Martedì 18 Giugno 2024

Coronavirus, salta il referendum del 29 marzo sul taglio dei parlamentari

1 0

Tecnicamente sarà «sospeso» a data da destinarsi. Entro il 20 nuova convocazione. L’ufficialità arriverà alla fine del Consiglio dei ministri

Come qualsiasi altro evento, anche il referendum sul taglio dei parlamentari fissato per il 29 marzo slitta. Era prevedibile da giorni. È diventato scontato dopo la chiusura delle scuole e la cancellazione di qualsiasi manifestazione pubblica a seguito dell’emergenza coronavirus e dell’aumento esponenziale dei contagi.

La decisione verrà ufficializzata alla fine del Consiglio dei ministri, dove il tema è in discussione assieme allo scostamento sul deficit di bilancio. Da quanto apprende La Stampa da fonti di governo, tecnicamente il referendum verrà “sospeso” con rinvio a data da destinarsi. Il governo ha tempo fino al 20 marzo per fissare una nuova giornata elettorale (si parla di maggio ma potrebbe anche essere prima). In tal caso basterà solo un nuovo Dpr (decreto del Presidente della Repubblica). Se invece si scavallerà il 20, bisognerà ripartire da zero con le procedure per la convocazione di una nuova data e i tempi potrebbero allungarsi.

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com