Martedì 17 Maggio 2022

VI Congresso UILPA: Riflessioni sulle politiche del Lavoro in Capitanata

2 0

In prossimità della ricorrenza della Festa dei Lavoratori del Primo Maggio, il Sindacato UILPA di Capitanata ha organizzato il VI Congresso “Il Sindacato del Lavoro per la dignità delle persone” tenutosi Venerdì scorso presso il Gran Paradiso Hotel di San Giovanni Rotondo. Le norme sulla tutela della libertà e dignità dei lavoratori, della libertà e dell’attività sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento sono disciplinate dallo Statuto dei Lavoratori, nato il 20 maggio 1970, per opera dei nostri padri fondatori. Il sindacato è un organizzazione con lo scopo principale di difendere i diritti dei lavoratori. In quest’ultimo ventennio sono state oggetto di profonde riforme, dal pacchetto Treu al Libro Biagi fino al Jobs act e ai recenti interventi per contraste gli effetti deleteri della pandemia da Covid 19. Questi aggiustamenti hanno determinato una profonda erosione dei diritti dei lavoratori frutto di lotte e rivendicazioni. Oggi il mercato del lavoro considera il lavoratore come una merce di scambio, privandone la dignità e svuotandone il senso originario dettato dall’art 1 della Costituzinale italiana. Pullula la precarizzazione a causa della miriade di contratti: intermittenti, a progetto, a chiamata e abusando del lavoro a tempo parziale sopratutto  quello femminile. Ancor oggi nel terzo millennio, la donna si trova difronte al bivio: optare se lavorare o formarsi una famiglia. Ciò è inaccettabile e anacronistico. Questi temi sono stati discussi ed affrontati durante il succitato Congresso sindacale in cui il dott. Edoardo Filippone, riconfermato segretario generale UILPA di Capitanata, ha sottolineato come la “politica” nel periodo pandemico non abbia sostenuto il “lavoro pubblico” anzi lo ha deningrato nei vari talk show televisivi e nei Social network. Il paese Italia invece ha retto alla grave crisi socio-economica grazie alla Pubblica Amministrazione. Il video proposto in assemblea, mostrando le immagini drammatiche dei decessi causati dal  Covid, ha messo in rilievo come gli “eroi”, oggi quasi dimenticati dall’attuale governo Draghi, vivano condizioni di precarietà. Infatti a causa dei tagli perpetrati sulla spesa sanitaria pubblica, gli Ospedali come quello di Manfredonia, Lucera, San Severo, San Marco in Lamis sono stati declassati nel tempo, riducendo il personale e i posti letto con servizi ridotti a semplici ambulatori. Invece è stata  aumentata dagli attuali 25 miliardi di euro a 38 la spesa militare. Il segretario UILM Metalmeccanici di Foggia, Marcellino Miroballo, ha evidenziato con dati alla mano la crisi del comparto aerospaziale che ha colpito le sedi della Soc. Leonardo del Sud Italia di Foggia e Grottaglie (TA), di Nola e Pomigliano (NA) impegnate nella produzione civile invece quelle del Nord hanno aumentato la produzione perchè impegnate nei settori della difesa e della sicurezza. Continua Miroballo “uno spiraglio si vede ora con la produzione  della fusoliera del Boeing 787 a Grottaglie che ospiterà anche un laboratorio per lo studio dei materiali avanzati nella costruzione del drone militare“. Le strategie geo-politiche sono fondamentali per lo sviluppo di un territorio. Il Governo Draghi dovrebbe impegnarsi meglio i fondi europei del Piano di ripresa e resilienza per colmare i divari economici tra le regioni italiane e non acuìre la spaccatura tra Nord e Sud. Altri temi sono stati esplicitati dai segretari UIL delle varie amministrazioni pubbliche di: Inps, Inail, Difesa, Giustizia, Vigli del Fuoco, Sanità, Istruzione, MEF, ecc.. Significativi i contributi di Antonio Castriotta per il comparto dell’Agricoltura e quello di Gianni Ricci sulla tassazione degli extra profitti delle multinazionali come Amazon che hanno lucrato nel periodo pandemico e non solo. Ricordiamo l’intervento di Franco Busto, segretario generale Uil Puglia, che ha avvalorato la necessità di migliorare le condizioni di lavoro delle donne, maggiormente colpite dalla pandemia e definte equilibriste e multitasking  da Anna Allegretti del coordinamento per le politiche di genere UIL FG “… perchè le donne fanno i salti mortali nel conciliare i carichi di famiglia con quelli lavorativi”. Infine ha chiuso i lavori congressuali, Sandro Colombi, Segretario generale nazionale della UIL PA, che ha ringraziato i presenti e l’arduo impegno delle lavoratrici/ri impegnati il mese scorso nelle elezioni dei Rappresentanti Sindacali Unitari. A Foggia la UIL ha registrato un gran successo di adesioni, la più votata, diventando il primo sindacato più rappresentativo nella Pubblica Amministrazione. Sostiene Colombi “c’è stata una forte partecipazione e adesione alle elezioni RSU, nonostante le ristrettezze dettate dalla pandemia. A livello nazionale abbiamo totalizzato il 41% di adesioni. Ciò deve lusingarci per continuare a fare sempre meglio“. I governi che si sono succeduti non hanno pensato a ripopolare la Pubblica Amministrazione, abbiamo perso oltre 600.000 lavoratori con i pensionamenti in quest’ultimi anni. Per garantire i servizi di pubblica utilità occorrerebbero quasi un milione di risorse umane e sbloccare il turn over. Continua Colombi “Dopo un lungo travaglio, il 4 Maggio la Corte dei Conti apporrà la firma definitiva per il rinnovo del CCNL 2019-2021 del Pubblico impiego. Le novità principali riguardano il nuovo ordinamento professionale, il wefare aziendale, maggiori tutele dei lavoratori e la disciplina del lavoro agile, uscendo così dalla fase emergenziale“. Confidiamo in una sempre più efficiente ed efficace Pubblica Amministrazione, valorizzando i lavoratori che ogni giorno con abnegazione garantiscono i Servizi pubblici per il benessere sociale della collettività.

Grazia Amoruso

 

Articolo presente in:
ManfredoniaNewsTV · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

MANFREDONIA VIDEO