Domenica 21 Luglio 2024

Il futuro del Porto di Manfredonia, nelle parole di Ugo Patroni Griffi (Foto&Video)

2 7

La serata organizzata da Confindustria, ieri sera, all’interno del Castello di Manfredonia, ha ufficialmente presentato, alla città se non all’intera Capitanata, la figura del nuovo presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale che ha sede a Bari ed incorpora i porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli. Il prof. Ugo Patroni Griffi manovrerà il timone del Porto di Manfredonia per traghettarlo verso un futuro, ci si augura più fortunato rispetto a quello degli ultimi decenni. Il suo discorso, atteso da molti, ha chiarito, a chi non lo conosceva ancora, la sua figura professionale e la strategia che vuole attuare, franco tiratori permettendo. La politica sa scoraggiare anche il miglior figlio della nostra amata terra. Il suo curriculum lo precede e sentendolo parlare si percepisce tutta la sua competenza in materia legislativa/marittima/commerciale. “Molte leggi hanno un fondamento economico e spesso le nostre leggi hanno dei fondamenti economici inefficiente. Abbiamo una pluralità di leggi che fanno danno poiché impostate da principi economici sbagliati. L’analisi economica del diritto porta lo sviluppo economico. L’offerta non crea la domanda, anche se paradossalmente si dice abitualmente il contrario. Abbiamo moltiplicato le strutture facendole cannibalizzare l’una con l’altra”. Con questa introduzione entra subito nel discorso mettendo in risalto l’attuale stato di concorrenza tra porti, distanti tra di loro pochi chilometri. “Le strutture devono essere realizzate secondo principi di efficienza e valore, principi sanciti anche dalla Costituzione Italiana”. La nuova legge sulle autorità portuali porta da 24 a 15 le autorità per evitare di distruggere malo. In “Puglia abbiamo due autorità portuali, secondo sarebbe stato meglio una. L’Autorità di Sistema del Mare Adriatico Meridionale e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio. Con una ci sarebbe ancora più sinergia, così rimane una concorrenzialità tra lo ionio ed il mare adriatico. Ogni autorità portuale deve dimostrare di far meglio e stiamo dialogando con il Presidente Prete per crearla la sinergia. Oggi bisogna parlare con l’Autorità di Sistema campana per collegare i paesi”. In Italia mancano le ZES (Zona Economica Speciale), ossia quelle regioni geografiche dotate di una legislazione economica differente dalla legislazione in atto nella nazione di appartenenza. Le zone economiche speciali vengono solitamente create per attrarre maggiori investimenti stranieri. “Non sono le risorse economiche che creano l’economia… finanziamenti degli insediamenti, si poteva fare a meno. L’economia solida non ricerca il denaro. L’economia solida non cerca il denaro, ma l’efficienza, la certezza,la semplicità, la stabilità, che le regole del gioco non vengano modificate. Se perdiamo l’attrattività degli investitori stranieranno è per la criminalità ma perché non garantiamo leggi chiare ed efficienti, non garantendo che un investimento programmato vada in porto, nonostante i nostri costi logistici e portuali sono in linea. Le ZES hanno questo tipo di vantaggio, dando certezza delle regole, danno aiuti doganali che favorisce l’insediamento, l’occupazione. L’Italia ha le ZES, non lo si dice, ma sono riportate dall’Unione Europea, due nel meridione, che non hanno portato risultati, perché concepite male, e due al nord, il porto franco di Trieste e di Venezia”. Il prof. Griffi nel suo discorso mette in chiaro quanto la politica abbia operato male in questi anni non puntando su ciò che le aziende nazionali ed estere in concreto necessitano. “Ci sono regioni che posso aderire ad altri sistemi portuali, come il Molise, la Basilicata. Le nostre uniche isole sono servite da Termoli e non dalla Puglia. Con il Molise bisognerebbe dialogare, coinvolgendole nel nostro hub logistico. Dobbiamo risolvere il problema dei nastri trasportatori, una struttura che si è insediata senza avere alcuna autorizzazione, non esiste un interlocutore con il quale dialogare per attribuirgli dei costi per uso di demanio marittimo. I nastri trasportatori sono un monumento allo spreco del denaro pubblico. Il mio intento è quello di risolvere questo problema. Quei nastri si devono levare per usare quel porto. Bari, Trieste sono porti congestionati e Manfredonia potrebbe attrarre il traffico dei Ro-Ro”. La gestione delle gare di sistema sarà una nuova iniziativa per ottimizzare i costi e garantire i servizi a tutto il sistema portuale e non singolarmente per ogni marina. In definitiva il prof. Griffi cercherà di riorganizzare un sistema portuale dando spazio e rilievo alle peculiarità di ogni struttura, promuovendo un’offerta integrata. Nei prossimi giorni terrà incontri con sindacati e organizzazioni di categoria per poter presentare il suo piano strategico di azione che ci auguriamo partirà quanto prima affinché l’economia ed il lavoro ritrovino il lido di Manfredonia.

Raffaele di Sabato

 

 

 

 

 

Il Curriculum del Prof. Ugo Patroni Griffi

Nasce a Bari il 28 luglio 1966, e risiede in Noicattaro-Parchitello alla viadelle Azalee n. 35.
FORMAZIONE
1.Laurea in giurisprudenza.
Dal 1985 al 1990 ha frequentatol’Università di Bari, Facoltà di Giurisprudenza, superando tutti gliesami di profitto con la votazione di 30/30. Si è laureato nella stessaFacoltà con una tesi in diritto commerciale dal titolo: I gruppi nella legge sull’editoria – relatore il chiar.mo prof. avv. Umberto Belviso –conseguendo il massimo dei voti (110/110), la lode e l’invito dellaCommissione a proseguire gli studi.
2.Master of Laws LL.M.
 Dal 1991 al 1992 ha frequentato il Master of Laws LL.M. presso la Katholieke Universiteit di Leuven (Lovanio),Facoltà di Giurisprudenza, C.A.L.S. – Centre for Advanced LegalStudies. Ha conseguito il titolo di Master of Laws LL.M. con il voto di Magna cum laude  discutendo una tesi in diritto della concorrenza dal titolo The Antitrust Law Concerning Publishing in Italy and France, relatore il chiar.mo prof. avv. Jaques Steenbergen.
3. Titolo di dottore di ricerca.
Nel 1993 è stato ammesso al 7° ciclo deldottorato di ricerca in Diritto delle imprese in crisi 
presso l’Universitàdegli Studi di Napoli, Facoltà di Economia e Commercio. Nel 1996 haconseguito il titolo di dottore di ricerca discutendo una tesi dal titolo La violazione dei  “fiduciary duties”
della capogruppo e la crisi del gruppo di imprese nel diritto nordamericano e in quello italiano,
relatore ilchiar.mo prof. avv. Franco Di Sabato.
4. Diploma
Academy of American and International Law 
Nel 1993ha frequentato l’ Academy of American and International Laworganizzata dalla Southwestern Legal Foundation – International and Comparative Law Center  nel campus  dell’Università di Dallas (Texas),conseguendo il relativo diploma.
5.Diploma in Advanced Business English Law  Company and Taxation Law .
Nel 1994 ha frequentato i corsi in Advanced Business English Law  Company and Taxation Law presso la London GuildhallUniversity, conseguendo il relativo diploma.
BORSE DI STUDIO FINALIZZATE AD ATTIVITÀ DI RICERCA
1) Borsa di dottorato di ricerca, frequenza al 7° ciclo del dottorato diricerca in Diritto delle imprese in crisi presso l’Università degli Studi diNapoli, Facoltà di Economia e Commercio;
2) Borsa del C.N.R. per studi all’estero. Ha conseguito nel 1991 laBorsa del C.N.R. per studi all’estero. Al termine delle ricerchefinanziate dal C.N.R. il relativo comitato di verifica esprimeva «parerefavorevole, con plauso» sugli studi effettuati.
3)Borsa Southwestern Legal Foundation – International and Comparative Law Center 
 Ha conseguito nel 1993 una delle 4 Borsedi studio bandite per l’Italia dalla Southwestern Legal Foundation – International and Comparative Law Center  per il pagamento dei costi di iscrizione e frequenza della Academy of American and International Law di Dallas (Texas).
ESPERIENZE PROFESSIONALI
1.Avvocato abilitato al patrocinio innanzi alle magistrature superiori, dal 1990 è socio dello Studio Legale Patroni Griffi (Bari –Roma – Napoli). Lo studio Patroni-Griffi (fondato nel 1840) èspecializzato in International Business and Investments, Banking,Shipping, Labor, Intellectual Property, Contract, Litigation, Arbitration,Mergers and Acquisitions, Corporate, International Trade, EEC,Bankruptcy e Insurance law.
2.Dal 1992 al 1995 è stato amministratore della Saicaf S.p.A .(impresa produttrice di caffè, leader 
nel mercato del Sud Italia)
3.E’ stato più volte nominato negotiator  e/o arbitro. E’ esperto nelleprocedure arbitrali ICC, FIDIC, AIA, LCC, e GAFTA.
4.Dal 1995 è iConsulente per il diritto italiano de “The Virtual LawFirm”, San Francisco, USA

