Venerdì 30 Luglio 2021

Tasso: continuità didattica e successo formativo siano davvero per tutti

14 2

Come è noto il DL Sostegni del Governo Draghi, di cui in questi giorni si sta svolgendo a Montecitorio la discussione in aula per la trasformazione in Legge dello Stato, è finalizzato alla difesa dei cittadini più deboli. In tale contesto, pertanto, la Scuola e gli studenti più fragili vanno considerati come priorità.

 

Appare ormai improcrastinabile – ha commentato l’ On. Antonio Tasso, Vicepresidente del Gruppo Misto alla Camera dei Deputati – garantire continuità didattica e successo formativo alle alunne e agli alunni con disabilità, che rappresentano il cuore pulsante della scuola e hanno sofferto maggiormente l’esplodere e il prolungarsi, al di là di ogni ragionevole aspettativa, della pandemia Covid-19”.

La didattica a distanza ha evidenziato le reali condizioni dei ragazzi con disabilità, condizioni nelle quali risulta impossibile tutelare i loro diritti costituzionali – non negoziabili – e fornire risposte adeguate ai Progetti di Vita disegnati con le loro famiglie.

 

Il permanere della pandemia, inoltre, sta ostacolando lo svolgimento delle procedure concorsuali della Scuola. Il concorso straordinario ha subito gravi ritardi e risulta ancora in fase di completamento. È facile prevedere che i tempi richiesti dal concorso a cattedra ordinario saranno altrettanto lunghi, impedendo “de facto” l’assunzione a tempo indeterminato dei docenti specializzati sul Sostegno dal 1° settembre 2021, perpetuando in tal modo la sarabanda dei precari.

 

Nello spirito delle semplificazioni previste dal decreto n.44/2021 per i concorsi della Pubblica Amministrazione – ha proseguito il parlamentare di Manfredonia – è urgente mettere in campo una soluzione efficace che garantisca l’immissione in ruolo di tutti i circa 20.000 docenti specializzati sul Sostegno”.

 

Gli alunni con disabilità si pongono una sola domanda: “Maestra, professore, sarete con noi anche il prossimo anno scolastico?”, una domanda alla quale le Istituzioni devono dare una risposta certa, determinata e rassicurante.

 

Credo sia impossibile per chiunque parlare di “sanatoria” per gli specializzati sul Sostegno – ha incalzato Tasso – già selezionati e formati. Essi hanno superato tre prove concorsuali con percentuali di bocciati superiori all’80% e frequentato un corso di specializzazione articolato in lezioni, laboratori, tirocinio in scuole accoglienti ed esami numerosi e rigorosi.

Essi rappresentano la punta di diamante che la Scuola Pubblica può mettere in campo per sostenere con continuità gli alunni con disabilità”.

 

È scaduto il tempo dei proclami sul merito, questo è il tempo dell’azione. Ventimila docenti meritano indiscutibilmente l’assunzione a tempo indeterminato, affinché possano garantire continuità didattica, qualità dell’istruzione e promozione del successo formativo alle alunne e agli alunni con disabilità a loro affidati.

 

L’On. Tasso ha concluso il suo intervento sollecitando il competente Ministro dell’Istruzione, Prof. Patrizio Bianchi, affinché nel decreto dedicato alla Scuola di prossima pubblicazione, sia attivata una procedura per l’assunzione in ruolo dei docenti specializzati sul Sostegno non ancora titolari di cattedra, rigorosamente formati e duramente selezionati, dal 1° settembre 2021.

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO