Martedì 23 Aprile 2024

Foggia: esplosione in palazzina, stazionarie condizioni feriti

0 0

Sono stazionarie le condizioni dei feriti nel crollo avvenuto ieri notte in una palazzina di via De Amicis a Foggia, in seguito a un’esplosione determinata quasi certamente da una fuga di gas. Il piu’ grave Antonio Morelli, 85 anni, e’ ricoverato in prognosi riservata e in coma farmacologico nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti. L’uomo, cardiopatico, ha una insufficienza respiratoria e per questo e’ intubato e ventilato. Piu’ confortanti le condizioni del bambino di tre anni, figlio di Luigi Veneziano, 37 anni, e Giuseppina Fiore, 29, la coppia che ha perso la vita nella tragedia. Il piccolo si trova nel reparto di neurochirurgia pediatrica. Le sue condizioni sono stazionarie. Verrà sottoposto a una tac di controllo nelle prossime ore.

A salvarlo da un soppalco caduto sul letto in cui dormiva con i suoi genitori sono stati questi ultimi, che con il loro corpo gli hanno fatto da scudo. Sia l’anziano che la famiglia vivevano al piano terra. In neurochirurgia anche un’altra coppia, Antonio Campilongo e Annarosa Ricucci, che abitavano al primo piano dell’edificio sovrastante le altre due abitazioni: l’uomo ha una frattura cranica con focolaio contusivo cerebrale da tenere sotto controllo nelle prossime 24 ore ma e’ sveglio e senza deficit. Inoltre ha una frattura all’avambraccio destro e un trauma toracico. La moglie ha un trauma toracico, fratture costali multiple e una frattura della vertebra senza danni midollari. Verrà sottoposta a intervento chirurgico nelle prossime ore.

Articolo presente in:
Capitanata · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com