5.Dal 1996 al 1999, è stato revisore dei conti della IAJLJ, Geneva (Svizzera)
6.Dal 1997 al 2002 è stato membro del Servizio di Controllo dellaAUSL Ba/2, di cui dal 2002 al 2007 è stato Coordinatore.
7.Nel 2002 è stato amministratore della Casa di Cura Santa Maria S.p.A.
8.Dal 2002 è Console Onorario di Svizzera con giurisdizione sullaprovincia di Bari, estesa nel 2003 all’intera Regione Puglia.
9.Dal 18 dicembre 2002 al 20 dicembre 2006 è stato Presidente condeleghe esecutive della Bari Multiservizi S.p.A.
10.Dal 2002 al 2005 è stato consulente della Commissione regionaled’indagine sulla Ausl Ta1 e AO SS Annunziata
11. Nel 2003 è stato eletto nel Consiglio di Decanato del CorpoConsolare di Bari
12. Dal 2004 al 2006 è stato componente del Consiglio direttivo dellaCamera di Commercio Italo-Orientale
13.Dal 2005 al 2010 è stato Segretario generale del Corpo Consolaredi Puglia e Basilicata
14.Dal 2005 al 2006 è stato Coordinatore Relazioni Enti Localidell’Unione Consoli Onorari Italiani
15.Nel 2006 è stato Commissario ad acta  della Regione Puglia per lariformulazione dei piani di classifica dei Consorzi di bonifica Ugento LiFoggi, Arneo, Stornara e Tara e Terre d’Apulia
16.Dal 2006 al 2007 è stato componente del Consiglio direttivodell’Unione Consoli Onorari Italiani
(UCOI)
17.Dal 2007 è Conciliatore bancario presso l’Associazione per ilconciliatore bancario (Roma)
18.Dal 2007 è Presidente dell’International Propeller Club Port of Bari
19.Dal 2007 è componente del Consiglio direttivo nazionale del International Propeller Club
20.Dal 2007 è iscritto all’Albo degli Arbitri camerali presso la Camera arbitrale dei lavori pubblici
21.Dal 2007 è membro del Servizio di Controllo della AUSL Bat 1 di cui nel medesimo anno è nominato Presidente
22.- Dal 2007 è portavoce dell’associazione Bari Advisors specializzatanel private equity e nelle operazioni di finanza innovativa
23.- Dal 2008 è componente della Commissione giuridica dell’UnioneConsoli Onorari Italiani (UCOI)
24.- Dal 2008 è consulente giuridico della Fondazione Apulia FilmCommission
25.- Dal 2009 è Coordinatore del Comitato scientifico del CERIMCentro Studi Risanamento Crisi d’ Impresa
26.- Dal 2010 è Vice Decano del Corpo Consolare di Puglia, Basilicatae Molise
27.- Dal 2010 è Conciliatore presso l’Organismo di mediazione dell’ordine degli avvocati di Bari
28.-Dal 2007 è Conciliatore bancario presso l’Associazione per ilconciliatore bancario (Roma)
29.- Dal 2010 è cofondatore e partner di Apulia Logistic and MaritimeAssociation (ALMA) Studio Legale specializzato in diritto dei trasporti edella navigazione
30.- Ha collaborato nella privatizzazione di imprese a parte pubblica per icomuni di Altamura, Grumo Appula, Corato e Gallipoli
31.- E’ consulente della Autolinee Marino, che gestisce il TPL in Altamura
32.- Difende il Comune di Gallipoli nelle controversie con il socio privatodella Farmacia Comunale
33.- Dal 2011 è componente del tavolo tecnico dell’area per l’adeguamento dell’ordinamento regionale alla l. 150/2009
34.- Ha partecipato alla procedura, come aggiudicatario di gara adevidenza pubblica, per la privatizzazione (costituzione e scelta socioprivato) delle Farmacie Comunali di Altamura e Grumo Appula
35.- Ha assistito Federfarma Puglia – Bari nelle vicende relative allacostituzione dell’Associazione provinciale per la BAT
36.- Dal 2011 è presidente del CdA di Amgas SpA
37.- Dal 2012 è Presidente del Collegio dei Probiviri di
Confindustria Bari
39.- E’ stato il Consulente legale della Regione Puglia nella controversia con Merrill Lynch relativa ai
contratti su derivati stipulati nel 2003/2004 (870 mln Euro). Controversia chiusasi nel 2012 conaccordo transattivo, senza oneri per la Regione
40.- Dal 2012 è direttore organizzativo del Centro Studi, Formazione ericerca sul cinema e l’audiovisivo
41.- Dal 2013 è iscritto all’Albo degli Arbitri (per le Regioni Puglia e Lazio)della
Camera Arbitrale e di Conciliazione della Cooperazione
42.- Dal 2013 è Presidente della Commissione Politiche Comunitarie della Federutility
ATTIVITÀ DIDATTICA SCIENTIFICA SVOLTA PRESSO SOGGETTI PUBBLICI PRIVATIITALIANI STRANIERI
1. Dal 1990 al 1999 è stato Cultore dell’Insegnamento di DirittoCommerciale e di Diritto Bancario
presso Università degli Studi diBari, Facoltà di Giurisprudenza, I cattedra (prof. U. Belviso).
2. Dal 1994 al 2001 è stato Docente presso la scuola di Managementdella LUISS Guido Carli – Roma, dove tra l’altro fa parte del corpodocenti del Corso per i giuristi internazionali di impresaE’ stato inoltre tra i docenti del Corso per la preparazione al concorso per il notariatoed ha tenuto per conto della LUISS numerosi corsispecialistici nelle aziende (in house education ).
3. Dal 1995 al 1999 è stato Cultore dell’Insegnamento di Diritto delleAssicurazioni presso l’Università degli Studi di Bari, Facoltà diGiurisprudenza.
4.Dal 1995 al 1999 è stato anche Cultore dell’Insegnamento di DirittoPrivato Comparato, presso Università degli Studi di Bari, Facoltà diGiurisprudenza.
5.Dal 1996 al 1998 è stato Consulente legale presso l’IstitutoSvizzero per il Diritto Comparato, Losanna (Svizzera).
6.Nel 1999 è statodocente presso la Scuola di AmministrazioneAziendale – Università di Torino, Corso sull’arbitrato .
7.Nel 1999 ha vinto il concorso ad un posto di ricercatore, settoreno4x Diritto Commerciale, presso l’Università di Bari, Facoltà diEconomia e Commercio.
8.Dal 2000 è docente presso la Scuola Forense Barese.
9.Dal 2000 è professore di Diritto Industriale, presso l’Università diBari, Facoltà di Giurisprudenza, sede di Taranto.
10.Nel 2001 è stato nominato “Honorary Fellow of the Association ofFellow and Legal Scholars of the Center For International LegalStudies”, di Saltsburg
11.Nell’anno accademico 2001/2002 è stato professore di Diritto Industriale, presso l’Università di Bari, Facoltà di Economia, sede diTaranto.
12.Dal 2001 al 2002 è stato docente al Master in Diritto dell’Ambiente e delle Imprese delle Aree Portualiorganizzato dall’Università diBari.
13.Dal 2001 è professore di Diritto Commerciale Internazionale presso l’Università di Bari, Facoltà di Economia, sede di Bari.
14. Nel 2001 è stato dichiarato idoneo della valutazione comparativa a1 posto di professore associato presso la Facoltà diGiurisprudenza di Bari per il settore scientifico disciplinare N04X:Diritto Commerciale – III tornata 2000.
15.Dal 2001 al 2002 ha fatto parte del Collegio dei Docenti deldottorato in Diritto Penale, presso l’Università di Bari, Facoltà diGiurisprudenza.
16.Dal 2002 è professore associato (confermato in ruolo nel 2005) di Diritto Commerciale, presso l’Università di Bari, Facoltà di Economia,sede di Taranto. Incarico di docenza tenuto sino all’AA 2008/2009.
17.Dal 2002 fa parte del Collegio dei Docenti del dottorato in Diritto Commerciale, presso l’Università di Bari, Facoltà di Economia.
18. Dal 2003 al 2004 ha fatto parte del comitato scientifico ed è statodocente al Master in Banca, Finanza e Mercati Finanziaripresso l’Università S. Pio V di Roma.
19. Dal 2003 al 2005 è stato docente di Diritto Commerciale presso laFacoltà di Economia della LUISS Guido Carli – Roma, cattedra primadel prof. Sabino Fortunato e poi del prof. Franco Di Sabato
20. Dal 2003 fa parte del comitato scientifico ed è docente al Master in Diritto dell’Ambiente e delle Imprese delle Aree Portuali,organizzato dall’Università di Bari.
21. Dal 2003 al 2004 è stato professore di Diritto delle crisi aziendalipresso l’Università di Bari, Facoltà di Economia, sede di Taranto.
22. Dal 2003 al 2004 è stato professore di Diritto della libera circolazione delle merci, presso l’Università di Bari, Facoltà diEconomia, sede di Bari.
23. Dal 2004 al 2005 è stato professore al Master in Corporate & Investment Bankingorganizzato da Spegea, Banca Popolare di Bari,e Università di Bari.
24. Dal 2004 fa parte del comitato scientifico della rivista Management delle utilities .
25. Dal 2004 è professore di Diritto commercialeCorso di Laurea Specialistica in Economia e Management Aziendale, pressol’Università di Bari, Facoltà di Economia, sede di Bari.
26. Dal 2005 al 2006 è stato professore di Diritto commerciale presso l’Università “Nostra Signora del Buon Consiglio” TiranaAlbania” (C. L. Economia e Gestione Aziendale)
27. Dal 2005 è al 2006 è stato professore di Diritto dei contratti internazionali e diritto dell’arbitrato internazionale al Corso giuristiinternazionali, presso la Luiss – Guido Carli di Roma
28. Dal 2006 è professore di Diritto commerciale europeo  presso laLuiss – Guido Carli di Roma, Facoltà di Giurisprudenza
29. Nel 2006 è stato dichiarato idoneo della valutazione comparativa a1 posto di professore ordinario presso la Facoltà di Economia di Bari per il settore scientifico disciplinare N04X: Diritto Commerciale –III tornata 200

