Martedì 5 Marzo 2024

Manfredonia nel dossier Legambiente “Bonifiche dei siti inquinati: chimera o realta?"

0 0

Legambiente presenta il dossier “Bonifiche dei siti inquinati: chimera o realtà?”100 mila ettari inquinati in 39 siti di interesse nazionale e 6 mila aree di interesse regionale, in attesa di bonifica. Da Taranto a Crotone, da Gela e Priolo a Marghera, passando per la Terra dei fuochi: un business da 30 miliardi di euro tra ritardi, inchieste giudiziarie e commissariamenti.
In Puglia Manfredonia, Brindisi e Taranto sono i siti di interesse nazionale individuati per le bonifiche

Focus  Manfredonia 
Il 12 febbraio 1998 la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo riconosce per il sito di Manfredonia “la presenza di impianti industriali in grado di danneggiare l’ambiente” violando l’art.8 della Convenzione Europea dove “ogni persona ha il diritto al rispetto della sua vita privata e famigliare e del suo domicilio”. L’Unione Europea ha quindi avviato, nello stesso anno, una procedura di infrazione contro l’Italia per la presenza delle discariche pubbliche e la conseguente contaminazione del sito. Nel 2008 è arrivata la condanna obbligando la Repubblica Italiana a prendere seri ed efficaci provvedimenti per assicurare che i rifiuti fossero smaltiti senza recare danni per la salute dell’uomo e per l’ambiente. I dati forniti dal Ministero dell’Ambiente indicano un avanzamento a marzo 2013 degli interventi di bonifica rispetto alle aree come riportato di seguito:
– il 5% è stato messo in sicurezza di emergenza;
– il 100% dei piani di caratterizzazione sono stati presentati;
– l’81% dei risultati è stato presentato;
– il 79% dei progetti di bonifica è stato presentato;
– il 79% dei progetti di bonifica è stato approvato. 

«Se non decollerà il settore delle bonifiche – commenta Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, – non riusciremo a riconvertire il sistema produttivo italiano alla green economy. In Puglia si deve accelerare il processo di risanamento ambientale risolvendo anche il problema delle risorse. Per Manfredonia non solo resta ancora aperta la questione della discarica Marchesi ma bisognerebbe pure verificare gli effetti a mare della bonifica a terra effettuata con il lavaggio in continuo della falda».

Sul sito www.legambientepuglia.it il dossier completo di Legambiente ‘Le bonifiche in Italia’.

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *