Mercoledì 21 Febbraio 2024

VIII Premio “Sguardo sulla Città “I grandi valori della Costituzione Italiana”

0 0

E’ il tema che per il corrente anno scolastico 2015/2016 il Circolo Unione di Manfredonia, presieduto dall’inossidabile dott. Pio Longo, ha scelto quale argomento cardine per l’VIII Premio “Sguardo sulla città”, per il recupero della memoria storica e del senso della comunità. Il premio, rivolto alle Scuole di ogni ordine e grado, aperto anche ad allievi in forma individuale e autonoma, è patrocinato dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Foggia, dal Comune di Manfredonia e dall’USR (Ufficio Scolastico Regionale). Di grande valenza storico- politico – sociale il tema scelto dall’apposita commissione presieduta dal prof. Italo Magno. “I grandi valori della Costituzione Italiana”:” in coincidenza con la celebrazione del settantesimo anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo (1945), dopo lo sconvolgimento della vita politica e sociale dell’intera Nazione. Liberazione che l’anno successivo ha portato il popolo italiano al referendum, alla nascita della Repubblica, alla nomina dei Padri costituenti incaricati della stesura della Carta costituzionale. Nei giorni scorsi, presso la sede del Circolo Unione ha avuto luogo la presentazione ufficiale del programma, presenti dirigenti scolastici, docenti rappresentanti scolastici giovanili e i componenti della Commissione. Per l’occasione sono intervenuti, quali ospiti, il prof. Antonio Di Tollo, Dirigente Provinciale Scolastico, al quale è stato affidato il compito di parlare dei valori della Costituzione, all’’avv. Enzo D’Onofrio, Console del Touring. Club Italiano, del patrimonio artistico della città e all’avv. Ugo Galli. di illustrare gli articoli della Costituzione richiamati nel concorso. A fare gli onori di casa Pio Longo il quale, dopo aver salutato e ringraziato i presenti per la loro partecipazione, ha illustrato, in breve le ragioni che hanno portato la Commissione del Premio a scegliere un tema così importante. “Si vuole richiamare – egli ha detto – l’attenzione degli studenti sui “grandi valori della Costituzione”, contestualizzando alcuni articoli alla realtà locale, alla scoperta dei luoghi di identità collettiva. Quest’anno sarà anche consegnato un souvenir, inerente al concorso, ai Dirigenti, ai Docenti, ai Rappresentanti giovanili e a tutti i partecipanti”. Ad aprire gli interenti l’avv. Galli il quale, in brevi linee ha posto in essere l’immenso valore che i Padri costituenti hanno dato a un documento nel quale sono sanciti le linee guida dell’essere cittadini italiani, nel pieno rispetto della liberà collettiva e individuale, soffermandosi, in particolare su alcuni punti riferiti al tema del concorso: “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica, tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione (art. 9); rimuove gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona (art. £); dichiara che l’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento” (art.33.) “Nel tempo, però,- ha sottolineato l’oratore, – questi principi sono stati disattesi a causa del decadimento della vita pubblica legati, in particolare, a fenomeni di corruttela da parte della pubblica amministrazione”. Nel fare riferimento al tema, l’avv. D’Onofrio, attraverso particolari slide alla quale preparazione ha collaborato la figlia Michela, ha posto in essere alcune importanti, quanto fondamentali riflessioni su: “Ambiente, Cultura, Natura, Arte, Turismo e Cittadini”. Elementi cardini per uno sviluppo socio-economico, ordinato, in armonia con i principi fondanti della nostra Costituzione. Nello specifico, attraverso bellissime immagini, egli ha fatto riferimento al “Prodotto Manfredonia”, che meriterebbe molta più attenzione da parte degli operatori pubblici e privati, non ancora consapevoli dell’enorme valore che i beni culturali e ambientali possano apportare allo sviluppo socio-economico del nostro territorio, se opportunamente valorizzati. Non meno interessante la riflessione proposta dal prof. Di Tollo, il quale ha posto al centro del suo intervento la scuola: “luogo centrale affinché i giovani e i giovanissimi recuperino non solo il semplice ricordo, ma la memoria, individuale prima, e collettiva poi, di una fase fondamentale, e per molti versi esaltante, della nostra storia recente. Offrire ai giovani l’opportunità di avvicinarsi ad un percorso storico impervio,perché la gran parte di loro non ne conosce i rudimenti e, a maggior ragione, il travaglio politico, civile e morale che la gestazione e la nascita della nostra Carta fondamentale ha comportato”.Al prof. Italo Magno il compito di illustrare le linee guida del concorso che qui di seguito riportiamo integralmente.

Matteo di Sabato

LINEE GUIDA DEL CONCORSO

Art. 1- Il Premio è rivolto alle Scuole del Territorio di ogni ordine e grado, ma ogni singolo allievo può partecipare in maniera individuale e autonoma;

Art. 2- Gli studenti dovranno fare riferimento ai suddetti ARTICOLI, contestualizzandoli alla realtà locale, alla scoperta dei “luoghi di identità collettiva”;

Art. 3- Un Premio Speciale viene indetto alla memoria della prof.ssa Maria Ciufrreda animo sensibile ed attento, che ha espletato la propria professionalità di docente con profondo spirito di servizio. Tra tutti i lavori presentati, sarà premiato un racconto o una suggestione (con qualsiasi mezzo espressivo), che richiamino i grandi valori dell’animo umano e la gioia nel donare agli altri la propria spiritualità;

Art. 4-Il Premio si articola in quattro sezioni:

Sez. A – Narrativa (racconto- diario- intervista- articolo giornalistico- ricerca, etc)

Sez. B – Poesia

Sez. C – Canzoni

Sez. D – Pittura, fotografia e cortometraggi

Per quanto attiene alla partecipazione Sez. “A”, l’elaborato non dovrà superare le 15.000 battute, spazi compresi; Sez. B, è ammessa una singola poesia o una silloge di almeno 15 poesie; Sez. C, la canzone deve essere musicata e/o realizzata in videoclip; il lavoro, audio e/o visivo, deve essere accompagnato dal testo scritto; Sez. D, sui lavori inerenti la pittura o fotografie non bisogna apporre alcuna firma;

Art. 5- Ogni lavoro dovrà essere inviato entro e non oltre le ore 12,00 del 9 aprile 2016, presso la Sede del Circolo Unione, Via Arcivescovado 2; la Segreteria del Premio declina ogni responsabilità per eventuali smarrimenti o disguidi postali;

Art. 6- La premiazione avverrà nel mese di maggio 2016. Data e luogo della cerimonia saranno in seguito resi noti tramite comunicazione scritta, telefonica, web; sono previsti Premi in denaro, targhe, pergamene e attestati di partecipazione;

Art. 7- L’autore dovrà garantire, mediante una dichiarazione personale, di essere unico ed esclusivo autore delle Opere e dichiarare la paternità e l’originalità delle opere inviate e del loro contenuto. L’autore autorizzerà, nella stessa dichiarazione, il trattamento dei suoi dati personali ai sensi del D.L gs. 196/2003. Il Circolo Unione non risponde di eventuali plagi e violazioni di legge. Le opere non saranno restituite;

Art. 8- In base alla normativa sulla privacy, gli indirizzi e i dati personali dei partecipanti verranno utilizzati esclusivamente ai fini del Premio;

Art. 9- Tutte le opere inviate saranno sottoposte a verifica della documentazione e dei requisiti formali richiesti dal presente regolamento. Ogni Opera, pena l’esclusione, dovrà essere presentata in forma anonima e indicherà solo il titolo e la Scuola di provenienza. Una busta chiusa allegata dovrà contenere il modulo compilato in tutte le sue parti;

Art. 10- La Commissione Giudicatrice, formata da esperti professionisti di ambito letterario e della comunicazione, avrà diritto, a suo insindacabile giudizio, di escludere opere candidate non ritenute idonee. Il giudizio della Giuria è inappellabile e insindacabile;

Art.11- La partecipazione al Concorso implica la totale accettazione del presente Regolamento.

Per qualsiasi comunicazione rivolgersi a:

Prof. Italo Magno, cell.347 348 4736

Prof.ssa Maria Pia Giuliano cell.327 168 8817

 [tribulant_slideshow gallery_id=”32″]

 

Articolo presente in:
News
  • Per la redazione: perchè non rendete possibile la visione delle immagine attraverso un solo click evitando di tornqre indietro tutte le volte per visualizzare le immagini successive? Tutti i siti lo permettono, perchè codesto sito così importante non lo permette? Grazie

    teo morlino 09/11/2015 9:20 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *