All. Luigi Renis

ARBITRO: Ruggiero Doronzo di Barletta
MARCATORI: 8’ Colella, 23’ Loseto I., 36’ Salvati, 47’ Colella, 62’ Loseto F., 65’ Malavisi (M), 67’ aut. Sane, 80’ Manzari
AMMONITI: De Vezze, Faliero (S)
NOTE: Cielo coperto, forte vento, terreno in sintetico. Spettatori 100 circa. Angoli 5-3.

Articolo presente in:
Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *