Domenica 1 Agosto 2021

‘Con Manfredonia’: l’incendio rifiuti nell’area Ex Enichem svela una bomba ecologica a due passi da Manfredonia

5 6

Nella serata di martedì 22 giugno 2021 un denso fumo accompagnato da sgradevole odore di plastica bruciata si è insinuato nelle case dei manfredoniani da nord a sud della città attraverso le finestre necessariamente aperte per il gran caldo. Immediato è scattato l’allarme nella popolazione, che ha provato a cercare rassicurazioni o almeno delle risposte sulla rete.

A causare il fumo, un incendio di grosse dimensioni sviluppatosi in un capannone dismesso all’interno dell’area industriale ex Enichem nel Comune di Monte Sant’Angelo, che ha interessato cumuli di rifiuti speciali, classificati come pericolosi dalla normativa vigente.

Il rogo, propagatosi nella mattinata da zone limitrofe all’area industriale, è andato avanti fino a tarda sera interessando lo stabilimento dismesso facente capo alla ex Sif Trade s.r.l. Il Comune di Monte Sant’Angelo ha allertato i Vigili del Fuoco, ma ciò non ha impedito al fumo di raggiungere i nuclei abitati di Madonna delle Grazie e Madonna della Libera di Macchia, nonché l’abitato di Manfredonia.

Quanto accaduto è di una gravità inaudita ed inaccettabile, poiché evidenzia che l’area industriale di Monte Sant’Angelo versa in uno stato di abbandono e di incuria. Qui si trovano numerosi capannoni dismessi risalenti a società ormai in liquidazione o fallimento, che sono vere e proprie “bombe ecologiche” per via dei materiali altamente infiammabili ed inquinanti, come pneumatici e guaine bituminose, che giacciono incustoditi al loro interno.

Si chiede, pertanto, alle istituzioni preposte ed in primis al Comune di Monte Sant’Angelo, di voler attivare ogni possibile azione per garantire la sicurezza dell’area industriale, poiché ciò che è accaduto ieri potrebbe ripetersi nuovamente con effetti deleteri sull’ambiente e sulla salute dei residenti nelle aree limitrofe. Si chiede inoltre alla Commissione Straordinaria del Comune di Manfredonia di non lasciare la popolazione all’oscuro degli sviluppi di questa vicenda e di rendere pubblici al più presto i dati rilevati dall’ARPA.

 

Maria Teresa Valente

CON MANFREDONIA

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO