Lunedì 27 Maggio 2024

Niente mini-IMU per i manfredoniani

0 0

“I manfredoniani non dovranno pagare alcuna tassa suppletiva per l’abitazione principale”. La precisazione è dell’assessore al bilancio e patrimonio Pasquale Rinaldi, per fare chiarezza su una circostanza peraltro già nota, riguardante la cosiddetta mini-IMU. Nei giorni scorsi soni arrivate all’assessorato al bilancio numerose richieste di chiarimento circa la mini-IMU in pagamento in numerosi Comuni d’Italia.
“A Manfredonia – spiega l’assessore – non è dovuta alcuna mini-IMU perché a suo tempo l’amministrazione comunale decise di non applicare nessuna maggiorazione alla aliquota fissata dal Governo. Altri Comuni, circa 2.400, hanno invece ritenuto di applicare una maggiorazione all’aliquota di base che ora i cittadini di quei Comuni dovranno versare”.
Un accorgimento che se ha privato il Comune di risorse utili per far fronte alle varie spese per assicurare i servizi pubblici, ha evitato ai cittadini esborsi suppletivi.
Naturalmente restano invariate le modalità per quanto riguarda gli altri immobili per i quali l’IMU è già stata pagata. Così come per l’IMU sui terreni agricoli vale quanto stabilito dalla legge vigente.

Michele Apollonio

Articolo presente in:
In Primo Piano · News

Commenti

  • Egregio sig. Gino visto il tono del suo commento eviterei il “caro”, forse Lei non è a conoscenza del fatto che il Consiglio Comunale ha deliberato per coloro che danno in comodato gratuito la casa ai propri figli ed hanno un reddito ISEE pari a 12000,00 € l’assimilazione ad abitazione principale. Mi farebbe piacere confrontarmi con Lei per provare a spiegargli le ragioni che ci hanno portato a maturare determinate decisioni. Nè Lei nè altri possono ignorare quelli che sono i continui tagli agli Enti Locali. Credo che da Lei io abbia poco o niente da imparare, agisco sempre con coscienza ed onestà e fino ad oggi grazie a Dio non ho niente di cui vergognarmi. Credo che il mio invito ad un confronto privato o pubblico rimarrà inevaso, troppo facile mascherarsi dietro l’anonimato. saluti

    Pasquale Rinaldi 21/01/2014 18:19 Rispondi
    • Egregio assessore, non mi sembra che Gino abbia tutti i torti.
      Difatti, aver fissato a 12.000 € il reddito ISEE al di sotto del quale si ha diritto a vedersi riconosciuta “l’assimilazione ad abitazione principale” per l’immobile concesso in comodato gratuito ai propri figli, equivale a dire DI NON AVERNE DIRITTO NELLA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEI CASI… Avete previsto la possibilità di esercitare un diritto solo se si realizzano condizioni che in realtà sono estremamente difficili da realizzarsi. Che senso ha avuto tutto ciò?! Adesso io non sto usando certo i toni che ha usato il sig. Gino, ma non le nascondo che la voglia di mandarvi tutti a quel paese è venuta pure a me…E, mi creda, non sono l’unico (oltre ovviamnete al sig. Gino). POI, SE PROPRIO VUOLE CONFRONTARSI CON QUALCUNO, lasci stare GINO, e COMINCI A FARLO CON I C.A.F. (centri d’assistenza fiscale) ED I LORO ASSISTITI. VADA IN QUALCHE CAF DI MANFREDONIA A SPIEGARE LE SUE “BUONE” RAGIONI. VADA, VADA CHE LA STANNO GIA’ ASPETTANDO… E si ricordi di non farci mancare di sapere cosa le hanno detto! Firmato un Libero Cittadino

      Ma Gino non ha torto 22/01/2014 0:31 Rispondi
    • caro assessore rinaldi, il fatto che lei mi ha risposto mi fà piacere, pure io nn ho niente da vergognarmi perchè nn sono un delinquente nè ho paura di avere un confronto con lei, se lei mi dice dove posso incontrarla sarà un piacere, io nn ho bisogno di mascherarmi perchè ho sempre fatto il mio dovere di cittadino, il mio sfogo deriva dal fatto che penso sia un ingiustizia di quello che avete deciso, il motivo lo ha spiegato bene il sig.di cui sopra, era meglio che lei nn faceva applicare il il reddito ISEE, è stata una presa in giro è lei lo sà bene, perchè nessuna rientra in quei parametri. comunque la ringrazio per avermi risposto, almeno è un segno della sua disponibilità che io me prendo atto, per il fututo cerchi di trovare altre soluzioni, perchè noi nn c’è la facciamo +. io nn c’è lò con lei, il mio sfogo è rivolto alla classe politica in generale che purtroppo lei rappresenta nel bene è nel male.la saluto cordialmente.

      Anonimo 22/01/2014 7:52 Rispondi
      • Sono in ufficio anche adesso, ti aspetto in comune quando vuoi ed in ogni caso posso inviarle sulla sua mail il mio numero di cell

        Pasquale Rinaldi 22/01/2014 9:01 Rispondi
        • appena posso, perchè io lavoro apro il negozio alle 6,30, la verrò a trovare.anzi se capito di incontrarla mi farò conoscere a me piace parlare di persona. di nuovo grazie dell’invito.

          Anonimo 22/01/2014 10:21 Rispondi
  • caro assessore rinaldi , ti devi vergognare di aver fatto pagare imu ai genitori che hanno dato in comodato uso gratuito la casa ai propri figli, tu nn sai cosa vuol dire donare una casa ad un figlio, anni di sacrifici e privazioni, ti auguro un domani di provare cosa vuol dire dare un tetto ad un figlio è pagare 1200 dico 1200 di tassa, nn vedo l’ora che te ne vai per sempre dal quel ufficio ci stai rovinamdo la vita.il mio è un grido di gioia VAI VIAAAAAAAAAA

    gino 21/01/2014 17:35 Rispondi
  • GRAZIE PER LA COMUNICAZIONE DI SERVIZIO RESA A NOI CITTADINI !!! GRAZIE PASQUALE E GRAZIE REDAZIONE !!!

    Cittadino 21/01/2014 14:58 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com