Domenica 14 Aprile 2024

Pd Manfredonia: Una nuova guida per la segreteria cittadina con Michela Quitadamo: “Accorciare le distanze tra le persone e la politica”

0 4

È terminata nella serata di ieri la due giorni congressuale del Partito Democratico, che ha coinvolto tutti i circoli della Capitanata, compreso quello di Manfredonia.

I lavori, aperti sabato con la presentazione delle mozioni alla Segreteria Provinciale e Cittadina, hanno sancito un Congresso unitario a livello di Circolo esprimendo un’unica candidatura, quale sintesi di un largo dibattito interno: quella dell’insegnante Michela Quitadamo. Con 376 voti favorevoli, su  428 partecipanti, la neo-eletta prede il posto del Segretario uscente Giuseppe Trotta. Tale convergenza, sancisce il Partito Democratico, nella città di Manfredonia, quale forza aperta e partecipata, una comunità politica accogliente ed innovativa, in grado di promuovere il confronto.

“Dobbiamo accorciare le distanze tra le persone e la politica, comprendendo i motivi della sfiducia, ma rilanciando con forza il valore della militanza e dell’impegno – questo quanto dichiarato dalla neo-eletta durante l’apertura del dibattito che prosegue – per fare questo il Partito Democratico deve dare spazio a quella voglia di incidere nelle scelte che è sempre più diffusa e sentita, ma che purtroppo si scontra con la naturale diffidenza nei confronti dell’autoreferenzialità del partito.  Abbiamo bisogno di coinvolgere iscritti ed elettori e di saper parlare e confrontarci. C’è tanto Pd fuori dal Pd.

E conclude: “In un momento storico di grande sfiducia nei confronti della politica e delle istituzioni è necessario ripartire dal dialogo e dal confronto dentro e fuori il partito. Per affrontare questo tempo, mettiamo avanti il coraggio della scelta, non la paura e facili soluzioni”.

Tra le linee programmatiche sono state menzionate inoltre la promozione della città (patrimonio storico-artistico e ambientale), fari accesi sul tema della legalità, forte attenzione verso nuove opportunità di lavoro create dalla dinamicità dei giovani (start-up) e verso forme di innovazione nell’ambito della partecipazione e della rappresentanza.

Importante è stato anche il risultato raggiunto dalla candidata alla Segreteria Provinciale Lia Azzarone, aggiudicandosi 403 voti a fronte dei 14 ottenuti da Iaia Calvio.

Articolo presente in:
News · Politica

Commenti

  • La prima cosa da fare è trovare un’altra sede. L’attuale sede la si identifica col vecchio PCI e questo è inaccettabile per un partito che vuol essere al passo con i tempi. Cho non è comunista fa fatica ad entrare in quella sede. Il compito più ingrato è quello di capire chi fa politica per il bene comune e chi lo fa per propri interessi, assetato di potere! Questi ultimi vanno mandati via! Chi ha il potere deve rimettere tutto nelle mani nel partito che prenderà le decisioni cui il detentore dell’incarico dovrà conformarsi. Questa è la pulizia che la neo segretaria dovrà affrontare, senza essere una burattina dei soliti noti.

    fichera 23/10/2017 21:14 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com