Venerdì 1 Marzo 2024

Tennistavolo Manfredonia: vince solo la “Vodafone”

0 0

Si continua a soffrire in casa sipontina nell’undicesimo turno di campionato. Non era certo questa la giornata decisiva per le sorti delle quattro squadre del TT Manfredonia, ma quando si tratta di sport nulla è mai scritto prima che gli incontri giungano al termine. Al PalaDante sono scese due capoliste e due squadre dei “cugini” foggiani per i “derbies” finiti in parità.

Serie C2: La “Gelsomino Home Collection” esce, perentoriamente, sconfitta (0-5) dalla capolista Ctt Molfetta. I padroni di casa, a parte qualche bella giocata, non sono mai riusciti ad impensierire i forti molfettesi. La permanenza in questa categoria verrà giocate nelle ultime tre giornate.

Serie D1: Anche la “Bar Impero” è stata sconfitta dalla capolista del campionato, il TT Cascella di Valenzano. La squadra ospite è sempre stata in testa nel computo delle partite, potendo contare sul fuoriclasse rumeno Muscalu. Le due vittorie per la squadra di casa sono venute da De Mori e Rinaldi. 2-5 il risultato finale.

Serie D2: Erano di scena due “derbies”. La Europetroli, fortemente decimata, viene sconfitta dalla formazione “B” del TT Foggia “L.Siani” per 3-5, perdendo la seconda posizione in classifica, mentre la “Vodafone” mette a segno una convincente vittoria (5-2) sulla squadra “A” foggiana, avvicinandosi al terzo posto.

Tutti gli incontri si sono svolti sotto la supervisione di un arbitro d’eccezione, l’internazionale Pietro De Pinto.

“Purtroppo – commenta il Presidente del TT Manfredonia, Antonio Tasso – paghiamo duramente una serie di vicissitudini negative che, lungi dal voler essere facile giustificazione, obiettivamente ci hanno penalizzato aldilà dei giusti meriti degli avversari. Da parecchie giornate non riusciamo più a difenderci a pieno organico e questo rende tutto più difficile. Naturalmente non molliamo fino alla fine e le ultime tre giornate le affronteremo con grinta, al completo o no”.

Articolo presente in:
News · Sport · Tennis Tavolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *