Giovedì 25 Luglio 2024

Turismo, 'Manfredonia Nuova': "A Manfredonia occorre una regia per renderlo florido tutto l'anno"

0 0

Manfredonia gode di una posizione geografica ideale per essere “centro pilota” e “porto sicuro” dell’intero territorio provinciale e regionale.

Le potenzialità immense che possiede la nostra cittadina dal punto di vista archeologico, naturalistico, storico ed enogastronomico sono sotto gli occhi di tutti, ma in pochi riescono a percepirne il valore.

Diversamente dal passato, oggi il turista è una persona più esigente, che si informa prima di fare un viaggio, che non si accontenta dei tradizionali servizi di accoglienza e svago.

In vacanza egli vuole vivere un’esperienza autentica. Vuole ricevere beni e servizi non solo efficienti, ma che abbiano una forte carica emozionale. Vuole immedesimarsi nel contesto locale, attraverso la conoscenza dei luoghi e racconti, viverne la vita quotidiana e ricevere emozioni da poter raccontare.

Fondamentali risultano l’efficienza delle vie di comunicazione, il senso civico ed ambientale della popolazione e la professionalità degli operatori turistici.

Per promuovere il turismo occorre identificarsi nelle esigenze e nei bisogni del turista. Spetta a noi far crescere il nostro territorio, governarlo con lungimiranza, salvaguardarlo nel suo prezioso patrimonio naturale, storico, ambientale e curarlo, proteggerlo e amarlo, prima di mostrarlo e promuoverlo agli altri.

A nostro avviso fare turismo significa in particolare fare sistema integrando continuamente l’offerta turistica nella rete dei sistemi territoriali. Trasformare Manfredonia in vera destinazione turistica rappresenta una sfida lunga e seria, di ciò dovrà farsi carico l’azione amministrativa.

Una delle prime cose da fare è mostrare e rendere sicure tutte le bellezze della nostra città, a cominciare dal mare che oggi è imprigionato; liberare, con opportuni piani di apertura e recupero, le mura della città, i torrioni, gli ipogei, ecc., puntando ad un percorso pedonale che dia la possibilità di sviluppare eventi rievocativi e folcloristici.

Un’importante risorsa, tra le tante di cui è ricca la nostra città, è il Lago Salso, area naturalistica riconosciuta a livello europeo e che oggi si può visitare dietro prenotazione.

Parliamo di 550 ettari alimentati dal fiume Cervaro, immersa tra canneti in una splendida laguna; luogo ideale di nidificazione e migrazione di numerose specie di uccelli, fra cui aironi bianchi, rossi e cinerini.

L’offerta turistica se ben organizzata e diretta da un’attenta e meritevole cabina di regia, potrebbe dare a Manfredonia un florido turismo annuale, con l’arrivo di gruppi organizzati italiani, troupe straniere e singoli turisti che accorrano in occasione, non solo di eventi simbolo della nostra città (come il Carnevale e la Festa patronale), ma che creino quella continuità di presenze sfruttando anche i flussi turistici delle località limitrofe (Monte Sant’Angelo, Vieste e San Giovanni Rotondo).

Ciò sarà possibile se saremo bravi a comunicare la nostra identità sotto un unico brand identificativo, che sappia lanciarci nei circuiti turistici più importanti. Fondamentale sarà promuovere le risorse culturali puntando non solo al restauro ed al consolidamento delle strutture, ma ad una pianificazione equilibrata delle potenzialità di interesse turistico in grado di prefigurare profitti e meriti, rilanciando i nostri giovani e la loro creatività.

Comunicato stampa

“Manfredonia Nuova”

Articolo presente in:
News
  • Manfredoniani= Maiali che turismo e turismo….

    Maco 12/03/2015 22:25 Rispondi
  • A Manfredonia c’è già una regia…
    la regia di attaccare i cittadini alla canna dell’ Ener-Gas, altro che turismo.
    Non raccontateci barzellette!

    Carmen 12/03/2015 16:22 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com