30. Dal marzo 2007 al marzo 2010 è stato professore straordinari (I fascia) di diritto commerciale presso la Facoltà di Economiadell’Università di Bari

31. Dal 2007 è docente al Master per la Gestione della produzionecinematografica e televisiva,
LUISS Business School
 
32. Nel 2008 è stato docente alla Summer School “Tecniche di tutela delfinanziatore e prassi contrattuale internazionale” organizzata dalDottorato di ricerca in dottrine generali del diritto, Scuola dottoraleinterateneo in scienze giuridiche “Ca’ Foscari”, (sezione di Foggia)(Vieste, 9 – 13 settembre 2008)
33.Dal 2009 al 2010 è stato professore di Diritto commerciale internazionale  presso la Luiss – Guido Carli di Roma, Facoltà diGiurisprudenza
34.– E’ stato commissario agli esami di Stato per le professioni diavvocato, revisore dei conti e notaio
35.- Dal 2009 è Coordinatore del Comitato scientifico del Centro diRicerca sulle Imprese in Crisi
36.- Dal 2010 è professore di Diritto della navigazione presso laFacoltà di Economia dell’Università di Bari
37.- Dal 2010 è Componente del comitato scientifico della
Fondazione per la ricerca giuridico economica sugli enti non profit e leimprese, ora Fondazione Bruno Visentini
38.-Nel 2010 è stato docente alla Summer School “Grandi opere emercato globale” organizzata dal Dottorato di ricerca in dottrinegenerali del diritto, Scuola dottorale interateneo in scienze giuridiche“Ca’ Foscari”, (sezione di Foggia)(Pugnochiuso, 12 – 17 luglio 2010)
39.- Nel 2010 ha ottenuto la conferma in ruolo quale Professore Ordinario di Diritto Commerciale
40.- Dal 2010 è docente al corso in
Formazione Specifica in Mediazionecivile e Commerciale,
organizzato dal CIASU, Bari, di cui è ancheResponsabile scientifico;
41.- Dal 2011 è docente e responsabile scientifico del corso in FormazioneSpecifica in Mediazione civile e Commerciale, organizzato dalConsiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bari;
42.- Dal 2011 è docente e responsabile scientifico dell’ Organismo dimediazione e formazione Arbimedia, Torino
43.- E’ è stato docente al Master “Antiriciclaggio”, organizzato daAccademia formazione, Bari, 14 – 16 giugno 2011
44.- Dal 2012 è docente al Master universitario di secondo livello indiritto dell’impresa, presso la Luiss Guido Carli
45.- Nel 2012 è stato docente al corso “Diritto e tecnica doganaledell’Unione Europea e del Mercosur nell’ambito degli accordi dicooperazione internazionale” presso l’Università de La Matanza(Argentina);
46.- Nel 2012 è stato docente al corso in “Fonti rinnovabili e governosostenibile del territorio”
presso l’Università di Conceptiondell’Uruguay (Argentina).
47.- Dal 2012 è componente della Commissione brevetti dell’Universitàdegli Studi di Bari
48.- Dal 2013 è componente del comitato scientifico del Corso diaggiornamento e perfezionamento professionale in “DIRITTOBANCARIO E DEI MERCATI FINANZIARI”
49- Dal 2013 è professore di European Business Law presso la Luiss –Guido Carli di Roma, Facoltà di Giurisprudenza
GRUPPI DI RICERCA ORGANIZZATI E COORDINATI
Dal 1996 al 1998 è stato il coordinatore del Gruppo di ricerca sul diritto commerciale comparato presso l’Istituto Svizzero per il DirittoComparato, sotto la direzione del chiar.mo prof. Eugen Bucher. Irisultati della ricerca sono in corso di pubblicazione.
SERVIZI PRESTATI PRESSO ENTI DI RICERCA STRANIERI
Dal 1996 al 1998 è stato il collaboratore scientifico presso l’IstitutoSvizzero per il Diritto Comparato, Dorigny, Lausanne.
MEMBERSHIPS
1.Bari Bar Association
2.American Italian Law Association
3.International Bar Association
4.Academy of American and International Law
5.IAJLJ
6.Socio International Propeller Club 
7.SocioRotary Club Bari Sud 
 
HONORS
1.Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana
2.Cavaliere di Giustizia del S.M.O. Costantiniano di San Giorgio di cui èDelegato per la Puglia e la Lucania.
3.Cavaliere di Onore e Devozione in Obbedienza del Sovrano MilitareOrdine di Malta. Dal 2006 è membro del consiglio direttivo dellaDelegazione di Puglia e Lucania.
4. “Honorary Fellow of the Association of Fellow and Legal Scholars ofthe Center For International Legal Studies”, di Salzburg.
PUBBLICAZIONI
1. Scrambled television in Europa Giur. comm., I, 1993
2. I gruppi nelle legge sull’editoria Riv. dir. imp., 1993
3.Crediti oggetto della cessione e impresa del cedente nella legge n.52/1991, Riv. dir. imp., 1993
4.Fiduciary duties e gruppi di società Giur. comm., I, 1994
5. Leasing in Italy World Leasing Yearbook, 1996
6.Il ruolo dell’engineer nella risoluzione delle controversie fra il committente e l’appaltatore e l’ordinamento italiano Dir. comm. int., 1996
7.I gruppi di società nell’esperienza giuridica nordamericana AA.VV., Gruppo e controllo: discipline nazionali e straniera a confronto, cura di A. Antonucci, Roma, 1996
8. Leasing in Italy World Leasing Yearbook, 1997
9. (con R. PARSOLESI) I gruppi di società tra anomia e «corporate governance» Foro. it., 1997
10. (con R. PARSOLESI) Il diritto comparato dei gruppi AA.VV., La disciplina dei gruppi di imprese: il problema oggi, Milano, 1997
11.Gli appalti internazionali di costruzioni e gli ordinamenti di 
civil law Dir. comm. int, 1998
12. Leasing in Italy World Leasing Yearbook, 1999
13.Brevi note sulla liquidazione coatta della capogruppo Riv. dir. imp.,1999
14.Gruppi di società e corporate governance – Corporate GroupsGovernance, Putignano, 1999
15.Leasing in Italy World Leasing Yearbook , 2000
16. Commento agli artt. 2439, 2440 e 2445 c.c. AA.VV., Codice civile ipertestuale, a cura di G. Bonfilini – M. Confortini,Torino, 2000
17Governo e responsabilità nei gruppi di imprese Zurigo, 2000
18.Garanzie e controgaranzie negli appalti interni ed internazionali di costruzioni,
in AA.VV., Diritto comune e cooperazione economica e professionale con i Paesi del Bacino del Mediterraneo e dell’Est Europeo, a cura di G. Chiaia Noya, Bari, 2000
19(con V. Donativi) Italian Transportation Law International Transportation Law,
Salisburgo, 2001
20. Leasing in Italy World Leasing Yearbook, 2001
21.Appalti interni ed internazionali di costruzioni: la disciplina delle garanzie Dir. comm. int., 2001
23.Federalismo e concorrenza Riv. ital. dir. pubbl. comunitario, 2001
24.Brevi note sulla liquidazione coatta della capogruppo, in AA.VV., Scritti in onore di Luca Buttaro, Milano, 2002, vol. III
25. Federalismo e concorrenza AA.VV., Il federalismo come sfida dell’Italia, della Svizzera, della Europa Lugano, 2002
26. Leasing in Italy World Leasing Yearbook, 2002
27.Società (controllo giudiziario sulle) – postilla di aggiornamento Enc. giur. Treccani, 2002
28. (con G. Recchia, S. Fortunato, G. Giannelli e V.V. Chionna),
Nuove tendenze negli appalti pubblici in Italia, in Svizzera e nell’Unione Europea,
Milano, 2002
29.Commento all’art. 2391, in Commentario riforma del diritto societarioa cura di M. Sandulli – V. Santoro, Torino, 2003
30. (con M. Bruno),Commento a Corte di Cassazione, sez. I civ., 8 febbraio 2002, n. 13776, in Dir. e pratica società, 2003
31.Commento all’art. 99 
AA.VV.,
Commentario al D.Lgs. 1° settembre 1993 n. 385, Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia,
a cura di F. Belli – G.Contento – M. Porzio – A. Patroni Griffi – V. Santoro, Bologna, 2003
32. I semilavorati delle produzioni televisive, in AA.VV., I diritti televisivi nell’era digitale, a cura di L. Nivarra, Milano, 2003, 72 ss.
33. Il caso Parmesan. Considerazioni parasistematiche sul rapporto tra disciplina delle DOP e disciplina dei marchi, in AA.VV., Gastronomie,alimentation et droit / Kochkunst, Ernährung und Recht. Mélanges en l’honneur de Pierre Widmer / Festschrift zu Ehren von Pierre Wilmer, a cura di A. Aronovitz, Zürich, 2003
34.-Le società di capitali in Svizzera , in AA.VV., Problemi di riforma societaria : Europa e Stati Uniti a confronto, a cura di G. Visentini,Milano, 2004
35.-I diritti di trasmissione di highlights, in AIDA, 2004
36.-Forniture e nuovi modi di acquisto, in Quaderni forensi, 2004
37.- (con S.E. Ungari), La riforma della riforma: l’affidamento delle gestioni dei servizi pubblici, in Management delle utilities,2004
38.- (con G. Giannelli), La riforma del diritto societario e gli strumenti di finanziamento alle imprese, in
Giornate di studio sull’economia tarantina, Bari, 2005, in corso di pubblicazione
39.- Le azioni correlate, Napoli, 2005
40.- (con A. Papa Malatesta), L’interoperabilità del software: una essential facility? Implicazioni del «caso Microsoft»,in AA.VV. Studi in onore di Gerhard Schricker , Milano, 2005
41.-Software ed integrazioni verticali: il caso microsoft, in AIDA, 2005
42.-Le acquisizioni danno spazio alle “Correlate”, in Il Sole 24 Ore, 16luglio 2006
43.- Arbitrabilità a privative ulteriori non titolate, in AIDA, 2006
44.-Commento gli artt. 2391 e 2391 – bis, in La riforma delle società Aggiornamento commentario, a cura di M. Sandulli – V. Santoro, Torino,2007
45.- (con V. Pancioni), Più margini di scelta sui servizi pubblici locali, in IlSole 24 Ore, 22 maggio 2007
46.- Commento allo statuto Cape Listed Investment Vehicle in Equity S.p.A.: un esempio di azioni correlate, in RDS,2007
47.-Gli eventi non monopolizzabili, in AIDA, 2009
48.-Gli eventi non monopolizzabili , in AA.VV., Studi in onore di Franco Di Sabato , Napoli, 2009

49.- (con V. Pancioni), Nell’affidamento dei servizi pubblici limiti all’«in house», in Il Sole 24 Ore, 4 ottobre 2009
50.- I covenants finanziari. Note introduttive  in RDS, 2009
51.- (con V. Depau) I limiti del parere del Garante sui servizi in house, in Il Sole 24 Ore, 7 febbraio 2010
52.- (con I. Rizzo), Note a margine del nuovo assetto regolamentare dei servizi pubblici locali e strumentali, in Diritto e processo amministrativo,2010, 493
53.- Commento all’art. 108, in Commentario all’offerta pubblica di acquisto, cura di G. Fauceglia, Torino, 2010
54.-Noterelle sulla pirateria informatica, in AA.VV., Nuove piraterie e ordinamenti interni e internazionali, a cura di A. Uricchio, Bari, 2011
55.-Il diritto di distribuzione, in AIDA, 2011
56.- (con S. Glinianski), La gestione dei servizi pubblici locali dopo il referendum abrogativo del 12 e 13 giugno 2011, Firenze, 2011
57.-Il contratto internazionale. Le tecniche di negotiation, in AA.VV., Manuale di diritto commerciale internazionale, MILANO, 2012
59.-Manuale di diritto commerciale internazionale , Milano, 2012
60.- (con M. Aulenta), Patto di stabilità e società in house: Regioni ai margini., IlSole 24 Ore, 18 marzo 2012
61.-I contratti derivati: nozione, tipologia e peculiarità del contenzioso, in diritto bancario , 2012
60.- I contratti derivati: nozione, tipologia, peculiarità del contenzioso e loro rilevanza ai fini dei vincoli di Basilea II. In AA.VV., Il ruolo del capitale tra regole bancarie e disciplina societaria, a cura di G. Giannelli – A.Dell’Atti, MILANO2012
RELAZIONI CONVEGNI SEMINARI
– “Legge Obiettivo”: un nuovo strumento normativo per le infrastrutture, relazione al convegno
La provincia di Gorizia al centro del Corridoio 5 e del Corridoio Adriatico: logistica, nuove infrastrutture e “legge obiettivo” come opportunità di crescita e sviluppo economico del territorio – Monfalcone – 22 marzo 2002
– I semilavorati delle produzioni televisive, Relazione al convegno I Diritti televisivi nell’era digitale. Memoria e utilizzazione dei materiali audiovisivi nei diversi generi di programmazione,
Palermo, 19settembre 2002
– Forniture e nuovi modi di acquisto, Relazione al convegno Le Aziende Unità Sanitarie Locali, tra pubblico e privato, San Severo, 28 giugno2003
– I diritti di trasmissione di highlights, Relazione al convegno Sport e concorrenza, Pavia, 26 settembre 2003
– L’impresa di gruppo, Seminario sulla Riforma del diritto societario, Taranto, 16 ottobre 2003
– I patrimoni destinati ad un unico affare, Seminario sulla Riforma del diritto commerciale, Matera, 15 novembre 2003
– L’affidamento delle gestioni dei servizi pubblici. Il caso Bari Multiservizi, Relazione al convegno
I nuovi affidamenti in house ed il governo delle gestioni delegate nei servizi locali, Rimini, 24 marzo 2004
– Dalla “Prodi” alla “Prodi bis”,  Seminario su L’amministrazione straordinaria e liquidazione coatta amministrativa, Bari, 16 aprile 2004
– La riforma del diritto societario e le nuove opportunità di finanziamento per le imprese in Italia,
Relazione al convegno Strumenti e politiche per lo sviluppo del Mezzogiorno. Il caso Taranto,
luglio 2004
– Intervento, Giornata Europea della Giustizia, Taranto, 25 ottobre 2004
– L’attuale sistema di tutela della concorrenza in ambito comunitario, incontro di studi su la Formazione dei giudici nazionali nel diritto comunitario della concorrenza, Bari, 21 novembre 2003
– Software ed integrazioni verticali, Relazione al Convegno Open source,software proprietario e concorrenzaPavia, 24 settembre 2004
– Intervento al Convegno su La nuova legge sulla montagna. Fiscalità e opportunità,
Pescasseroli, 8 ottobre 2004
– L’arbitrato societario, Relazione al seminario sulla “Riforma del diritto societario: aspetti processuali”,
Altamura, 25 febbraio 2005
– Il porto ed il territorio, Relazione al Convegno Pianificazione e programmazione economica del porto,
Taranto, 10 novembre 2005
– Il concordato fallimentare, Relazione al Corso di studio teorico – praticosu “Le procedure concorsuali”, Bari, 13 giugno 2006
– Arbitrabilità e privative ulteriori non titolate, Relazione al convegno IP,arbitrato e processo,
Pavia, 29 settembre 2006
– Il nucleo di valutazione come strumento direzionale 
, Relazione alseminario di studio su “I sistemi e gli strumenti di monitoraggio nelleaziende sanitarie (la responsabilità del Dirigente e la gestione deirischi”, Giovinazzo, 19 ottobre 2006
– La conciliazione delle Srl, Relazione al convegno “La conciliazione nelprocesso societario”, Taranto, Camera di commercio, 19 ottobre 2006
– La liquidazione delle società e altre operazioni, Relazione al corso distudio “Operazioni straordinarie delle società non quotate eadempimenti del collegio sindacale, organizzato dalla Fondazionedottori commercialisti, Bari, 2 marzo 2007
– Dispute Resolution, the Italian Experience in Latin America, Relazione al Convegno internazionale di studi Uruguay a gateway to the Mercosur, Lausanne, April 17-18, 2007
– La responsabilità del revisore, Seminari di diritto commerciali organizzatidal prof. Sabino Fortunato, Università di Bari, Facoltà diGiurisprudenza, 30 giugno 2007
La firma digitale quale strumento di contenimento della spesa pubblica,
Relazione al Convegno I servizi demografici. Nuovi bisogni, sinergie e nuove sfide.
Lecce, 27 – 28 settembre 2007
– Dall’integrazione all’interculturalità, Inaugurazione Anno accademico2007 – 2008, Università del tempo libero “San Francesco d’Assisi”,Fasano, 7 novembre 2007
Il Borgo Antico e L’Area Portuale, integrazione possibile, sviluppo socio economico,
Bari, 22 febbraio 2008
– Efficacia e validità delle clausole antecedenti l’entrata in vigore della L.5/2003 , Giornata di studio su L’arbitrato societario, Bari29 febbraio2008
Covenants finanziari e principali clausole, Relazione al convegno Covenants finanziari,
Le fonti private del diritto commerciale, Bari, 6giugno 2008
Analisi dei patti di  covenant nei contratti di debito, Relazione alla Summer school  in Tecniche di tutela del finanziatore e prassi contrattuale internazionale, Vieste, 13 settembre 2008;
Il comitato dei creditori, Relazione al 9° corso Seminari di diritto fallimentare, Bari, 24 ottobre 2008
Gli strumenti privatistici per l’esercizio del controllo analogo, Relazione al Seminario di studio  su
Governance, Modelli Organizzativi e controllo delle Public Utilities, Andria, 25 novembre 2008
La pirateria nell’audiovisivo, Relazione al convegno Nuove piraterie e ordinamenti giuridici interni e internazionali, Taranto, II Facoltà digiurisprudenza, 16 giugno 2009
Il concetto di piccolo imprenditore e l’art. 2083 c.c., Relazione al convegno L’insolvenza della piccola impresa, le esenzioni dal fallimento, il diritto di fallire, Lerici, La Spezia, 12 settembre 2009;
La revocatoria fallimentare, Relazione al convegno Immobili da costruire.Tutela degli acquirenti,
Bari, 6 novembre 2009
La responsabilità di amministratori e sindaci per violazione dei doveri generici e specifici. Relazione al convegno Le responsabilità degli amministratori e dei sindaci. Profili civili e risvolti penaliBitonto, 9 dicembre2009
Mediazione e Conciliazione, Relazione al seminario Mediazione e conciliazione una nuova giustizia “senza toga” per la risoluzione delle controversie civili, Bari, 14 dicembre 2009
L’esdebitazione  , Relazione al corso avanzato per dottori commercialisti,Taranto, 13 febbraio 2010
– Le linee generali della riforma, Relazione al convegno La liberalizzazione dei servizi pubblici locali, Roma, Camera dei deputati, 25 febbraio 2010
– I servizi strumentali e la gara a doppio oggetto, Relazione al Convegno Servizi pubblici e servizi strumentali, Grumo Appula, 27 febbraio 2010
La Corporate Governance nelle società a partecipazione pubblica, Relazione al Convegno Le società a partecipazione pubblica.Cambiare tutto per non cambiare niente?, Bari, Corte dei Conti, 16 –17 aprile 2010
Relazione di sintesi, Responsabilità e profili assicurativi dello spedizioniere doganale, Taranto, 7 maggio 2010
I formulari FIDIC, Relazione alla Summer school in Grandi opere e mercato globale, Pugnochiuso, 14 luglio 2010;
– I beni patrimoniali dei comuni e delle province e la manovra finanziaria d’ estate,Seminario ANCI PUGLIA, Galatina, 24 settembre 2010;
La liquidazione coatta della banche, Relazione al seminario Cinema&Diritto, Bari, 24 settembre 2010
Il diritto di distribuzione, Relazione al Convegno Televisioni, nuove tecnologie ed IP, Pavia, 1 – 2 ottobre 2010;
– Relazione di sintesi al Convegno La gestione delle crisi di imprese e la ripartizione delle competenze tra gli organi della procedura, Trani, 16ottobre 2010
Il product placement – profili giuridici, Relazione seminario Il diavolo veste … placement, Bari, 16 novembre 2010
– Le esenzioni dalla revocatoria fallimentare, Relazione al seminario, La revocatoria fallimentare, Lecce, 19 novembre 2010
– I piani attestati di risanamento, Bari, 26 novembre 2010
– Classificazione dei servizi locali e ambito di applicazione dell’obbligo di dismissione,
Relazione al convegno
La dismissione delle partecipazioni pubbliche nelle società di gestione dei servizi: vincoli giuridici, valutazioni economiche, orientamenti giurisprudenziali,
Taranto, 10 dicembre 2010
– La crisi dell’impresa di Gruppo, Seminari di diritto commercialiorganizzati dal prof. Sabino Fortunato, Università di Bari, Facoltà diGiurisprudenza, 18 dicembre 2010
– I piani attestati di risanamento, Relazione al convegno I piani attestati di risanamento e la funzione del professionista, Taranto, 27 gennaio 2011
– La mediazione civile. Verso una nuova giustizia, Coordinamento tavolarotonda tematica
Il procedimento di mediazione in materia di contratti bancari, assicurativi e finanziari, Bari, 12 settembre 2011
Ha preso altresì parte ai seguenti programmi di ricerca, tutti approvatidalle competenti Autorità accademiche:
– Progetto di ricerca (60%) sul tema
“La vendita del diritto di voto nelle assemblee di S.p.A.”,
(2002), del quale è stato il Responsabilescientifico e coordinatore;
– Progetto di ricerca (60%) sul tema
“Le azioni e gli altri strumenti finanziari nella riforma delle società non quotate”,
(2003), del quale è stato ilResponsabile scientifico e coordinatore;
– Progetto di ricerca (60%) sul tema
“L’analisi della fattispecie e della disciplina delle azioni correlate nella più ampia problematica della struttura finanziaria della società”,
(2004), del quale è statoResponsabile scientifico e coordinatore;
– Progetto di ricerca (60%) sul tema
“L’impresa balneare sul demanio marittimo”,
(2005), del quale è Responsabile scientifico e coordinatoreil prof. Gianvito Giannelli.
– Prin 2005
– Prin 2007
– Prin 2010
ORGANIZZAZIONE DI SEMINARI CONVEGNI
– Federalismo e gestione delle imprese sanitarie regionali, Convegnointernazionale – San Giovanni Rotondo, 24/25 gennaio 2003
– Internazionalizzazione delle imprese, Bari, 2003
– Ciclo di seminari sulla riforma del diritto societario, Taranto, maggio-dicembre 2003
– Ciclo di seminari sulla riforma del diritto societario. Aspetti processuali, Altamura, dicembre 2004 – febbraio 2005
Corso di studio teorico – pratico su “Le procedure concorsuali”, Taranto,2006
Covenants finanziariLe fonti private del diritto commerciale, Bari, 2008
La responsabilità nel settore dei trasporti, Bari, 2009
– I conferimenti in natura, Taranto, 2009
– La gestione dei servizi pubblici locali, Altamura, 2009
– Il processo fallimentare. Aspetti critici. Bari, 2009
– I contratti derivati in puglia: profili giuridici e contrattuali, dimensioni del fenomeno, diagnostica ed analisi quantitativa , criticità e soluzioni, Corato,3 dicembre 2010
LINGUE STRANIERE CONOSCIUTE
Inglese
Francese
Tedesco (conoscenza di base)
Spagnolo (elementi)
Portoghese (elementi)

Articolo presente in:
News

Commenti

  • Se solo riuscirà a togliere quel inutile serpentone sul porto avrà già dato un contributo al decoro del territorio, giacché quei nastri non hanno mai trasportato alcuna mercanzia. Se poi riuscirà a fare altro per dare vitalità a quell’impianti portuale e a tutte le aree e servizi annessi… sarà ricordato nei secoli dai cittadini di Manfredonia. Se riuscirà si attuerà quel principio da tempo decantato che occorrono persone che hanno i titoli specifici e non semplici scaldasedie. Comunque quello che ci si aspetta da subito è la razionalizzazione della pulizia dei porti, che dopo una radicale pulizia di tutto il materiale presente tra gli scogli, venga adottata una gestione dei luoghi atta a non permettere giammai l’idioso fenomeno dell’abbandono di ogni sorta di rifiuti su quei luoghi che devono ritornarevad essere puliti ed accoglienti ai tanti cittadini e non a vedere e “toccare” il mare di Manfredonia.

    cittadino 24/09/2017 0:09 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com