Sabato 28 Gennaio 2023

La Chiesa Rotonda riapre i battenti dopo i lavori di restauro

0 0

Mercoledì 9 settembre 2015 alle ore 9,30 la restaurata chiesa della Rotonda riaprirà i battenti al pubblico (sarà poi fruibile ai visitatori tutti i giorni dalle ore 8,30 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 20,00). Il taglio del nastro sarà accompagnato dal rito della benedizione di monsignor Michele Castoro. La cerimonia sarà animata dagli interventi del sindaco Luigi Pompilio e del vice sindaco Matteo Fiorentino nonché assessore alla cultura del Comune di San Giovanni Rotondo, dell’assessore regionale al Turismo e cultura Gianni Liviano, da don Leo Abbascià parroco della chiesa di Sant’Onofrio Anacoreta e da Silvia Pellegrini dirigente aree politiche per la promozione del territorio, dei saperi e dei talenti Regione Puglia – servizio Beni Culturali. L’edificio – che all’interno serba dei cicli di affreschi – versava in uno stato di abbandono ed è stato sottoposto ad un importante restauro, grazie all’ausilio di moderne ed avanzate tecnologie. Operazione resasi indispensabile per attutire gli effetti che il tempo e l’umidità hanno causato, in maniera particolare agli affreschi del corpo circolare. Al restauro dei cicli pittorici sono stati affiancati alcuni lavori di ripristino del tetto e della facciata, lasciando invariati i materiali presenti. La chiesa –come si ricorderà- è situata nella zona est della città ed è inserita nel contesto territoriale al quale appartiene anche la monumentale chiesa trecentesca di Sant’Onofrio, nei pressi del percorso dell’antica via del pellegrinaggio che conduceva alla grotta di San Michele Arcangelo a Monte Sant’Angelo. Durante lo svolgimento degli interventi di restauro si è avuta la definitiva conferma della reale natura del fabbricato – un battistero altomedievale – e ciò grazie a una indagine archeologica stratigrafica che ha permesso di mettere in luce i resti di una vasca battesimale paleocristiana, sia pur sconvolta dall’impianto di una sepoltura successiva. Si tratta di una scoperta di grande importanza scientifica: le vasche finora note in Puglia, compresa quella di San Giovanni Rotondo, sono appena cinque. Una scoperta che rappresenterà anche una ulteriore occasione di promozione culturale e turistica per San Giovanni Rotondo.

Il restauro della Chiesa della Rotonda è il quarto intervento concluso dalla Regione Puglia che avviene -rimarca la stessa Regione- in pieno rispetto della tempistica del programma. Il restauro è stato possibile grazie ai fondi rientranti nella dotazione complessiva dell’Asse I del POIn. Dotazione pari a 362.000.773,38 euro. Nell’agosto 2013 risultava assegnato al territorio pugliese l’importo di 113.505.109,75 euro da destinarsi al finanziamento di n.55 interventi dei quali 48 a regia regionale (con beneficiari enti locali) per un ammontare pari a 54.605.109,75 euro e 7 interventi per un ammontare di 58.900.0000,00 euro a titolarità MIBACT – Direzione regionale della Puglia. “Dopo decenni di degrado assoluto, l’averla restituita alla collettività è motivo di orgoglio. Restituiamo alla città e alla Puglia un luogo simbolo delle nostre origini che ha ben sintetizzato nel tempo la religiosità dei nostri avi fin dalla fondazione dei primi nuclei abitativi” ha sintetizzato il sindaco Pompilio. “Mi preme sottolineare la gioia dell’intera comunità cittadina, che a breve si vedrà restituito il suo monumento simbolo, sottratto dal sisma del 1995, all’affetto del popolo” ha ribadito l’assessore alla cultura Matteo Fiorentino.

 

Articolo presente in:
Capitanata · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO