Martedì 5 Marzo 2024

Ospedali aperti di notte: la sperimentazione parte da Manfredonia, Cerignola e San Severo

0 0

“San Severo, Manfredonia e Cerignola. Negli ospedali di queste città’ ha preso il via il programma messo a punto dal’ assessorato al Welfare per l’ abbattimento delle liste di attesa nei reparti e nelle unita’ operative dei presidi ospedalieri di queste città’. Al di là delle previsioni – commenta l’Assessore regionale Elena Gentile- l’ adesione degli operatori sanitari, tecnici e personale del comparto. I pazienti ed i loro famigliari hanno risposto positivamente alla iniziativa. L’organizzazione del lavoro nelle divisioni e nelle unita’ operative di radiologia nelle ore serali e nei giorni festivi non confligge con l’ assistenza ai pazienti ricoverati e alla gestione delle emergenze urgenze. Nelle prossime settimane toccherà agli altri territori”. “Tutte le ASL di Puglia stanno allestendo la programmazione e l’articolazione delle aperture straordinarie degli ospedali. “Siamo certi, -dichiara l’assessore Gentile- che dopo aver investito risorse importanti nel potenziamento della rete delle nuove tecnologie, entro la fine del mese di Gennaio tutti gli ospedali di Puglia concorreranno a raggiungere l’ obbiettivo che la giunta regionale ha inteso proporre  ai manager delle Aziende sanitarie : rendere esigibile il diritto di migliaia di cittadini  ad una diagnosi ottenuta in tempi rapidi nelle strutture pubbliche”.

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Caro franco colgo l occasione per ricordare che siamo in piazza del popolo da 5 giorni per raccoglie firme per riavere di nuovo i nostri reparti, anche se sembra tutto inutile ,intanto abbiamo raccolto più di quattro mila firme, e non ci fermeremo fin quando non otterremo qualcosa, speso che possano scendere in piazza associazioni, e quant altro per sostenere questa battaglia, che voglio veder vincere ! E assurdo e disgustoso aver saputo che tutto sara ridotto in un clinica d igiene mentale infantile’, spero siano solo chiacchiere non fondate, altrimenti sarebbe davvero la fine ! No pediatria e si a questo tipo di reparti? Nulla da togliere, ma abbiamo strutture già pronte nei dintorni che si occupano di questo!

    lucia 14/01/2014 13:57 Rispondi
  • SICURAMENTE E’ UNA BELLA NOTIZIA L’INIZIATIVA MESSA IN ATTO DALLA REGIONE PUGLIA. MI SEMBRA OTTIMA MA,OCCORRE RIBADIRE ALLA SIGNORA GENTILE CHE MANFREDONIA HA IL DIRITTO AD AVERE IL SUO OSPEDALE APERTO TUTTO L’ANNO E PER TUTTE LE PATOLOGIE E CHE NASCERE NELLA PROPRIA CITTA’ D’ORIGINE E’ UN DIRITTO E UNA QUESTIONE DI DIGNITA’ CHE NON LA SI DEVE BARATTARE POLITICAMENTE ( NON LEI PERSONALMENTE ) PER NESSUNA RAGIONE AL MONDO,ANZI,UNA STRUTTURA COSI’ IMPONENTE COME QUELLA DI MANFREDONIA DOVE SI SONO FATTI NOTEVOLI INVESTIMENTI IN PASSATO E DOVE SI PONE COME PUNTO D’INCROCIO TRA DIVERSE CITTADINE DEL TERRITORIO GARGANICO E NON SOLO….NON LA SI PUO’ RILEGARE A SEMPLICE POLIAMBULATORIO O PRONTO SOCCORSO E AGGIUNGO…IL REPARTO OSTETRICIA E PRE NATALE,ANDREBBE POTENZIATO E TECNOLOGICAMENTE MESSO IN CONDIZIONI DI AVERE E DARE TUTTE LE SICUREZZE PER IL BAMBINO E LA MAMMA-PARTORIENTE !!!!!!!!!!!!!!! QUESTO VUOL DIRE ANDARE AVANTI VERSO IL PROGRESSO E VERSO IL RISPETTO PER UN INTERO TERRITORIO !!!!!!!
    CONCLUDENDO,OCCORRE DARE POSTI DI LAVORO A GENTE MERITEVOLE E SOPRATUTTO COMPETENTE-SPECIALIZZATO NELLA SANITA’E NON FARE CHE UN OSPEDALE ASSUMA LE FATTEZZE DI UN PARCHEGGIO PER AMICI E INCOMPETENTI A TUTTI MI LIVELLI……IN OSPEDALE SI TRATTA CON LA VITA DELLA GENTE…DI TUTTA LA GENTE …CHE SIANO RICCHI O CHE SIANO POVERI…CHE SIANO DI DESTRA O CHE SIANO DI SINISTRA O DI CENTRO….LA VITA DELLE PERSONE NON HA COLORI…RICORDATEVELO !!!!!!!!!!!!
    VOLEVO RINGRAZIARE LA REDAZIONE E IL SUO DIRETTORE DI SABATO PER LA CORTESE ATTENZIONE E DISPONIBILITA’ CHE OFFRE AI TANTI CITTADINI COME ME E COME TANTISSIME ANIME DI MANFREDONIA…GRAZIE DI CUORE !!!!!!!!!
    nota: Continuiamo a firmare la petizione a favore del nostro ospedale!!!!!
    CITTADINO FRANCO.

    CITTADINO FRANCO 14/01/2014 10:16 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *