Giovedì 4 Marzo 2021

‘Manfredonia in Azione’ sulla proroga del commissariamento: “Davvero qualcuno auspicava una risoluzione diversa?”

3 3

Forse, qualcuno, si auspicava una risoluzione diversa? “Scurdammoce o passato”.  Solo i folli lo avrebbero pensato. Considerando tra l’altro, che nessuna forza Politica “tradizionale” presente avrebbe in questo momento le competenze e le capacità intellettuali di risollevare il Paese ormai in caduta libera: depauperato del suo patrimonio fisico, umano e culturale. Continuando a mostrare atteggiamenti arroganti e alibi per responsabilità negate. L’unico bene ereditato è il grosso buco nero sul libro Mastro. Un Volume che ancora oggi va codificato, come un Opera che solo i più grandi Illusionisti sanno compiere. “Più da vicino guardi meno vedrai”.

Da tempo si discute per una riforma della legge sullo scioglimento delle Amministrazioni locali, come se le stesse, nonostante fossero appendici dello Stato, perturbassero la legittima Democrazia e ritenendola per giunta inefficace. Non si tratta nemmeno di prendere in esame, anche se in linea teorica, soluzioni che anche altri Enti, in situazione “Borderline” vengono suggerite: nominare sì una Commissione, ma di affiancamento, e che accompagni l’Ente in tutta la sua fase. Fortunatamente simile proposta, tale via alternativa, è già stata dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale.

Ci piace sottolineare, che per giungere allo scioglimento non è necessario che siano stati commessi reati perseguibili penalmente, o che siano disposte in essere, misure di prevenzione, è sufficiente infatti che emerga una sola e possibile soggezione degli Amministratori locali alle criminalità organizzate. E che attualmente, vengono rese pubbliche solo le relazioni del Ministero dell’Interno e del Prefetto e non quelle della Commissione di accesso. Se dovessimo diffidare dubitandone per pregiudizio tali Atti, allora risulterebbe vano definirsi Cittadini di uno Stato Democratico.

La Commissione in questo momento, come se non bastasse, opera in un clima pieno di contraddizioni: indifferenza, contestazione e di complotto politico. Come se dovesse procedere all’interno di una stanza buia, con ostacoli sul percorso e per giunta bendato verso una via d’uscita. Trovando per l’appunto un Ambiente introno a se ostile, critico e poco collaborativo. Un Paese così malato necessita di un trattamento cruento, profondo. Ecco perché Azione, oggi, cercherà di eliminare tutti gli ostacoli presenti e fare luce sul percorso, perché ben presto troveremo la via d’uscita.

Redazione G.
Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO