Martedì 28 Settembre 2021

“Ha caricato zolfo ed è ripartita”: allarme ingiustificato per una normale operazione mercantile

22 0

NON HA scaricato zolfo, ma imbarcato zolfo, sotto forma di “pasticche” di zolfo, un minerale necessario in primo luogo alla salute umana, che trova una variegata gamma di utilizzazioni tra cui agricoltura, giardinaggio, enologia, farmaceutica e via dicendo. A Manfredonia è salito alla ribalta della curiosità generale per via di una nave che avrebbe trasportato e scaricato quel minerale al porto industriale. A far nascere sospetti e paure la circostanza che quel cargo era stato “rifiutato” dal porto di Taranto a ragione di quel carico. Il suo trasferimento al porto di Manfredonia aveva sollevato preoccupazioni risultate, ad una attenta cognizione dei fatti, del tutto fuori luogo.

A FARE chiarezza su una vicenda finita nelle fake news, è stato l’on. Antonio Tasso nel corso di uno degli incontri programmati con i cittadini con i quali discutere del progetto per la rinascita di Manfredonia. «Mi pare opportuno – ha rilevato in avvio di riunione – per evitare allarmismi inutili e dannosi, disinnescare la fake news sulla nave Daiana, un cargo battente bandiera italiana, approdato al porto alti fondali di Manfredonia, non per sbarcare ma ber imbarcare “pasticche di zolfo” destinate al porto di Piombino per essere smistate nelle industrie che le utilizzeranno nei prodotti farmaceutici e nella produzione di fiammiferi. Niente di pericoloso, dunque».

«IL CARICO di zolfo – ha spiegato Tasso – è arrivato sulla banchina del porto industriale trasportato da Tir, accompagnato dalle opportune certificazioni e autorizzazioni, e imbarcate senza alcun problema, in piena sicurezza, sotto la supervisione del personale della Capitaneria di porto. Dopo di che la nave ha ripreso il mare».

«LO ZOLFO è arrivato alla rinfusa – ha evidenziato Salvatore Prencipe, presidente dell’impresa portuale “Muscatiello” – consistente in pasticche simili a lenticchie ricoperte di una pellicola protettiva per preservare il prodotto ed evitare polveri».

LA CONFERMA della regolarità dell’operazione, dalla Capitaneria di porto. «La nave – ha attestato il comandante Giuseppe Turiano – aveva tutte le autorizzazioni e le certificazioni di competenza, le operazioni di imbarco si sono svolte regolarmente in piena sicurezza».

Mic. Ap.

Articolo presente in:
News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO