Lunedì 24 Giugno 2024

Dieci giurati per valutare i protagonisti del 61^ Carnevale di Manfredonia

0 0

 Uno spettacolo grandioso e di elevata qualità artistica merita una giuria esperta e di spessore. Per la 61^ edizione del Carnevale di Manfredonia, l’Agenzia del Turismo ha deciso di puntare su esperti di rilevanza nazionale per la composizione della giuria che decreterà i vincitori del Gran Parate dei Carri Allegorici e Gruppi Mascherati.

Tale scelta è un segnale forte ed inequivocabile circa l’imparzialità e l’assoluta competenza di chi è chiamato a valutare a 360° le prestazioni artistiche dei protagonisti del 61° Carnevale di Manfredonia.

I componenti della giuria spaziano a tutto tondo nel mondo della moda, della danza, dello spettacolo, dell’artigianato, della comunicazione.

Ecco i dieci componenti della giuria:

Carmen Martorana – ex modella, attrice, imprenditrice nel settore della moda

Figura proteiforme nel mondo dello spettacolo, muove i primi passi come modella e poi partecipando a concorsi di bellezza e a riprese televisive e cinematografiche. Nel 2001 riscuote la popolarità con le prime tre edizione di Mudù, dal 2002 è conduttrice di eventi di moda e bellezza. A Gennaio 2014 ottiene l’esclusiva nazionale di The Look Of The Year, Master Professionale Moda Internazionale.

Ileana Colavitto – stilista, vincitrice nel 2009 di Stil Daunia Moda

Fashion designer, nonostante la giovane età, ha già alle spalle diverse collaborazioni con stilisti, fotografi e registi televisivi. Diplomata in Tecnica dell’Abbigliamento e della Moda, è vincitrice del concorso nazionale per giovani stilisti  Stil Daunia Moda ’09.

Lucia Macro – costumista

Originaria di Bovino è appassionatada sempre di moda e costumi teatrali. Dotata di fantasia e genialità ha cominciato già nel 1983 a presentare le sue creazioni nei concorsi del Carnevale di Manfredonia vincendo premi per l’artigianato e diversi trofei “Tinella Capurso”. Nel 2011 ha realizzato i costumi per il film Effetto Paradosso con la regia di Carlo Fenizi, e nel 2012 ha realizzato i costumi per il gruppo musicale dei “TerrAnima”.

Fabio Di Bari – blogger di moda

Docente presso la scuola primaria di Gerenzago (Pavia). Accreditato come blogger per le sfilate di AltaRoma, alla camera nazionale della moda di Milano, e in teatri milanesi come il teatro Libero, il Tieffe, Manzoni. Scrive di moda, teatro e cinema sul blog “Che c’é di nuovo?” Collaboratore per anni del comitato Carnevale Dauno, direttore artistico del gruppo mascherato i “Buontemponi”: gruppo premiato con il trofeo “Matteo Arena”. Nel 2004 è stato direttore artistico delle “Perle del Golfo”.

Tiziana Zappatore – coreografa

Dottore di Ricerca in Scienze umane e Docente Specializzata per l’insegnamento agli alunni diversamente abili collabora con l’Università degli Studi di Bari. Dal 1995 collabora con Danzàrea – centro professionale per la danza e le relazioni artistiche – in qualità di insegnante e coreografa nell’ambito dei corsi di tecnica classica e moderna. Specializzata nell’insegnamento dell’hip hop e nelle danze etniche presso la Compagnia “Terra di danza” di Reggio Emilia. È coreografa della Compagnia di musical “Crew Slup” per la quale coreografa gli spettacoli Peter Pan, Mouline Rouge, Mamma Mia e L’isola che non c’era.

Luciano Castelluccia – direttore artistico Carpino Folk Festival

Musicista autodidatta e arrangiatore, già dalla tenera età si appassiona alle tradizioni popolari del Gargano e di tutto il sud Italia. Di queste tradizioni e musiche è tutt’ora tra i migliori esponenti. Direttore artistico dal 1998 del “Carpino Folk Festival”, evento dal quale acquisisce fama e notorietà a livello nazionale sia per la scelta degli artisti che per la qualità musicale del festival stesso.

 don David Vallarelli Braccio d’ Oria – Principe, talent scout

Talent  Scout di programmi televisivi Mediaset condotti da Paolo Bonolis, come  “Ciao Darwin”! Esperto di Bon Ton e Galateo, cura rubriche su emittenti televisivi e giornalistiche. Principe ed esponente dell’alta Aristocrazia Borbonica.

Paolo Citro – regista di musical

Nel 2010 Fonda la “Crew Slup” compagnia teatrale e organizzazioni di eventi, che sin da subito ha saputo ritagliare uno spazio nel panorama culturale della provincia di Foggia e non solo. Ha diretto numerosi spettacoli musicali di successo tra sui Peter Pan il Musical e il recentissimo “Mamma Mia! Che Musical” , commedia musicale in replica per tutta l’estate 2013 in tutto il Sud Italia. Per tre stagioni è autore e presentatore  di “Foggia’s got talent”.

 Roberto Guarducci – docente, fashion style e consulente

Roberto nasce a Livorno il 1°Maggio 1959, da famiglia di origine toscana e si trasferisce a Bari molto presto.. Il suo percorso professionale inizia ufficialmente nel 1980 a Milano presso l’importante azienda Basile. Apprende importanti basi lavorative del design dallo stilista Luciano Soprani, sempre a Milano.

Lavora successivamente per Fendi, disegna costumi e dal 2003 al 2013 ha svolto la professione di docente di Fashion Design alla Facoltà di Scienze e Tecnologie della Moda dell’Università degli Studi di Bari. Attualmente è docente di Fashion Design all’Accademia delle Belle Arti di Bari oltre a svolgere il lavoro di stilista è consulente aziendale, art director e public relations per manifestazioni moda.

 Silvano Valente – Insegnante di danza

Studia con insegnanti di fama internazionale, partecipa a numerose trasmissioni RAI, MEDIASET e danza in musical, opere liriche in Italia e all’estero. Coreografo di indiscussa fama, attualmente insegna presso Spazio Danza di Foggia.

Ufficio Stampa – Manfredonia Turismo

 

Articolo presente in:
Carnevale · News

Commenti

  • No per cortesia. Non si vuol fare polemica ma davvero sono questi i giurati? Dai, io non voglio criticare ma qui e` impossibile non farlo, ditemi per cortesia cosa centra il carnevale con la moda e cosa centra il carnevale di manfredonia con la nostra arte culinaria e l’enogastronomia locale(i temi dei gruppi scolastici), ragazzi siamo a corto di idee, ma volete svegliarvi, cosa centra il carnevale (satira goliadia, presa in giro, sfotto`, divertimento) con questi temi presentati? E che centra la moda ? Che cosa e` una sfilata di stronzate anziche` la sfilata delle meraviglie? Chi ha queste
    idee, ammesso che di idee possiamo parlare, licenziatelo
    sibito, non merita neanche un centesimo con queste cavolate.
    E se scrivo solo questo sono davvero buona. Rivogliamo il carnevale di prima quando i carri facevan satira vera, e i gruppi erano arte dei costumi, fantasia filosofica di pensiero.

    antonella 03/03/2014 14:05 Rispondi
  • Ma allora la sfilata non sarà per il Carnevale, ma per la moda?
    Non discuto sulla validità dei giurati, io però la vedrei più indicata per una sfilata di moda e design! Il nostro Carnevale, e ho detto “il nostro”, è caricatura, paradosso, esagerazione, sfottò e risate grasse, almeno così era una volta! Vi ricordate i bellissimi costumi dei gruppi provenienti da S.Giovanni Rotondo negli anni scorsi? Erano bellissimi ma con niente di caricaturale. Ce n’è voluto di tempo e discussioni per far loro capire che erano ben acetti ma non avevano niente a che fare col Carnevale. E i gruppi recenti delle scuole superiori? Un fiume di ragazzi e giovani bellezze nostrane, tutte ben vestite e colorate, tutte armoniche e a tempo a muoversi e ballare, ma niente di ridicolo e qualche bevuta di troppo! Lo sa il Presidente cosa è lo spirito del Carnevale?
    A Rio, in Brasile, c’è una sfilata nel sambodromo, a pagamento, co gruppi di danzatori che si divertono a ballare ed esibirsi. Poi c’è la sfilata in strada delle maschere spontanee dei gruppi e della associazioni, durante la quale avvengono risse e omicidi,ma tanto divertimento!

    ilproletario 01/03/2014 22:12 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com