Venerdì 19 Aprile 2024

Il Ministro Toninelli approfondirà la questione Trenitalia sollevata dall’On. Tasso

38 3

L’interrogazione al Ministro dei Trasporti e Infrastrutture, Danilo Toninelli, riguardante il“bypass” della stazione di Foggia di due Frecciargento “Bari-Roma-Bari” (precisamentequello da Bari delle 6:29 e quello da Roma delle 19.03), da me presentata nel corso del Question Time del 5 giugno, in diretta televisiva, ha destato, come prevedibile, molta attenzione.

L’illustrazione in aula, per via della diretta tv, dovendo racchiudersi in un minuto, è stata necessariamente breve, ma il ministro risponde in base al “cartaceo” che viene inviato ilgiorno precedente.

In ogni caso, espresse le ragioni per cui ritengo importante che Trenitalia (ente gestore delle”frecce”) – bacino di utenza, esigenze turistiche, commerciali, industriali e sociali –predisponga, oltre a quella di Barletta, anche la fermata di Foggia, ho chiesto al ministro di adoperarsi presso la “partecipata statale” di interessarsi affinché venga posto rimedio ad una scelta penalizzante per il nostro territorio.

Devo esprimere soddisfazione per la risposta del ministro Toninelli, in quanto, preso atto delle ragioni di Trenitalia – Aumento dei tempi di percorrenza (15/20 min.) che causerebbe diminuzione della richiesta dell’utenza da Bari, non compensata dalla richiestada Foggia – si è detto, comunque, disposto a svolgere ulteriori verifiche su tali giustificazioni.

A questo punto diventano fondamentali una serie di osservazioni del sottoscritto, in disaccordo con quanto affermato da Trenitalia – la perdita di connotazione di “tratta diretta”, perché con l’inserimento della fermata di Barletta, di fatto, l’unica a rimanere fuorisarebbe Foggia (provincia più estesa); aspetto sociale, in quanto per una manciata minuti non si può precludere la fruibilità di un collegamento estremamente comodo con la capitale; penalizzazione professionale, perché essendo un orario gradito a professionisti ed imprenditori, non si possono relegare quelli della Capitanata a rilevanza secondaria – ed anche i rilievi tecnici che operatori del settore, con cui mi relaziono frequentemente, stanno approntando per confutare le tesi di Trenitalia e fornire al ministro delle Infrastrutture motivi documentali per supportare la mia richiesta.

Naturalmente, qualsiasi aiuto, anche dai colleghi del territorio, sarebbe sperabile ed opportuno. Ritenendo che, quando è in gioco il bene comune, non dovrebbero considerarsi le appartenenze partitiche, ma solo il raggiungimento dell’obiettivo.

On. Antonio Tasso 

 

Articolo presente in:
News · Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com