Sabato 15 Giugno 2024

E poi ti restano gli abbracci … E lo sguardo fiero di tua madre

3 0

Toccanti, conclusive, queste le parole con le quali Francesca Brancati chiude la presentazione del suo primo libro E se restassi?. “Un incontro di anime capitate per caso e per scelta”, è stata la serata del primo ottobre tenutasi presso il porto turistico di Manfredonia all’imbrunire, seduti tra i tavolini di Melagodo. Un posto incantevole, un luogo dove approdare, passeggiare, magari partire. Ed è lì che l’autore ha voluto che fosse presentato il suo cartaceo, le sue righe, perché ci fosse di più di un lancio economico sociale del suo libro, perché ci fosse un punto di partenza, perché tutti potessero fermarsi, intervenire, semplicemente ascoltare. Un incontro di idee, di emozioni, sensazioni dettate anche dal moderatore Matteo Perillo, dalla voce di Antonio Del Nobile e dalla band musicale Quantum Leap quintet che improvvisando, e con fugaci giochi di sguardi, sono riusciti a far vibrare nell’aria molto più di una presentazione. “Nulla era stato provato e studiato – afferma l’autore – eppure la complicità, il veloce passaggio di idee nel canale comunicativo è stato impressionante. I nostri occhi impegnati in veloci scambi, un sorriso, un attacco e … partiva la magia. Per questo l’ho chiamata squadra, la mia squadra, perché abbiamo il brutto vizio di fare le cose belle. Ogni libro è una finestra aperta sul mondo esterno e l’autore stesso alla domanda del perché avesse scritto ha risposto sorridendo flebilmente: “Per curarmi le ferite, per dare un senso alle cicatrici visibili e che come cordoni si sentono sotto mano”. La serata di presentazione è stata solo l’inizio di un più ampio progetto, di un profondo respiro. La finestra è ora aperta e, come in un miracoloso battesimo, l’autore muore nel suo scritto per poi rinascere e ritrovarsi in una società, in un grande paese, nella sua Manfredonia che ora sente pronta ad accogliere questo regalo, questa sfida, ad accettare un nuovo inizio. Uno dei suoi più grandi sogni, che in realtà sta già prendendo forma, è quello di portare il suo libro nelle scuole, di scuotere le anime più vulnerabili, sensibili, di mostrare ai più giovani che bisogna creare senza timore le aperture verso il mondo esterno, spalancarle quelle finestre, a costo di romperli quei vetri. Il libro è già presente in tutte le librerie di Manfredonia.

Amalia Trigiani

 

Articolo presente in:
Abbiamo letto per voi · News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com