Lunedì 20 Settembre 2021

Agiamo Manfredonia: soddisfatti del successo di “Libri in Terrazza”

22 0

Già in programma l’edizione 2022, così da accrescere l’offerta culturale per la comunità cittadina

Apprezzamento unanime per Libri in Terrazza – Cultura, Legalità, Senso Civico, la tre giorni di incontri con gli autori promossa e organizzata dall’associazione socio-culturale AgiAMO Manfredonia nei giorni 27, 28 e 30 agosto 2021. I giudizi favorevoli sono giunti non solo dal pubblico che ha avuto modo di essere presente (ammesso, purtroppo, in numero contingentato per doveroso rispetto delle normative anti-contagio), ma anche da quanti hanno letto con interesse i resoconti delle serate forniti dalle cronache delle testate giornalistiche che hanno seguito l’iniziativa e che ritornerà numericamente più ricca il prossimo anno con altri illustri ospiti.

I tre nomi di questa prima edizione della rassegna libraria partita “col botto” sono stati Angelo Jannone, Andrea Leccese e Sara Lucaroni.

L’ex colonnello dei Carabinieri – nativo di Andria, comandante della compagnia a Corleone dove ha conosciuto e collaborato con Giovanni Falcone, passato poi ai Ros e con all’attivo una rischiosa attività sotto copertura in una delle più importanti operazioni contro il narcotraffico colombiano – ha presentato il suo libro “Un’arma nel cuore – Nell’Italia di oggi, ritratti di eroi vissuti nel silenzio”.

Lo ha intervistato, sulla terrazza dell’Infopoint turistico gentilmente messa a disposizione dal Gal Daunofantino, la giornalista Anna Maria Vitulano. Il libro può definirsi un romanzo autobiografico, poiché le storie narrate sono tratte dall’esperienza realmente vissuta da Jannone negli intensi anni di servizio portati a termine con immutata fede all’Arma, dalla quale si è congedato per continuare il suo percorso lavorativo nel privato. Un libro che è risultato perfetto anche per la sceneggiatura di un film che il produttore Armando Fusco, intervenuto nel corso della serata, ha annunciato essere in preparazione.

Il 28 agosto è stata la volta di Andrea Leccese, classe 1976, saggista, esperto di mafie e relatore in materia di indagini patrimoniali antimafia nei corsi alla scuola di specializzazione per le professioni legali dell’Università di Bari. Ad intervistarlo, questa volta nei locali al del “Luc P. Impastato” a causa del maltempo, è stata l’ingegnere, project manager, nonché giornalista, Giulia Fresca che ha trovato in “Malapuglia” numerosi spunti su cui intavolare una interessante discussione dialettica con l’autore che analizza il fenomeno mafioso in Puglia e i suoi agganci e intrecci con le altre criminalità organizzate tra cui la‘Ndrangheta calabrese. E’ in questa terra che Giulia Fresca, con un passato da assessore cosentino ai ll.pp. ed alla mobilità, ha dovuto fare i conti con i rischi e i pericoli, comuni a tutte le mafie, derivanti dalla capacità delle organizzazioni criminali di infiltrarsi nelle P.A., e con il nuovo modo di controllare il territorio sostituendosi allo Stato e di condizionare l’economia locale.

Presente a tutti e tre gli appuntamenti il deputato sipontino Antonio Tasso, nella duplice veste di parlamentare e di sostenitore e cofondatore di AgiAMO, ottimamente rappresentata sul palco dal presidente e vicepresidente Andrea Pagano e Leo Palumbo.

L’on. Tasso, oltre a portare il saluto istituzionale, ha accettato di condurre lui stesso l’intervista alla terza ospite, Sara Lucaroni, la sera del 30 agosto. Anche in questo incontro si è parlato di senso del dovere dei servitori dello Stato che indossano la divisa, ma fotografati quando si sentono traditi dalla stessa famiglia cui ritenevano di appartenere, nel momento in cui si innescano quei meccanismi psicologi che terminano nel baratro del suicidio. La giornalista, che vanta collaborazioni con prestigiosi giornali e testate televisive (L’Espresso, LA7), nel suo libro “Il buio oltre la divisa” ha ricostruito, con piglio da cronista, le vicende di 6 uomini che hanno concluso in maniera così tragica e devastante (anche per i loro cari ed amici) la loro vita terrena trascinando nel baratro anche il loro rapporto con le Istituzioni.

“Libri in Terrazza” tornerà la prossima estate con un’edizione più ricca, ma gli eventi culturali di AgiAMO proseguiranno nei prossimi mesi.

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO