Giovedì 22 Febbraio 2024

Siponto, 24 ore di amarcord in spiaggia. Oggi il «come eravamo» di quelli del '50

0 0

L’ideatore dell’evento è il noto giornalista sportivo foggiano Franco Ordine

Tutti vestiti di bianco. Forse per sembrare più giovani. Di certo non più magri. Ma sicuramente per divertirsi. Si sono autodefiniti i ragazzi del ’50, dei meravigliosi anni ’50, quelli in cui, per i foggiani, Siponto era come Copacabana. Il mare, il sole, e nessuna nostalgia del passato, perché in quegli anni l’Italia guardava solo avanti. Adesso, invece, spesso si è costretti a voltarsi indietro per accorgersi che si stava meglio quando si stava peggio. E poiché Siponto è sempre lì, immutata nel tempo, i ragazzi del ’50 hanno deciso di farvi una rimpatriata.

L’IDEATORE DELL’EVENTO – L’idea è di tre foggiani emigrati, da Milano a Montecarlo. Uno è famoso, volto noto delle tv e firma di prestigio del giornalismo italiano: «Insieme con un paio di miei amici d’infanzia foggiana, Aurelio Faccilongo e Cinzia Cicolella, poi trasferiti come me a Milano o addirittura a Montecarlo – spiega il giornalista Franco Ordine – nei mesi scorsi abbiamo dato vita a una iniziativa che ci è piaciuto intitolare i ragazzi del ‘50 e dintorni. Iniziativa che consiste semplicemente in questo: poiché avevamo una nostalgia canaglia di rivedere molti degli ex ragazzi di cui avevamo perso traccia negli anni, abbiamo organizzato una serata (da tramonto a tramonto) al lido Ultima spiaggia di Siponto dove ci ritroveremo per un riassunto delle puntate precedenti, per abbracciare moltissimi volti a noi familiari durante l’infanzia spensierata, trascorsa proprio sulla spiaggia dei foggiani, a Siponto insomma».

UN FATTO DI COSTUME – Nata come una festa privata, la 24 ore di Siponto è diventata un piccolo fatto di costume dell’estate foggiana grazie alle numerose adesioni, oltre un centinaio, di cui molte di foggiani che risiedono in giro per l’Italia. «Il mio slogan, infatti – continua Ordine – è Siamo fuggiti da Foggia non per Foggia né per i foggiani. E infatti siamo tornati». La 24 ore di Siponto partirà questa sera alle 19 per terminare al tramonto di domenica 6 luglio. Una giornata intera all’insegna del «com’eravamo» tra musiche, balli aperitivi, brunch e buffet. Per ritornare giovani e anche per ricordare chi non c’è più.

 tratto da corrieredelmezzogiorno.it

Articolo presente in:
News
  • Credo che tanti di quei ragazzi foggiani degli anni ’50 abbiano frequentato negli anni ’60 il Sacro Cuore di Manfredonia, di cui penso conservino un bel ricordo.

    tiger 05/07/2014 16:26 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *