Mercoledì 17 Aprile 2024

Una Bakery per i giovani con disabilità in India intitolata a Matteo Tricarico

0 0

Per 6 anni e 70.000 km, Matteo Tricarico ha pedalato sulle strade di tutto il mondo per aiutare i bimbi meno fortunati. Si è fermato negli orfanotrofi, nelle scuole di bambini e ragazzi disabili, nei centri di volontariato per l’infanzia nei paesi più poveri del mondo. Lungo il suo cammino, ha collaborato con 21 organizzazioni che gestiscono scuole e istituti di riabilitazione psicomotori. Per me è stato un esempio di umanità e uno stimolo incredibile. Oggi Matteo non è più tra noi. Poco dopo avere terminato il suo lunghissimo viaggio in bici, una brutta malattia se l’è portato via per sempre.

Vorrei che tutto quello che Matteo ha fatto in questi anni non venisse dimenticato, ma potesse continuare a vivere attraverso un progetto che porti il suo nome.

Nell’aprile 2010 Matteo trascorse alcuni giorni alla Satya Special School di Pondicherry, in India. È una scuola dedicata a bambini e ragazzi diversamente abili. In India, la disabilità è una colpa, e per questo i genitori di figli disabili spesso non riconoscono i propri figli. Matteo ha insegnato l’inglese a questi ragazzi, e si è reso utile per tutto il tempo che ha trascorso con loro.

In collaborazione con il CIAI (Centro Italiano Aiuti all’Infanzia), abbiamo pensato di promuovere una raccolta fondi per costruire una “Bakery” che porti il nome di Matteo e che affiancherà la scuola di Satya.

L’obiettivo della Bakery è quello di promuovere l’emancipazione economica e l’inclusione delle persone con disabilità attraverso un modello di impresa sociale sostenibile e facilmente replicabile.

Ne beneficeranno 20 giovani tra i 18/25 anni con disabilità fisiche e mentali, 10 madri volontarie di Satya School e 40 persone con un familiare disabile a carico.

Dalla fine della raccolta fondi, il progetto potrà già prendere vita entro sei mesi, il tempo necessario per dare un luogo alla Bakery e formare il personale.

La Bakery sarà un primo esempio di rapporto diretto tra cliente e lavoratore con disabilità nel contesto culturale indiano, dove vigono discriminazione e stigmatizzazione.

Per contribuire e diffondere, clicca qui  https://www.gofundme.com/hy8zwfx8

Donatella Ceralli

Il blog di Matteo: https://travelforaid.wordpress.com/
Il sito del CIAI: www.ciai.it

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com