Martedì 5 Marzo 2024

Manfredonia, con il Commissario Piscitelli un nuovo inizio dal sapore storico

10 27

Si chiama Vittorio Piscitelli il Commissario nominato dal Prefetto di Foggia Massimo Mariani per traghettare Manfredonia verso le nuove elezioni amministrative a seguito delle dimissioni del Sindaco Angelo Riccardi.

Un cognome, quello di Piscitelli, non nuovo per la città sipontina, che vanta la presenza di una storica ed imponente fontana (inizialmente ubicata in piazza Duomo ed oggi nei pressi della chiesa di Sant’Andrea) di uno dei più grandi artisti pugliesi a cavallo tra Ottocento e Novecento, Tommaso Piscitelli, appunto.

E l’auspicio è che questa coincidenza possa essere un buon segno per Manfredonia, una città che qualcuno ha definito essere stata addirittura ‘stuprata, violentata e distrutta’ dalla politica negli ultimi anni, ma che forse è probabilmente vittima di se stessa, accartocciatasi e ripiegatasi nelle proprie difficoltà e nei propri limiti che non sono né più né meno di quelli di altre centinaia di città (vedi motivazioni di Salvini a proposito del niet al decreto salva-Roma), ma che virtualmente sono stati esasperati fino all’inverosimile alimentando un clima d’odio e tensione.

Già Prefetto delle province di Macerata e Reggio Calabria e con un curriculum di elevato spessore che annovera tra i vari prestigiosi incarichi anche quello di vigilanza sul rispetto della normativa delle Pubbliche Amministrazioni, nonché quello di Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse, il prefetto Piscitelli si appresta dunque a prendere in mano il timone di Palazzo San Domenico.

È il trentesimo commissario chiamato a guidare Manfredonia. A Piscitelli ora l’arduo compito di gestire l’ordinaria amministrazione della più grande città del Gargano, bellissima ma spigolosa, fino alle elezioni comunali, in programma tra aprile e maggio 2020, che porteranno alla nomina del nuovo sindaco.

Maria Teresa Valente

Articolo presente in:
News

Commenti

  • originale la foto!

    1
    1
    Lello 29/04/2019 20:26 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *