Lunedì 27 Maggio 2024

Riccardi e Ognissanti, stesso partito, doppia direzione

0 0

Al centro c’è lei, Elena Gentile, l’assessore regionale al Welfare ed alla Sanità.

Il Sindaco di Manfredonia Riccardi(PD)  non condivide le scelte operate dall’assessore regionale alla Sanità, Elena Gentile (PD), il consigliere regionale Franco Ognissanti (PD) sostiene le scelte fatte dalla Gentile e dal Governo regionale ed attribuisce alla città la responsabilità dello stato attuale del nostro ospedale. Secondo Ognissanti abbiamo perso nel tempo risorse ed opportunità per metterci al passo con i tempi. Come sempre la colpa non è mai della politica.

Applausi per tutti al convegno organizzato a Palazzo dei Celestini sabato 8 febbraio 2013.

I nostri politici confermano una dialettica che convince e vince e noi li applaudiamo tutti, nonostante tutto.

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Doppia direzione…. uno nel piatto regionale e l’altro nel comunale….. ecco l’epilogo dell’appartenenza allo stesso partito, a tutto discapito dell’interesse cittadino e del loro ospedale.

    semprevigile 10/02/2014 8:51 Rispondi
  • QUESTI SONO LE ESPRESSIONI POLITICHE CHE CI RAPPRESENTANO SIA A LIVELLO LOCALE CHE REGIONALE E CE LI DOBBIAMO TENERE ANCORA PER UN PO’ DI TEMPO…PURTROPPO !!!!! PIUTTOSTO,APRIAMO GLI OCCHI PER LE PROSSIME ELEZIONI E BADIAMO BENE A NON FARCI INFINOCCHIARE SEMPRE CON LE STESSE PROMESSE E LE SOLITE E VERGOGNOSE…..50 EURO !!!!!!!!!!! NON VI E’ LIMITE ALL’ARROGANZA E ALLA’IPOCRISIA DEI POLITICANTI !!!!!!!!!!!! IL POPOLO GRIDA VENDETTA E VENDICHIAMOCI NELLE URNA ELETTORALI CON UN VOTO DEMOCRATICO E LIBERO E RAFFORZIAMO COLORO CHE HANNO UNA COSCIENZA PULITA E LIMPIDA …I NOSTRI CITTADINI/E A 5 STELLE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! GRAZIE ALLA REDAZIONE PER LO SPAZIO.

    Cittadino Deluso a 5 Stelle !!! 09/02/2014 16:50 Rispondi
  • Genile redazione, sappiamo i rapporti che legano la vostra testata con il sindaco di Manfredonia, il titolo del vostro articolo non rende onore alla verità perchè se vi leggete un pò di carte sarebbe facile intuire che le scelte che si sono consumante a danno dell’ospedale di Manfredonia poco hanno a che vedere con la Gentile, in quanto risalgono al 2010 ed a seguire 2011/2012. l’approvazione dell’ultima delibera regionale del secondo piano di rientro risale a dicembre 2012. ora mi dite cosa c’entra la Gentile, se la stessa diviena Assessore alla salute nel Marzo 2013. Sarebbe più corretto evidenziare cosa è stato fatto in quelli anni sopra citati e i tanto noti personaggi dov’erano? diverso è il ragionamento secondo il quale oggi l’interlocutore e la stassa Gentile, persona che mi risulata non abbia mai chiuso la porta in faccia a nessuno, che dopo 3 giorni dalla nomina da Assessore alla salute ha incontrato il sindaco Riccardi con i medici a Manfredonia, gli stessi incontri si sonon ripetuti per altre 2 volte. Non si può immaginare di fare la guerra a propria convenienza e senza un minimo di tatto e responsabilità istituzionale che certo non appartengono a questo sindaco, il quale non ha perso occasioni anche pubbliche per attaccare e denigrare la Gentile, senza parlare dei dispetti politici che sono stati messi in atto. E’ troppo facile oggi nascondersi dietro una battaglia persa in partenza atteso che quando si sono decisi questi tagli anche il sindaco di Manfredonia era seduto a quei tavoli. Credo che la battgalia per l’ospedale sia una giusta causa da continuare a sostenere e supportare ma non dobbiamo far finta che le responsabilità non siano chiare a tutti, oggi è comodo portare avanti certe battaglie distraendo l’attenzione della città rispetto ai veri problemi del paese, ma senza diaologo e continuando ad incitare la folla, ma ragionare ed aprire un tavolo di confronto con la regione e la direzione generale, temo però che per quallo che ho detto prima tutto questo non sia possibile, insomma non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca, non si possono dare colpi bassi e dispetti e poi chiedere aiuto. Chi è causa dei suoi mali pianga se stesso.

    diomede 09/02/2014 14:07 Rispondi
    • Gentile sig Diomede, quali rapporti lega la nostra redazione al Sindaco Riccardi? Me lo dica perché oltre ai normali rapporti che abbiamo con tutte le istituzioni non mi sembra ci sia altro. La prego però di dettagliarci il suo pensiero in merito, sarà pubblicato i regalmente qualsiasi cosa ci dirà. Per il resto, ad esclusione della giustizia che rende il titolo pubblicato con un nostro redattore, condivido la gran parte delle cose che dice. Io sono Raffaele di Sabato, con chi ho il piacere di interloquire? Cordialità

      Redazione 09/02/2014 15:11 Rispondi
  • Questo ci fa capire che a Manfredonia,in Regione e al Parlamento dobbiamo essere rappresentati da cittadini (“dilettanti” espressione del Sindaco di Manfredonia subito dopo le elezioni).
    Questi dilettanti hanno occupato il parlamento e fatto scoprire tutte le magagne e giochi politici sotto banco,(vedi l’ultimo regalo di 7,5 Miliardi alle banche). Qualcuno può dissentire dai modi, ma purtroppo quando si compiono atti che ledono gli interessi di tutti i cittadini,come un padre di famiglia,che protesta per il licenziamento, così anche i nostri deputati difendono gli interessi di noi tutti.

    Se ci fate caso quando un cittadino si lamenta viene subito zittito con una arringa politica (vedi applausi di Gatta e Ognissanti).
    In Parlamento, le televisioni hanno il compito di infangare l’operato dei nostri cittadini.Si dà più risalto alla Boldrini “Grillini sessisti” o alla ” Rottura del sigillo della baita di montagna sigillata” che non allo schiaffo ricevuto della deputata Lupo, o ancor peggio si nasconde il vero motivo perchè i cittadini hanno protestato vivacemente senza violenza alcuna contro il decreto urgente che integrava nell’eliminazione della seconda rata, la ricapitalizzazione di Bankitalia, che regalano agli azionisti come Intesa San Paolo o Unicredit,ecc. 7,5 Miliardi

    Quanti voti sono stati dati in favore dei politici in cambio di un posto di lavoro?
    Il piano di rientro sanitario della regione puglia è la conseguenza di sperpero di soldi pubblici da parte di politici corrotti,che oggi Noi tutti dobbiamo pagare economicamente e con assenza di servizi.

    Ci vuole gente onesta per poter rappresentare i nostri interessi. Onesti non vuol dire che gli altri sono ladri,onesti vuol dire che se c’è da difendere i nostri interessi, il politico deve mettersi anche contro i colori di partito. Il famoso muro di gomma di Elena Gentile.

    Come disse Benedetto Croce: Non abbiamo bisogno di chissà quali grandi uomini, abbiamo solo bisogno di gente onesta.

    Continuiamo a sostenere la protesta del coordinamento spontaneo dei cittadini e combattiamo per avere più direttori di strutture complesse nel nostro ospedale,sappiamo benissimo che se abbiamo direttori di reparto,il reparto lavora meglio.(vedi Dott. Furio o Dott. Ciavarella).
    Non è vero che a Manfredonia ci sono poche nascite,dal 2002 al 2010 ci sono state 5200 nascite circa con una media di 510 nascita all’anno circa.
    VOGLIAMO IL REPARTO DI GINECOLOGIA;ASTRETRICIA E PEDIATRIA ANCHE A MANFREDONIA.
    Minacciamoli con una grande arma,”la matita del seggio elettorale”.

    cittadino a 5 stelle 09/02/2014 10:57 Rispondi
  • I nostri politici e la direzione del presidio facciano un esame di coscienza, dare la colpa ad altri e` nello stile di certa becera vecchia politica, si guarda la pagliuzza negli occhi altrui mai l’albero secolare che si trova piantato nei nostri. Siamo in campagna elettorale?

    antonella 09/02/2014 10:49 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com