Domenica 3 Marzo 2024

La bufala delle bollette “gonfiate” della fornitura di gas

0 0

In quest’ultimo ventennio i servizi di telefonia fissa e mobile, quelli per la fornitura di energia elettrica, di acqua e gas sono gestiti da società private che concorrono nel libero mercato. E’ recentissima una notizia un po’ allarmante relativa alle bollette “gonfiate” che ha destabilizzato gli utenti di Manfredonia fruitori del servizio di “gas e luce”. Tra le società fornitrici quella incriminata è la “Mediterranea Energia” SCARL consociata della Soc. “Con Energia” SpA che si occupa di fornire e distribuire Gas e Luce a Manfredonia. Le tariffe applicate riferite alla distribuzione, vendita e accise (tasse) sono stabilite dall’Autority AEEG, la cui funzione è quella di regolamentare e controllare i settori dell’energia elettrica e del gas. Ciò che è avvenuto all’inizio dell’anno 2016 – così come più volte denunciato dai media (televisione, Internet ecc) – è stato l’abbassamento dei costi delle materie prime: petrolio e gas. Da un’analisi attenta della normativa vigente e delle bollette, si evince dal retro il dettaglio degli addebiti: l’abbattimento dei costi delle materie prime è pari al 23% ed anche le imposte (accise) sono diminuite infatti il cambio di fascia è proporzionato allo “scaglione base” della quantità di Gas erogata. Dal gennaio 2016 la “quantità base” di consumo del gas pari a 120,00 smc (standard metro cubo) è tassata ad un Corrispettivo Unitario di 0,038 Euro di gran lunga più basso rispetto al costo unitario fisso di 0,1200 dell’anno 2015 che tassava l’intera quota di gas consumato e non la scorporava come avviene quest’anno. Ciò ha determinato un abbassamento delle tasse pagate allo Stato. Da quest’anno il rilevamento del consumo del gas in SMC sarà effettuato due volte l’anno (come stabilito dall’Autority) anziché ogni bimestre e conteggiato sul valore “stimato” e non quello rilevato. Per ovviare a ciò è possibile effettuare un’autolettura del consumo di gas (come avviene anche per il consumo dell’acqua e della luce) e comunicarlo al numero verde 800.050.625 o via email manfredonia@conenergia.net o attendere il conguaglio ogni semestre quando verrà effettuata la verifica del consumo dal letturista. Quindi avremo bollette con una spesa in “acconto” e altre a “conguaglio” ma certamente non risulteranno “gonfiate”. Speriamo di aver fornito un’informazione esaustiva per colmare le perplessità più che legittime di tanti manfredoniani che in questi giorni hanno temuto un aggravio di spese che pesano come macigni nelle tasche dei contribuenti già troppo tartassati.

Grazia Amoruso

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Chi e’ senza peccato,scagli la prima pietra!
    Ed io,sono il primo peccatore!
    vincenzo nulla!

    vincenzo 18/07/2016 12:51 Rispondi
  • Inviare l’autolettura e un problema visto che il numero verde non e attivo localmente e-mail non viene letta, ho dovuto telefonare al numero fisso della conergia

    indignato manfredonia 18/07/2016 8:42 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *